Ca’ del Poggio: 26 Giugno 2019 ore 21 – Sana alimentazione e nutraceutica nel quotidiano e nello sport

Le scienze della nutrizione sono in continua evoluzione.
Alcuni cibi, come gli zuccheri, che fino a qualche anno fa erano considerati essenziali, attualmente vengono considerati come potenziali nemici, se assunti in modo non corretto così come proposto dalla alimentazione moderna. Altri cibi, come le uova, sono stati invece completamente “riabilitati” e attualmente vengono considerati tra le migliori risorse proteiche. Allo stesso modo, sostanze come la Vitamina D erano state sottovalutate nella loro importanza e negli effetti di una loro carenza e ora si sta cercando di correre ai ripari con una integrazione spesso con prodotti che derivano da sintesi chimica e con super-dosaggi. E’ sempre opportuno ragionare “secondo natura” e cercare di ottimizzare la propria nutrizione ricorrendo a cibi opportuni a seconda della propria esigenza e di integrare in modo naturale quanto potrebbe essere carente.

Pensaci. Il cervello è sempre “attivo”.
Si prende cura dei tuoi pensieri e movimenti, della tua respirazione e del tuo battito cardiaco, dei tuoi sensi – lavora sodo 24 ore su 24, anche mentre dormi. Ciò significa che il tuo cervello richiede un rifornimento costante di carburante. Quel “carburante” deriva dagli alimenti che mangi e quello che c’è in quel carburante, fa la differenza. In parole povere, ciò che mangi influenza direttamente la struttura e la funzione del tuo cervello e, in definitiva, il tuo umore.

Come una macchina sofisticata, il cervello funziona al meglio quando ottiene solo carburante premium.
Mangiare cibi di alta qualità che contengono molte vitamine, minerali e antiossidanti nutre il cervello e lo protegge dallo stress ossidativo, il materiale di “scarto” (radicali liberi) prodotto quando l’organismo utilizza l’ossigeno. Una aggiunta di Vitamine e Minerali e Fitonutrienti a cibi così poveri, come quelli moderni, rappresenta quindi un modo per rendere “premium” il cibo, anche quando non riusciamo ad essere del tutto attenti e rigorosi nella nostra alimentazione.


____________

…Ca’ del Poggio, dove il prosecco incontra il mare…

 

C’è il Prosecco. E c’è il mare. Ca’ del Poggio Ristorante&Resort a San Pietro di Feletto, nel Trevigiano, coniuga alla perfezione le due anime della famiglia Stocco. Quella marinara, che ha portato Fortunato e la moglie Maria Stella ad affrontare una qualificata esperienza di ristorazione a Bibione, prima di trasferirsi a San Pietro di Feletto. E quella collinare, interpretata dai figli Alberto e Marco, che, con l’aiuto dei genitori, hanno fatto propria la tradizione familiare, rivisitandola con un tocco di modernità ed eleganza.

Ca’ del Poggio Ristorante&Resort è aperto a San Pietro di Feletto, lungo la Strada del Prosecco Superiore Docg, dal 18 ottobre 1994, e da allora incontra il crescente favore di una clientela raffinata ed esigente. Se il panorama sui colli del Prosecco che si ammira dalle sale del Ristorante Relais Ca’ del Poggio va dritto al cuore, il palato degli ospiti della famiglia Stocco è deliziato da una cucina marinara che, grazie alla creatività degli chef Marco Stocco e Vincenzo Vairo, si è ormai imposta all’attenzione dei più severi gourmet.

Molto conosciuto nell’ambiente sportivo – in via dei Pascoli, unica salita certificata dalla Federazione Ciclistica Italiana, ribattezzata Muro di Ca’ del Poggio e gemellata con il Muro di Grammont e il Mûr-de-Bretagne, sono transitate le edizioni 2009, 2013, 2014 e 2017 del Giro d’Italia, il Campionato Italiano Professionisti del 2010 e l’edizione 2018 del Giro d’Italia Under 23 – il Ristorante Relais Ca’ del Poggio dispone di 80 coperti inseriti in un ambiente elegante e al tempo stesso familiare, in cui Alberto Stocco e i suoi collaboratori fanno sentire gli ospiti come a casa loro.

Dal maggio 2013, l’offerta turistica di Ca’ del Poggio è arricchita dall’Hotel Villa del Poggio, una struttura dotata di ogni comfort (e con una meravigliosa terrazza panoramica) che si integra alla perfezione con l’ospitalità offerta dal ristorante, trasformando quest’angolo della Marca Trevigiana – a 60 km da Venezia – in una specie di paradiso per una clientela che ama immergersi nell’atmosfera rilassata ed elegante delle colline del Prosecco.

Nelle vicinanze sono disponibili campi da golf e da equitazione, oltre a percorsi naturalistici da esplorare a piedi o con le mountain bike messe a disposizione dall’hotel, per una vacanza all’insegna del benessere e del relax.

Nei dintorni si sviluppa inoltre il Sentiero di Papa Giovanni XXIII, un percorso di meditazione, pace e spiritualità dedicato alla memoria del “Papa Buono”, che, quand’era ancora Patriarca di Venezia, amava ritirarsi tra le colline di San Pietro di Feletto per riposarsi e ritemprare lo spirito.

Le ricerche del cardinale Loris Francesco Capovilla, storico segretario personale di Angelo Giuseppe Roncalli sin dagli anni veneziani, e di don Nilo Faldon, insigne storico locale, unite alla testimonianza della gente del luogo, hanno permesso di definire i luoghi toccati dall’abituale cammino del futuro san Giovanni XXIII durante i suoi soggiorni a San Pietro di Feletto, dove esiste anche una millenaria Pieve visitata ogni anno da 7 mila fedeli.

www.cadelpoggio.it

RISTORANTE CA’ DEL POGGIO
T. +39 0438 486795/486111
F. +39 0438 787728
E. ristorante@cadelpoggio.it
HOTEL VILLA DEL POGGIO
T. +39 0438 787154
F. +39 0438 787967
E. hotel@cadelpoggio.it

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______