Processo aea Vecia a Pianzano – 30 marzo 2019

Brusàr la vecia” all’inizio dell’anno nuovo ha rappresentato fin dall’antichità un culto per dimenticare le miserie della stagione passata, la fame, le disgrazie, le malattie, le ingiustizie subite e insieme l’augurio di un futuro promettente per la campagna e per la vita.

Con la diffusione del cristianesimo la tradizione della festa della “vecia” si è confusa con quella della “Mezza Quaresima”, quando la Chiesa, per smorzare i rigori e l’austerità del periodo penitenziale, si è concessa, nella sua liturgia, una domenica di letizia.

Ed è stato forse proprio nel Medioevo che anche il popolo si è adeguato e ha pensato di risuscitare un po’ di Carnevale nel bel mezzo della Quaresima e l’antichissimo fantoccio pagano, perso il suo significato vegetativo, è diventato la vittima dello sfogo popolare anche per il digiuno e l’astinenza, per la primavera che ancora non arrivava, per il granaio e il fienile vuoto, per l’orto e il pollaio che non davano nulla, per il padrone che non si accontentava mai.

Questa tradizione è rimasta poi sempre viva nei secoli, soprattutto nelle campagne e in particolare nel Veneto e in provincia di Treviso.

Così, anche a Pianzano, dopo un tentativo lo scorso anno non riuscito a causa del maltempo, si è deciso di riprovare ed è stata fissata, per comodità, la data del sabato 30 marzo 2019.

Il processo “un fià farsa e un fià serio” che precederà il “ panevin ”, ripercorrerà, tra battute salaci, spassose e qualche volta sguaiate, nel classico dialetto locale, tutto quello di buono che, del suo passato, il paese ha perduto o dimenticato e che ora, nonostante rare eccezioni, fatica a ritrovare.

BRUSA LA VECIA
FARSA DA RIDER de Gino Zanette
(PROCESSO ALA VÉCIA SULE DISGRAZHIE DE PIANZHÀN)
COL PANEVIN
DE MEDHA QUARESEMA
SABO 30 MARZH 2019 x
A PIANZHAN
AL PRÀ DE SANTURBAN

19.30 Se trovén al prà de sant’Urba
19.35 Do cantàde par scominzhiàr
19.45 Al panevin dala preistoria a incò
20.00 Farsa da rider «Brùsa la vècia»
20.30 Se inpinzha ‘1 fogo!!!
20.45 Se vèrde la frasca par chi che vol becolàr

Ecco la Corte che ‘riva da Venezhia col treno dele 19,20
JACOMINA, CHE PRESENTA PAOLA CARLESSO
BORTOLO, AL CONTADIN ° LUCIANO BREDA
BUDOLIN, AL PRETÒOR DANILO NADAL
CALZHINA, L’ACCUSATOR SAVERIO TOFFOLON
PISSACURT, L’AVVOCATO DIFENSÒOR ALBERTO NADAL
MARCO, L’USSIÉR CARLO FRESCH

Se vién brut tènp se farà la farsa intela casa dei Alpini.


Per maggiori info:


Associazione Pro Loco Godega di Sant’Urbano

Sede: Via Roma 75 – 31010 Godega S. U. (TV)
Info: 043838363 – E-mail: proloco.godegafiere@libero.it

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______