A San Pietro di Feletto, tra colline e antiche viti sulle orme del Papa buono

A San Pietro di Feletto la storia, i ricordi e le tracce
di Papa Giovanni XXIII

A San Pietro di Feletto, tra colline e antiche viti
sulle orme del Papa buono

Percorso di Papa Giovanni XXIII,
presentato il sentiero dei “Cento Gradini

A San Pietro di Feletto, dove Angelo Giuseppe Roncalli, da Patriarca di Venezia, amava ritirarsi in meditazione e preghiera, è stato presentato un tracciato che introduce all’itinerario dedicato al “Papa Buono”   

Cento gradini per arrivare sul sentiero di Papa Giovanni XXIII. A San Pietro di Feletto è stato presentato un tracciato che introduce al percorso intitolato ad Angelo Giuseppe Roncalli, a ricordo di quando, da Patriarca di Venezia, era solito ritirarsi sulle colline felettane per trascorrere dei periodi di meditazione e preghiera.

Di San Pietro di Feletto il futuro “Papa Buono” apprezzava il silenzio e gli ameni paesaggi. Le cronache dell’epoca lo ricordano passeggiare tra le colline e intrattenersi amabilmente e fuori da ogni protocollo con la gente che incontrava lungo il cammino. La memoria della sua presenza è ancora viva nei luoghi che frequentava. E a San Pietro di Feletto – dove il 27 aprile 2014 è nato il Comitato Papa Giovanni XXIII, di cui fa parte anche il cardinale Loris Capovilla, già segretario di Papa Roncalli – sono iniziati i lavori di sistemazione del sentiero intitolato al Santo Padre.

Il percorso dei Cento Gradini è un tragitto che, partendo dalle vicinanze del Muro di Ca’ del Poggio, rappresenta una sorta di prologo all’itinerario dedicato a Papa Giovanni XXIII.

Alla presentazione del sentiero dei Cento Gradini, insieme ai rappresentanti del Comitato Papa Giovanni XXIII e al sindaco di San Pietro di Feletto, Loris Dalto, ha partecipato una delegazione arrivata dalla 1^ Borsa del Turismo Religioso Internazionale (BTRI), svoltasi a Padova dal 3 al 7 ottobre.

Buyer e giornalisti provenienti da tutto il mondo hanno così percorso il sentiero dei Centro Gradini e il primo tratto dell’itinerario dedicato a Papa Giovanni XXIII, arrivando sino alla Pieve di San Pietro di Feletto e passando anche per il Roccolo, luogo che, secondo varie testimonianze, era fonte di ristoro spirituale per quello che la storia  ricorderà come il “Papa Buono”.

Il Comitato d’onore Papa Giovanni XXIII  e’ composto dal Presidente il cardinale Loris Francesco Capovilla, storico segretario personale di Angelo Giuseppe Roncalli sin dagli anni veneziani, il Patriarca di Venezia, Angelo Moraglio, il vescovo di Vittorio Veneto, Corrado Pizziolo, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e il sindaco di San Pietro di Feletto, Loris Dalto.

Le ricerche del cardinale Capovilla, novantottenne custode della memoria storica di papa Giovanni XXIII, nominato cardinale da papa Francesco lo scorso 22 febbraio, e di don Nilo Faldon, insigne storico locale, unite alla testimonianza della gente del luogo, permetteranno di definire i luoghi toccati dall’usuale cammino del “Papa buono” durante i suoi soggiorni sulle colline di San Pietro di Feletto.

Il vescovo Pizziolo: “Una grande iniziativa che contribuirà a ricordare la figura di un pontefice assurto a modello di cristianità e a valorizzare un territorio che ha scorci meravigliosi”.

“Esiste un rapporto straordinario tra la provincia di Treviso e i grandi papi del Novecentoha commentato il vescovo di Vittorio Veneto, Corrado Pizziolo -. L’iniziativa del percorso dedicato a Papa Giovanni XXIII è un grande onore, che contribuirà a ricordare la figura di un pontefice assurto a modello di cristianità e a valorizzare un territorio che ha scorci meravigliosi. La grande espansione del turismo religioso si spiega così: esistono luoghi in cui si condensa un particolare messaggio di santità e che vengono riconosciuti come tali dalle genti. Il percorso di San Pietro di Feletto sarà l’occasione per tramandare la vita e il messaggio di un papa che ha fatto la storia”.

Il percorso partirà dalla villa patriarcale, ceduta alcuni anni fa dalla curia veneziana a un privato e ancora in attesa di restauro, per toccare punti di particolare valenza paesaggistica in un tracciato che porta verso il centro abitato di Bagnolo. Da qualche anno una reliquia del Papa buono, costituita dal frammento di una sua veste, è conservata nell’Antica Pieve, dove è oggetto di venerazione. Ma già nel 1966 è stato eretto un monumento con il suo busto, di fronte alla villa patriarcale è una lapide ricordo è stata collocata in chiesa. Inoltre a Giovanni XXIII è stata intitolata la piazza principale di San Pietro ed è diventata via Roncalli la strada che porta al monumento e alla villa.

News segnalata da:

Ristorante Relais Cà del Poggio
San Pietro di Feletto via dei Pascoli, 8/A (TV)
+39 0438 787154
hotel@hotelvilladelpoggio.it

Tel. 0438.486795
www.cadelpoggio.itristorante@cadelpoggio.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______