La ricetta: Ortiche in pastella di Prosecco con Pettini di San Giacomo

La ricetta del giorno,
suggerita dallo chef di Ca’ del Poggio, Marco Stocco,
con il 20.10 Brut Le Manzane

 

Dosi per 4 persone:

  • Foglie di ortiche
  • 8 Capesante
  • 150 gr di farina 00
  • 2 bicchieri di Conegliano Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore Spumante Brut Millesimato “20.10” Le Manzane ghiacciato
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Burro

Prendiamo le capesante, togliamo il frutto dal guscio e lo laviamo per bene. Ne tagliamo 4 a quadrettoni.

Prendiamo le foglie d’ortica e le tritiamo grossolanamente.

Mettiamo in una bacinella capiente il Conegliano Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore Spumante Brut Millesimato “20.10” Le Manzane ghiacciato, aggiungiamo la farina piano piano e mescoliamo fino ad ottenere una crema densa; aggiungiamo il trito di ortiche e le capesante, mescoliamo e facciamo riposare un po’ in frigo.

“Scaloppiamo” il resto delle capesante in padella con poco burro, olio e vino.

Prendiamo la pastella dal frigo, ci aiutiamo con un cucchiaio e facciamo delle palline che andremo ad immergere nell’olio bollente fino a che saranno croccanti e le toglieremo quindi dall’olio.

In un piatto piano mettiamo delle foglie crude d’ortica a cui adagiamo la pastella e la capasanta in padella.

Chef Marco Stocco

_____________

 

Conegliano Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Spumante Brut Millesimato “20.10”

Gradazione Alcolica: 11,5%
Varietà delle uve: Glera atto a dare Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg 100%
Produzione media annuale di bottiglie: 39.000 bottiglie
Sistema di allevamento: Sylvoz
Zona di produzione: Colline moreniche delle Prealpi Trevigiane tra Conegliano e Valdobbiadene
Vigneti e tipologia del terreno: I vigneti si trovano ad un’altitudine variabile tra i 200 e i 250 metri s.l.m., esposizione sud-est, coltivati su terreni di medio impasto tendente all’argilloso, in tali vigneti la produzione è stata gradualmente ridotta negli ultimi tre anni per avere
un prodotto più importante.
Vendemmia: raccolta manuale fine agosto, inizio settembre
Vinificazione e affinamento: solo mosto di sgrondo gravitazionale, decantazione statica a freddo dello stesso (5-7°C) e avvio alla fermentazione alcolica a temperatura media di 16/17°C. Successiva sosta sui lieviti per 2 mesi circa con un unico travaso. Presa di spuma in autoclavi con una rifermentazione di circa 50 giorni a temperatura di 13°C. Ulteriore sosta sui lieviti di 2 mesi e mezzo con sollevamento periodico degli stessi. Successivo affinamento in bottiglia di 30 giorni
prima dell’immissione nel mercato. Acciaio.

Caratteristiche organolettiche ed abbinamenti consigliati: Colore paglierino scarico ravvivato dal perlage fine e persistente. Profumo delicato con elegante intensità floreale, note agrumate, accenni di mela acerba e leggeri sentori di panificazione. Sapore pieno e cremoso, al palato mostra un attacco deciso che si allunga in fresche note sapide e minerali. Retrogusto gradevole e persistente. Si esalta con frutti di mare, cruditée di pesce. Ottimo come aperitivo. Servire a 6-8°C.

Azienda Agricola Le Manzane
via Maset, 47/b – 31020 San Pietro di Feletto (TV)
Tel. +39 0438 486606 – info@lemanzane.it

www.lemanzane.it

L’azienda Le Manzane è caratterizzata da tre parole chiave: evoluzione, crescita e successo, imprescindibili dalla qualità dei suoi spumanti, come dimostrano i meravigliosi riconoscimenti ricevuti. Certamente il territorio dà il suo importante contributo. I vigneti dell’azienda si estendono tra Tarzo e Conegliano, precisamente a Manzana, una zona collinare ben esposta al sole, il cui terreno fertile è frutto della glaciazione würmiana.

