Settant’anni e cinquanta Vinitaly: Masottina, una storia di famiglia

Storico Vinitaly per Masottina. L’azienda della famiglia Dal Bianco compie 70 anni e festeggia il mezzo secolo di partecipazione alla grande Kermesse del vino italiano. Tanti i motivi per visitare lo stand (Pad. 4 – A4) nel Padiglione Veneto, a partire dalla degustazione delle nuove annate di Contrada Granda e Le Rive di Ogliano, due superstellati della DOCG Conegliano Valdobbiadene. In degustazione anche i pregiati Colli di Conegliano, con le più aristocratiche etichette, il Montesco 2009 e il Rizzardo 2013.

Conegliano, marzo 2016. Sarà un Vinitaly da incorniciare quello che si appresta a vivere Masottina, ovvero la famiglia Dal Bianco. Marchio e famiglia festeggiano, infatti, mezzo secolo di partecipazione al Vinitaly e i 70 anni di vita dell’azienda che, fondata nel 1946 da Epifanio Dal Bianco, ha attraversato l’intera storia vitivinicola di un territorio che nel Veneto, è sinonimo di civiltà della vite e dell’arte di fare vino, la città di Conegliano e l’intera area storica del Prosecco Superiore, dalle colline di Valdobbiadene sino alle terre che lambiscono il Piave.

” E’ un Vinitaly a 5 stelle per Masottina – spiega Federico Dal Bianco, responsabile marketing dell’azienda di famiglia – veniamo da un 2015 significativo, principalmente costruito sull’estero, con incrementi che, in alcuni paesi, girano a due cifre”. A far sorridere la famiglia Dal Bianco non sono solo le vendite, ma anche la sensazione che quanto realizzato negli ultimi cinque anni, in termini di investimenti produttivi, acquisizione di nuovi vigneti in territori di pregio, nascita di nuovi prodotti, abbia oggi raggiunto i risultati attesi.

“L’azienda è cresciuta, nel numero di ettari impiantati e in produzione, nella capacità di gestire una vendemmia di uve selezionate in un nuovo stabilimento produttivo all’avanguardia per gli aspetti prettamente enologici ma anche per ciò che riguarda i temi ambientali, energetici e per soluzioni architettoniche adottate. Siamo una realtà solida che esporta in oltre 30mercati, e in alcuni paesi siamo al top per prezzo medio sulla tipologia Prosecco e Spumanti. Ciò significa che vendiamo bene e al giusto prezzo”.

Una positività che Masottina vuole riscontrare innanzitutto nel bicchiere, nella degustazione delle nuove annate al Vinitaly. “Ci presentiamo con un Contrada Granda 2015 davvero sensazionale. E’ un Extra Brut di natura che la vendemmia di Ogliano ci ha dato meravigliosamente – annuncia Federico Dal Bianco- freschezza, sapidità in perfetto equilibrio e finezza al palato. Davvero una grande annata. Saranno bottiglie da ricordare anche per noi”. Un entusiasmo che ci riporta ai risultati importanti per questo marchio storico di Conegliano. E’ il caso della Gran Bretagna, degli Stati Uniti e dell’Australia dove l’azienda ha conseguito risultati importanti.

“Sono i mercati di cultura anglosassone, ed americano in particolare, quelli che troviamo più interessanti e adatti a recepire i nostri prodotti d’alta gamma e a distinguere il valore raggiunto da queste etichette. Abbiamo segnali davvero incoraggianti da questi mercati – sottolinea Federico Dal Bianco – e vogliamo curarli con la dovuta attenzione, incrementando la conoscenza dei nostri vini e del nostro impegno produttivo su un territorio unico nel suo genere”.

Anche l’Europa, con Irlanda, Olanda ed i principali stati dell’Est, trova in Masottina un’ azienda di riferimento del Prosecco a denominazione DOC e DOCG. “Non dobbiamo dimenticare che l’Europa è costituita da mercati molto affollati e dalla concorrenza spietata – dice Federico Dal Bianco – e Masottina riesce a dire la sua con la convinzione che i nostri prodotti stanno trovando il loro giusto consumatore, più attento, in grado di distinguere e di saper cogliere le differenze. Lo vediamo dal senso di fidelizzazione che hanno alcune nostre etichette, e non solo parlando di Prosecco, ci sono Montesco e Rizzardo che rappresentano, per una quota del pubblico, vini di riferimento del nostro territorio”.

