Il processo alla Vecia di Cendon di Silea

Puntuale come ogni anno arriva il giovedì di metà quaresima con il processo alla vecia!

ZIOBA DE META’CUARESIMA

Il processo alla Vecia di Cendon di Silea

Giovedì 7 marzo, alle ore 20.45, presso il lungo Sile di Cendon, verrà processata la
Siora Amalia de’ Lana, vedova Busi

Anche quest’anno il tribunale galleggiante di Cendon, capitanato dal giudice sommo Geremia Chardonnay, è chiamato ad emettere sentenza immediata sulle prove portate dall’avvocato dell’accusa Ijeto Borea e dal difensore Gustavo Bogoi: l’imputata sarà la Vecia di Metà Quaresima, al secolo Siora Amalia de’ Lana, vedova Busi.

I cancellieri Gofredo Descuerto e Caivo de Mente proietteranno le prove pro e contro vecia sui maxi schermi allestiti ai lati del palco, per permettere ai numerosi spettatori di assistere allo spettacolo.

Tra dimissioni papali, governi traballanti, meteo pazzerello, clown e giaguari, gli organizzatori assicurano le consuete dosi di satira irriverente, in pieno rispetto della par-condicio.

Le serata sarà coronata dalla partecipazione dei sub – che daranno via al rogo con una suggestiva fiaccolata – e di un servizio bar con bevande calde e dolci.

In caso di pioggia la manifestazione verrà spostata a sabato 9 marzo.

La tradizione….

La celebrazione del Rogo dea Vecia a Cendon si perde nella notte dei tempi: gli anziani ricordano che già i loro nonni “brusava a vecia de zioba” per esternare tutte le lamentele e le magagne legate all’anno trascorso, interrompere per un giorno l’austerità della Quaresima e liberarsi degli ultimi residui delle potature di fine inverno.

Negli ultimi 25 anni il processo di Cendon è diventato un vero spettacolo cabarettistico dialettale di alto livello, anche dal punto di vista tecnico e scenografico.

Il processo si svolge secondo un ipotetico Codice Penale Dialetto-veneto-giuridico, con giudice, avvocati della corte, cancellieri e giuria popolare: in un crescendo di comicità dialettale, insulti reciproci ed accuse sui malanni dell’anno da poco andato, vengono enunciate ad una ad una tutte le prove che condannano inesorabilmente la Vecia al pubblico rogo.

Lo spettacolo si tiene all’aperto, su un palco galleggiante ormeggiato alla coreografica sponda del Sile. Due maxi schermi proiettano le prove filmate a carico dell’imputata, coinvolgendo la folla con un linguaggio simpatico e attuale, per non far dimenticare questa importante tradizione popolare.

Una coreografica fiaccolata condotta da intrepidi sommozzatori dà il via allo spettacolo del rogo della vecia, che galleggia ignara al centro del fiume Sile.

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______