Tappa Sacile-Cortina | Giro d’Italia 2021

Lo staff Marcadoc presente all’arrivo della sedicesima tappa del Giro d’Italia

La pioggia scrosciante non è bastata a fermare una giornata ricca di emozioni

Cortina ha accolto il Giro d’Italia a braccia aperte con un tripudio di folla festante assiepata ai lati di Corso Italia, dove la gioia è esplosa al taglio del traguardo della maglia rosa Egan Bernal.

Il tappone dolomitico è senza dubbio il più atteso e seguito di tutto il Giro, per altimetria e bellezza paesaggistica, anche se purtroppo a causa del maltempo il percorso è stato accorciato per questioni di sicurezza, escludendo due dei passi che da sempre hanno segnato la storia del ciclismo: il Pordoi e il Fedaia, spostando la Cima Coppi ad un altro storico punto di riferimento, il Passo Giau.

Si conclude così l’avventura veneta del Giro d’Italia, una regione che da sempre ha regalato storia e campioni del ciclismo. In particolare è stato ricordato proprio oggi il primo italiano a vincere il Tour de France, Ottavio Bottecchia, con il passaggio della carovana rosa davanti alla sua casa natia a San Martino di Colle Umberto.

(foto Pio Dal Cin)