“Suoni vicini” per il ritorno di Sile Jazz 2020 – Tutti i concerti fino al 31 luglio

 

Sile Jazz 2020

Suoni Vicini

Al via il festival sulle rive del fiume
tra giugno e luglio con ben 13 concerti

La rassegna torna sabato 20 giugno nella Marca Trevigiana
con Jennifer Cabrera Fernandez nel porticciolo di Casale.

Il jazz dal vivo corre lungo il Sile e schiera Gatto e Rosenwinkel

concerti all’aperto, ad ingresso gratuito e controllato

L’unico concerto a pagamento (10 euro) sarà quello di Kurt Rosenwinkel che si terrà il 4 luglio sotto la Loggia di Cavalieri.

Musica per accorciare le distanze e note che riempiano spazi vuoti. Questo, in estrema sintesi, il pensiero alla base della nona edizione di Sile Jazz, battezzata “Suoni Vicini“: il festival, ideato da nusica.org e Alessandro Fedrigo, è in partenza sabato 20 giugno (dalle ore 21) dal porto di Casale con Jennifer Cabrera Fernandez e il nuovo progetto di ethno world music 3rd Root. S

arà un mese di concerti e di musica finalmente vissuta, nei comuni lambiti dal Sile, con una ricca proposta a km zero esaltata da due nomi di livello internazionale, quelli di Kurt Rosenwinkel e Roberto Gatto. Tra le novità 2020, l’accesso gratuito a quasi tutti i concerti solo su prenotazione (tramite il sito Eventbrite). Suoni Vicini proseguirà la settimana successiva, venerdì 26 giugno, in Villa Guidini a Zero Branco, con un ritorno a casa: quello del bassista, compositore e arrangiatore trevigiano Sebastian Piovesan. Sabato 27 ci si immergerà invece nell’atmosfera della Rotonda di Badoere a Morgano, con la voce e lo charme del Francesca Bertazzo Hart Trio. Le due serate trevigiane di Sile Jazz si sveleranno venerdì 3 luglio: dapprima con Marco Trabucco in Loggia dei Cavalieri e la serata successiva con la chitarra di Rosenwinkel a guidare il suo trio. Doppio concerto, venerdì 10 luglio a Roncade, con Edoardo Bignozzi, chitarrista e pianista, e Satoyama, una delle formazioni più interessanti del jazz italiano. Domenica 12 luglio incursione extra-provincia nel padovano, con la musicista italo-canadese Sara Jane Ceccarelli che accompagnerà il pubblico di Piombino Dese, mentre è atteso per sabato 18 luglio (a Silea, porticciolo di Cendon) il Max Trabucco Trio, con il batterista trevigiano accompagnato dalla sua nuova formazione. Gatto, protagonista della serata di domenica 19 luglio al Barch di Barcon di Vedelago, presenterà invece il nuovo progetto Imperfect Trio. Giovedì 23 luglio il jazz contemporaneo entra al Museo di Santa Caterina a Treviso con XYQuartet orbit multimedia; venerdì 24 luglio, in biblioteca comunale a Preganziol, i ClarOscuro e la formazione diretta dal contrabbassista Matteo Bortone, mentre sabato 26 luglio a Istrana sarà sul palco il sassofonista Diego Borotti. Sile Jazz chiuderà venerdì 31 luglio a Vedelago, nella cornice di Villa Grimani, con il concerto di uno dei più interessanti pianisti italiani, Simone Quatrana.

Nei luoghi dei concerti permarranno tutte le regole di sicurezza attualmente vigenti; tutti i concerti inizieranno alle ore 21. Presto disponibili altri dettagli, inclusi quelli inerenti alle rimanenti serate in attesa di conferma: Mogliano (sabato 11 luglio), Quinto (venerdì 17 luglio) e Casier (venerdì 25 luglio).

articolo di Tommaso Miele per www.tribunatreviso.it del 16 6 2020

Sile Jazz

Un percorso di scoperta e riscoperta dei luoghi del Fiume Sile e dei suoi affluenti, e di esplorazione della musica jazz e del panorama jazzistico contemporaneo.

Nasce nel 2011 con l’intento di offrire alla comunità un momento di incontro, di scambio culturale di qualità e di riscoperta dei luoghi limitrofi al fiume. La rassegna cresce negli anni, e consolida la sua mission: la volontà di far conoscere al pubblico solisti e compositori tra i più originali, innovativi e creativi del panorama musicale contemporaneo e la necessità di valorizzare il territorio, anche nei suoi angoli più sconosciuti, con uno sguardo inusuale.



MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui



Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it