L’ estensione di 72 ettari consente di ottenere una produzione qualitativamente curata, nel rispetto dell’ecosistema, e sotto il diretto controllo della Regione Veneto. Oltre al Glera, vitigno principe per la produzione delle fantastiche bollicine, nei vigneti troviamo anche viti autoctone come Verdiso, Manzoni bianco e Marzemino e viti internazionali quali Cabernet, Merlot e Chardonnay. La famiglia è punto di riferimento e fulcro del successo aziendale, oltre ad essere una fucina di buone idee. Ne è la dimostrazione la cantina che è stata scavata sotto la collina, dove si trovano i filari delle viti a girapoggio. Questo piccolo bijoux è perfettamente in linea con il contesto ambientale e all’interno offre una temperatura tutta naturale per la giusta conservazione dei vini.

Oggi, grazie ad una solida unione ed una forte cooperazione tra Ernesto e sua moglie Silvana, l’azienda agricola Le Manzane prosegue il suo viaggio verso un successo tutto spumeggiante.

 

____________

…Ca’ del Poggio, dove il prosecco incontra il mare…

 

C’è il Prosecco. E c’è il mare. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio a San Pietro di Feletto, nel Trevigiano, coniuga alla perfezione le due anime della famiglia Stocco. Quella marinara, che ha portato Fortunato e la moglie Maria Stella ad affrontare una qualificata esperienza di ristorazione a Bibione, prima di trasferirsi a San Pietro di Feletto. E quella collinare, interpretata dai figli Alberto e Marco, che, con l’aiuto dei genitori, hanno fatto propria la tradizione familiare, rivisitandola con un tocco di modernità ed eleganza. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio è aperto a San Pietro di Feletto, lungo la Strada del Prosecco Superiore Docg, dal 18 ottobre 1994, e da allora incontra il crescente favore di una clientela raffinata ed esigente.

Se il panorama sui colli del Prosecco che si ammira dalle sale del Ristorante Relais Ca’ del Poggio va dritto al cuore, il palato degli ospiti della famiglia Stocco è deliziato da una cucina marinara che, grazie alla creatività degli chef Marco Stocco e Vincenzo Vairo, si è ormai imposta all’attenzione dei più severi gourmet. Molto conosciuto nell’ambiente sportivo (in via dei Pascoli, unica salita certificata dalla Federazione Ciclistica Italiana, ribattezzata Muro di Ca’ del Poggio e gemellata con il Muro di Grammont, la leggendaria salita del Giro delle Fiandre, sono transitate le edizioni 2009, 2013 e 2014 del Giro d’Italia e il Campionato Italiano Professionisti del 2010), il Ristorante Relais Ca’ del Poggio dispone di 80 coperti inseriti in un ambiente elegante e al tempo stesso familiare, in cui Alberto Stocco e i suoi collaboratori fanno sentire gli ospiti come a casa loro.

Dal maggio 2013, l’offerta turistica di Ca’ del Poggio è arricchita dall’Hotel Villa del Poggio, una struttura dotata di ogni comfort (e con una meravigliosa terrazza panoramica) che si integra alla perfezione con l’ospitalità offerta dal ristorante, trasformando quest’angolo della Marca Trevigiana – a 60 km da Venezia – in una specie di paradiso per una clientela che ama immergersi nell’atmosfera rilassata ed elegante delle colline del Prosecco. Nelle vicinanze sono disponibili campi da golf e da equitazione, oltre a percorsi naturalistici da esplorare a piedi o con le mountain bike messe a disposizione dall’hotel, per una vacanza all’insegna del benessere e del relax.

www.cadelpoggio.it

RISTORANTE CA’ DEL POGGIO
T. +39 0438 486795/486111
F. +39 0438 787728
E. ristorante@cadelpoggio.it
HOTEL VILLA DEL POGGIO
T. +39 0438 787154
F. +39 0438 787967
E. hotel@cadelpoggio.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______