Veneto. Alla scoperta delle terre del prosecco

La bellezza dei vigneti e quella del borgo medievale di Conegliano e del suo castello. Un paesaggio affascinante, non solo a settembre. E poi, tutta la parte slow, dalla visita a una delle innumerevoli cantine alla degustazione.

Con mezzo miliardo di bottiglie prodotte da oltre 8000 cantine, il prosecco è certamente l’ambasciatore dei vini italiani nel mondo intero. La DOC di produzione istituita nel 2009 comprende quasi tutto il Veneto e tutto il Friuli Venezia Giulia, ma indubbiamente il prodotto di maggiore qualità e notorietà è identificato dalla Docg Prosecco Conegliano Valdobbiadene, cui fanno capo 150 cantine in 15 comuni nell’Alta Marca Trevigiana. Questa tranquilla zona del Veneto centrale, facilmente raggiungibile in autostrada uscendo a Vittorio Veneto, si trova a mezz’ora da Mestre sulla direttrice nord che porta a Belluno e poi a Cortina. E’ una meta gradevole in tutte le stagioni per una gita alla scoperta di un territorio in cui vigneti e cantine sono indubbiamente i protagonisti, accompagnati prelibatezze gastronomiche di lunga tradizione, ma non mancano ricordi storici e culturali come ville venete e castelli, né paesaggi verdi di boschi e colline dove è piacevole passeggiare o andare in bicicletta. Dalla cima di questi colli lo sguardo spazia a perdita d’occhio sul panorama della pianura veneta fino a scorgere il mare Adriatico nelle giornate nitide.

Non è solo in tempo di vendemmia che si apprezza questo microcosmo annidato intorno a Conegliano, cittadina cresciuta dal X secolo intorno al suo castello, attuale Museo Civico. Tutta l’area del vivace centro cittadino di impianto medioevale è ancora in parte cinta dalle antiche mura, mentre altri luoghi d’interesse artistico sono monasteri, chiese maestose e alcune ville venete ben conservate. Attivo centro commerciale e industriale, secondo solo a Treviso nella provincia, Conegliano è oggi sede della prima Scuola Enologica italiana. Le escursioni in macchina o in bicicletta sulle stradine provinciali portano a scoprire piccoli borghi e frazioni dove il tempo scorre più lentamente e l’amore per il vino e la buona tavola è diventato regola di vita e motore dell’economia locale.

Articolo di di Leonardo Feliciano del 19 agosto 2016 per www.repubblica.it

Notizia segnalata da:

Cà del Poggio Ristorante & Resort

cadelpoggio-logo
Cà del Poggio Ristorante & Resort
Via dei pascoli, 8 – 31020 San Pietro di Feletto (TV)

RISTORANTE CA’ DEL POGGIO
T. +39 0438 486795/486111
F. +39 0438 787728
E. ristorante@cadelpoggio.it

HOTEL VILLA DEL POGGIO
T. +39 0438 787154
F. +39 0438 787967
E. hotel@cadelpoggio.it

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______