Zuppa di Melagrana – ricetta consigliata dal B&B La Calpena a Conegliano

da: Il Re Del Fagiolo, Ricette e Racconti per Dodici Mesi
di Elisabetta Tiveron

ottobre
Il frutto dell’abbondanza

Un villaggio persiano fatto di piccole case bianche dal tetto a terrazza. In una di queste casette, una donna e la sua bambina stanno sgranando alcune melegrane appena raccolte.
“Che belli, sembrano rubini!”
“Piccola mia, questi chicchi sono altrettanto belli e ben più preziosi…”
“Davvero?”
“Certamente. Un rubino non è che una pietra, mica lo puoi mangiare…da ognuno di questi Chicchi, invece,può nascere un nuovo albero, che darà a sua volta tanti succosi frutti. Pensa a quanti chicchi sono contenuti in una sola melagrana…per questo è il simbolo dell’abbondanza e della fecondità. E questa scorza coriacea, che noi ora stiamo togliendo, impedisce alle intemperie di distruggerli e agli uccelli di fare razzia, conservandoli a lungo. Nessuna pietra, per quanto preziosa, potrà mai generare la stessa ricchezza.”
“…e il nostro giardino non sarebbe altrettanto bello, senza questi alberi…” osserva la ragazzina, pensando ai meravigliosi fiori rossi tra le foglie color smeraldo, in primavera…il loro giardino, e quelli di tutta la Persia.

La mamma mette da parte una manciata di chicchi rossi, e schiaccia gli altri per estrarne quanto più succo possibile. Questo succo, mescolato a quello del limone, è l’ingrediente che regalerà alla zuppa di polpette l’inimitabile ed inconfondibile nota agrodolce. E qualche chicco fresco le donerà un aspetto principesco.

Ash – e  Anar (Zuppa di Melagrana)

Per ottenere il succo di melagrana, potete spremere i frutti (tagliati a metà) utilizzando uno spremiagrumi; in alternativa, sgranateli e schiacciate i chicchi con uno schiacciapatate, o passateli alla centrifuga. Il succo va poi filtrato attraverso un colino a maglie fitte.

500 gr di carne macinata (agnello o manzo)              il succo di mezzo limone

200 gr di riso basmati                                                2 bicchieri di succo di melagrana

½ tazza di piselli gialli secchi                                    cannella in polvere

2 cipolle                                                                     olio extravergine d’oliva

200 gr di spinaci freschi, tritati                                  sale e pepe

100 gr di erbe fresche (menta, prezzemolo, coriandolo) tritate

Impastare la carne macinata con 1 cipolla tritata, ½  cucchiaino di cannella in polvere, ½ cucchiaino di sale e 1 macinata abbondante di pepe fresco. Ricavare delle polpettine di circa 2 centimetri di diametro e tenerle da parte.
In una casseruola capiente scaldare 2 cucchiai di olio con l’altra cipolla affettata molto finemente; aggiungere i piselli gialli, coprire d’acqua e cuocere per 1 ora.
Aggiungere il riso, le polpettine, il succo di melagrana, il succo di limone, il prezzemolo, gli spinaci e cuocere finché il riso sarà morbido.
Spegnere il fuoco, unire la menta e il coriandolo, aggiustare di sale.
Suddividere nei piatti e cospargere di chicchi di melagrana.

Ricetta tratta da

www.kellermanneditore.it

Scarica la scheda del libro in pdf

News segnalata da:

B&B La Calpena
Via Calpena, 39 – 31015 Conegliano Treviso
________

B&B La Calpena a Conegliano,
paesaggio incantato tra i vigneti delle colline

lacalpena-esterno

LA CALPENA B&B ad appena 2 km dalla città, ma immerso nel silenzio della campagna e tra i vigneti delle prime colline di Conegliano, all’inizio della panoramica Strada del Prosecco, che si snoda in un dolce paesaggio di grande fascino, il B&B La Calpena accoglie e “coccola” i suoi ospiti nell’atmosfera rilassante del suo grande parco e dei suoi ambienti semplici ma accurati.Chi arriva a La Calpena dopo una giornata di lavoro può dormire sonni tranquilli.