Come ogni Vinitaly, allo stand dell’azienda (Padiglione 4 – A4) sarà possibile incontrare i protagonisti di questa storia di famiglia legata al vino, e degustare con loro un’ampia gamma di vini spumante e vini fermi. La Fiera di Verona è l’occasione ideale per presentare le nuove annate delle etichette più rappresentative e premiate di Masottina: “Le Rive di Ogliano Extra Dry” e il “Contrada Granda Brut” che nascono in single vineyards e richiedono una viticultura di precisione di circa 900 ore/ettaro di manodopera all’anno. Entrambi sono il frutto di un lungo percorso di sperimentazione e la loro straordinaria qualità è indissolubilmente legata al terroir da cui prendono origine e nome: i fattori climatici, pedologici e le tecniche colturali adottate, hanno infatti contribuito in maniera determinante a definire il profilo di queste uve straordinarie. Spazio anche per Il Montesco e il Rizzardo, e ai vini provenienti dai vigneti, ”Ai Palazzi” di Gorgo al Monticano, prime acquisizioni di Masottina e memoria storica della famiglia Dal Bianco.

Un Vinitaly davvero particolare che saluta la Città di Conegliano al centro dell’attenzione, con una serie di iniziative, manifestazioni e super degustazioni dedicate al Prosecco e ai vini fermi di un territorio che, con la DOP Colli di Conegliano, contiene tutti gli elementi che eleggono un territorio al rango di Terroir, da quelli pedoclimatici e varietali sino a quelli di carattere più culturale della comunità che in quei luoghi vive e risiede. A gennaio, infatti,è arrivata l’Iscrizione nel Registro dei Paesaggi Ruralidell’Osservatorio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che certifica il ruolo preponderante dell’uomo per la salvaguardia della biodiversità e della conservazione di queste magnifiche colline. Una ulteriore conferma sulle qualità di questo paesaggio rurale viticolo arriva dal Recevin che per il 2016 ha nominato, per la prima volta un’intera area territoriale, Capitale della cultura enologica europea, in rappresentanza di tutte le Città del Vino del Vecchio Continente.

Per maggiori info:

Masottina Spa
sede legale:
via Custoza 2, Conegliano (TV)
cantina e uffici:
via Bradolini 54, Castello Roganzuolo (TV)
Tel. +39 0438 400775 Fax +39 0438 402034 – info@masottina.it www.masottina.it

____
_

Masottina: una storia enologica, una famiglia

Dai legami più forti con il territorio, nascono le storie produttive più intense e durature. Conoscere Masottina vuol dire capire il rapporto profondo che lega la famiglia Dal Bianco alla sua terra e al suo prodotto simbolo, il vino. Chi vive qui ha i vigneti negli occhi e nel cuore, le colline di Conegliano e Valdobbiadene sono un contesto unico per caratteristiche dei suoli, microclima e paesaggio. La vite cresce nel suo ambiente ideale e la mano dell’uomo nel tempo ha fatto, e continua a fare, il resto, ricamando le colline con i vigneti e creando un paesaggio di seducente bellezza. La storia d’amore tra Masottina e la sua terra inizia nell’immediato dopoguerra, nel 1946, con nonno Epifanio che poi trasferisce il suo sapere e la sua passione al primogenito Adriano, affiancato dalla moglie Franca, e ai suoi fratelli, Valerio e Renzo. Oggi, in azienda lavora anche la terza generazione, i due figli di Adriano, Filippo e Federico, che con passione hanno messo la loro dedizione e il loro talento al servizio dell’azienda di famiglia.Adriano, l’enologo di famiglia, e i suoi fratelli, animati da una passione silenziosa e operosa, hanno sempre creduto nel potenziale qualitativo dei vini della loro terra e, quando ancora il Conegliano Valdobbiadene non era sotto i riflettori, hanno iniziato a sviluppare le eccellenze produttive che “la loro natura” gli offriva, dai grandi prosecchi ai vini fermi dei Colli di Conegliano. Rigore, fantasia e tanta esperienza, alimentata dall’umiltà, sono le note caratteriali che distinguono Adriano. Il rigore inizia a coltivarlo fin da ragazzo, si forma alla Scuola enologica di Conegliano, la prima scuola italiana, fucina di centinaia di enologi e professionisti di cantina, oggi divenuta anche corso universitario, e con l’Istituto stringe un legame che negli anni è diventato sempre più intenso e profondo.


I vigneti di Masottina

I 130 ettari di Masottina, tra proprietà e conduzione, di cui circa la metà nell’area storica del Conegliano Valdobbiadene, condotti secondo le migliori tecniche agronomiche, sono un emblema di famiglia, un vanto per la cura e l’attenzione impiegata sulle piante. La raccolta poi è fondamentale, anche solo mezza giornata in più o in meno di sole può fare la differenza. In azienda si racconta che è Adriano a dare il via alla vendemmia, vigna per vigna stabilisce se le uve hanno il giusto grado di maturazione. Forse è solo un vezzo, però quanto la fantasia e l’esperienza dell’uomo facciano la differenza nelle produzioni d’eccellenza è un dato di fatto. E la ricerca della qualità continua anche in cantina, con un occhio all’innovazione, non solo per le tecnologie impiegate nelle lavorazioni ma per aver, in decenni, costruito una solida struttura produttiva, dotata di tutte le novità che aiutano a migliorare e a valorizzare la materia prima. Questi sono solo una parte degli elementi che contribuiscono a dare personalità, a “creare”, i vini di Masottina, come mattoncini che compongono in un unicum le qualità del territorio con quelle di questa famiglia del vino, della sua storia e della sua sensibilità.