Chi vi arriva per una vacanza può rilassarsi ai bordi della piscina naturale o nei tanti angoli verdi del parco, chi desidera muoversi può scegliere tra le passeggiate a piedi, in bicicletta o a cavallo o, ancora, dedicarsi alla scoperta delle tante città d’arte della regione.

I bambini potranno correre liberi, raccogliere un frutto dagli alberi, rincorrere uno scoiattolo o ascoltare le rane dello stagno.

Fotografi, pittori e artisti troveranno molti spunti al loro lavoro. Scrittori e gruppi di studio godranno dell’ampio silenzio luminoso.

Gli innamorati si sentiranno a casa, in un luogo appartato dove poter vivere il loro amore.

A tutti la vicinanza a Venezia, che si raggiunge in mezz’ora di treno, alle Prealpi e alle Dolomiti offre la possibilità di conoscere un territorio di grande bellezza, ricco di suggestioni naturali, artistiche, enogastronomiche.

 

IL PARCO

Nei trenta ettari dell‘ampio parco ci sono molti angoli appartati, dove ognuno può trovare il suo posto. Luoghi per leggere e riflettere, luoghi per camminare, per cogliere un frutto in estate, per riposare, per prendere il sole, per ri-innamorarsi, per ritrovare se stessi. La piscina naturale, senza cloro, è attorniata dal pavimento in legno che gli sportivi apprezzeranno per fare ginnastica o yoga. E’ dotata di una comoda casetta con spogliatoio e bagno.
 Accanto un grande prato e un grazioso stagno pullulante di vita e di ninfee.
 Tra i tanti alberi, un secolare gelso, che a giugno offre le sue dolcissime more,
e il romantico “albero dei tulipani”, che canta alla brezza della sera. Gli ospiti che non si accontentano di camminare nel parco possono trovare lunghe passeggiate in mezzo al verde delle colline, a piedi o in bicicletta, in tutto il circondario.

  • Parcheggio
  • Piscina naturale (no cloro) con bagno e ripostiglio annesso
  • Stagno
  • Due biciclette
  • Panchine
  • Vigneto
  • Frutteto
  • Orto

CAMERE

  • un’ampia camera mansardata a più letti al 2° piano dell’abitazione, con bagno privato, magnifico panorama e ingresso dalla casa dei proprietari.

Con ingresso indipendente:

  • Una camera matrimoniale con bagno dedicato
  • Una camera doppia (anche uso singola) con bagno dedicato
  • soggiorno con caminetto
  • spazio relax e pranzo
  • cucina attrezzata che si affaccia su uno spazio appartato sotto una pergola di gelsomini con tavolo esterno. E’ aperta agli ospiti per soggiorni di non meno di 5/7 giorni
  • wifi

I proprietari mettono inoltre a disposizione la loro biblioteca per incursioni letterarie.

COLAZIONE

Nella stagione estiva la colazione è servita sotto il portico o all’ombra del vecchio gelso o ancora sotto il pergolato di gelsomini, mentre in inverno un’elegante sala è dedicata accuratamente all’uso esclusivo degli ospiti. Il B&B La Calpena utilizza prodotti freschi e, quando è possibile, del posto, ma non manca mai un dolce fatto in casa!  Chi lo desidera, può richiedere una colazione continentale, con prodotti biologici o adatti alle intolleranze alimentari.

Per chi e’ adatto

Famiglie
Bambini
Nonni e nipoti
Sportivi
Solitari
Artisti
Vagabondi
Innamorati
Curiosi d’arte e di natura

Per info:

B&B La Calpena
Via Calpena, 39 – 31015 Conegliano Treviso

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______