I vini di Masottina

E tra storia e innovazione, i vini di Masottina sono frutto e insieme interpreti di un scenario che oggi, più di ogni altra cosa, rappresenta il territorio d’elezione del Prosecco. Proprio nella zona storica del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, Masottina esprime quello che è considerato uno dei suoi grandi talenti produttivi, la vocazione spumantistica. Ottenuto da metodo Italiano, conosciuto anche come metodo Martinotti, qui viene prodotto un vino spumante di grande finezza, esemplare nella sua esecuzione, “Le Rive di Ogliano”. Nel 2009, con l’introduzione della Docg, nella tipologia spumante, che rappresenta quasi il 90% della produzione totale, viene introdotta una nuova selezione, le “Rive”, che evidenzia in etichetta il nome del comune o della frazione di origine delle uve. I vini “Rive” rappresentano l’essenza del territorio, sono prodotti da uve che provengono esclusivamente da una singola località, vendemmiate a mano, in etichetta è riportato il millesimo e la resa per ettaro non può superare i 130 quintali. Un dato su tutti racconta “Le Rive di Ogliano” di Masottina: la prima annata, la 2009, è andata esaurita in pochi mesi. Al vertice della piramide qualitativa della Docg c’è lo spumante della storica sottozona di Cartizze, una piccola area di 106 ettari di vigneto. Per i vini di questa sottozona il disciplinare di produzione è ancora più restrittivo. La resa per ettaro non può superare i 120 quintali e le operazioni di vinificazione devono essere effettuate entro il territorio del solo Valdobbiadene. Il Valdobbiadene Cartizze Superiore Docg Dry di Masottina è uno spumante sontuoso, dal sapore piacevole e rotondo, con una delicata sapidità, alla quale il sottile perlage aggiunge vigore al gusto. Sempre nella tipologia spumante, Masottina produce i Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Extra Dry e Brut. Il Brut è la versione più moderna, che incontra il gusto internazionale e che si distingue dal Dry e dall’Extra Dry per un più basso residuo zuccherino. L’Extra Dry invece è la versione tradizionale, che combina l’aromaticità con la sapidità esaltata dalle bollicine. Nella zona collinare di Conegliano, esclusivamente dai vigneti di proprietà, Masottina produce anche due grandi vini DocG: il Montesco ed il Rizzardo, entrambi ottenuti dal felice incontro tra alcuni selezionati vitigni autoctoni e uve internazionali e ambedue affinati in barrique. Vini dalle pregevoli doti di invecchiamento, che lasciano il segno con la loro intensità e finezza e che, di annata in annata, stanno dando ragione alle intuizioni e alla caparbietà di Adriano che ha sempre creduto nei vini fermi di questo territorio. E infine, oltre ai vigneti del Conegliano Valdobbiadene, ci sono le vigne nelle terre del Piave e a Gorgo Al Monticano e Mogliano . E’ qui che nascono lo Chardonnay, il Pinot Grigio, il Merlot e il Cabernet Piave Doc. E sempre da queste terre, dai vigneti “Ai Palazzi”, provengono il Cabernet Sauvignon e il Merlot, che maturano lentamente secondo antica tradizione in grandi botti di rovere per diventare dei grandi vini rossi “Riserva”. Qui nascono anche lo Chardonnay ed il Pinot Grigio, eleganti espressioni d’una rigorosa e matura cultura enologica.

Gli Spumanti di Masottina

Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Docg
“Contrada Granda Rive di Ogliano” – Brut
“Le Rive di Ogliano” – Extra Dry
Prosecco Superiore – Brut
Prosecco Superiore – Extra Dry

Prosecco Doc Treviso
Prosecco – Brut
Prosecco – Extra Dry

Cuvée
Cuvée Brut – Brut
Cuvée Rosé – Brut
Cuvée Dolce – Dolce

I vini fermi di Masottina

Vini Rossi

“Montesco” – Doc Colli di Conegliano “Ai Palazzi”
Merlot – Riserva – Doc Piave “Ai Palazzi”
Cabernet Sauvignon – Riserva – Doc Piave
Merlot – Doc Piave Cabernet – Doc Piave

Vini Bianchi
“Rizzardo” – Doc Colli di Conegliano
“Ai Palazzi” Chardonnay – Doc Piave
“Ai Palazzi” Pinot Grigio – Doc Venezia
“Incrocio Manzoni 6.0.13” – Igt Colli Trevigiani
Chardonnay – Doc Piave
Pinot Grigio – Doc Venezia

Masottina Spa
sede legale: via Custoza 2, Conegliano (TV)
cantina e uffici: via Bradolini 54, Castello Roganzuolo (TV)
Tel. +39 0438 400775 Fax +39 0438 402034 – info@masottina.it www.masottina.it

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______