‘Primavera in Castello’ 2019 al Castello di Roncade, 6 e 7 aprile


Al Castello di Roncade la primavera si festeggia con le eccellenze del made in Italy. Arriva questo weekend (6-7 aprile) la mostra mercato dell’artigianato di qualità, del gusto e del giardino, con più di 80 espositori in 1500 mq coperti.

Torna anche quest’anno l’appuntamento con “Primavera in Castello” (6 e 7 aprile 2019) che per la quindicesima edizione consecutiva si configura nella nostra regione come l’appuntamento più atteso dedicato all’artigianato made in Italy, al gusto e al giardino.

Inutile negarlo: il ripetersi alternante di “Primavera e Autunno in Castello” hanno reso l’appuntamento con l’artigianato made in Italy un’occasione da non perdere, non solo per i professionisti e appassionati del settore ma anche per coloro che, durante il weekend, non vedono l’ora di trascorrere del tempo passeggiando per le vie del giardino di una delle più belle ville venete del nostro territorio.

Torna anche per il 2019 l’appuntamento al Castello di Roncade, in una veste nuova, rivisitata e legata alle origini della dimora storica della famiglia Ciani Bassetti, che per l’evenienza apre le porte del suo parco (e non solo) per tutti coloro che, allo sbocciare della primavera, vogliono passare una giornata di relax, attorniati dalla nobile architettura della struttura, da preziosi oggetti di artigianato e prodotti enogastronomici di alta qualità.

Sabato 6 e domenica 7 aprile saranno infatti le “origini” dell’artigianato, del gusto e del giardino a essere protagoniste dell’edizione 2019 di “Primavera in Castello”: un made in Italy trasversale che permette di associare al mercato l’immancabile fascino della storia.

Ben cinque aree tematiche diverse, per assecondare tutti i gusti. Cultura, giardinaggio, artigianato, gusto e gioco: esclusivamente di qualità, unicamente made in Italy.

Per l’inaugurazione istituzionale della manifestazione (sabato 6 aprile, alle ore 18) saranno presenti anche l’Assessore alla programmazione, fondi UE, turismo, commercio estero della Regione del Veneto Federico Caner e l’Assessore alle Politiche sui beni culturali del Comune di Treviso Lavinia Colonna Preti. Quest’anno, infatti, la manifestazione promossa dalla famiglia Ciani Bassetti è sostenuta e patrocinata non solo dal Comune di Roncade e dalla Provincia di Treviso, ma anche dal Comune di Treviso, in un’ottica di interazione, sostegno e riconoscimento reciproco delle manifestazioni di valore tra comuni limitrofi.

Tra gli ospiti della programmazione anche Walter Basso, l’inviato di Striscia La Notizia noto per affiancare con la sua mise del tutto veneta Moreno Morello in servizi e segnalazioni di imbrogli, truffe, raggiri. Domenica 7 aprile, alle ore 11, Basso presenterà il suo libro “Le pì bele fiabe venete”, una raccolta di dieci storie da raccontare in italiano o dialetto che regalano un pizzico di saggezza del tempo passato.
Sabato, alle 17, Donatella Caprioglio, autrice del libro “Nel cuore delle case”, racconta come la casa sia la perfetta metafora del nostro mondo interiore.

Visite guidate, collaborazioni con scuole, attività per bambini e presentazioni culturali. Oltre alle visite guidate alla prestigiosa cantina del Castello di Roncade, dai cui centodieci ettari vitati di proprietà prendono vita vini bianchi profumati e vini rossi corposi che si sono distinti, vincendo importanti riconoscimenti nelle guide e nei concorsi enologici anche internazionali, la programmazione prevede attività itineranti per tutte le fasce d’età.

Mentre i curiosi visitatori adulti saranno impegnati in una visita guidata al Castello, al suo salone e alle zone principali, i bambini potranno cimentarsi in diverse attività ludico/creative a loro dedicate, grazie alla collaborazione con importanti realtà territoriali.

La chiesetta della dimora, invece, verrà presentata dai ragazzi del Liceo Da Vinci di Treviso: per l’occasione, infatti, saranno proprio loro le vere guide del posto, grazie a una ricerca approfondita  svolta nel programma scolastico e a del materiale video/immagini prodotto relativamente allo studio che racconta le origini e la storia del luogo religioso insito nel castello.

Ad arricchire la programmazione di “Primavera in Castello” vi saranno anche presentazioni di libri e incontri con l’autore, per consolidare la base culturale che sempre contraddistingue il noto mercato del Castello.

Più di ottanta espositori e collaborazioni territoriali degne di nota, con un attenzione al sociale. Espositori di tutti i tipi ma con un minimo comune denominatore: l’alta qualità delle offerte proposte. Nonostante le numerose richieste, il Castello di Roncade ci tiene a mantenere un prestigio nell’offerta che viene data da ogni espositore presente.

Sarà dunque possibile trovare oggettistica d’antiquariato e artigianato, fiori, piante, opere d’arte, libri e abbigliamento in un contesto di prestigio e bellezza.

Non mancherà l’attenzione al sociale: presente per l’occasione con i suoi prodotti anche l’Associazione Vimala, realtà che si occupa di bambini indiani legati al mondo della lebbra e dei tibetani rifugiati in India nei campi profughi.

“Ci è sempre piaciuto creare rete: crediamo che in questi casi sia un vero valore aggiunto non solamente per l’organizzazione ma anche per il risultato finale che garantiamo a ogni nostro visitatore. La loro soddisfazione, per noi, è la cosa più importante.”  afferma Claudio Ciani Bassetti.

Ulteriori informazioni ed iniziative su
www.castelloroncade.com

Primavera in Castello
sabato 6 aprile dalle ore 10 alle 20
(chiusura ingresso ore 19)

domenica 7 aprile dalle ore 10 alle 19
(chiusura ingresso ore 18)

 

Per maggiori info: Castello di Roncade
Via Roma, 141 – 31056 Roncade (TV)
Tel. 0422 708736 – 3351207740 – info@castellodironcade.com

_

Castello di Roncade


Un antico fossato e potenti mura medioevali smerlate, con tozze torri quadrate agli angoli e armoniose torri circolari ai lati del portale d’ingresso, racchiudono una villa veneta cinquecentesca di austera eleganza. Caratterizzata da una loggia ad archi sovrapposti, per la sua architettura viene considerata tra i primi esempi di villa veneta.

Il giardino si trova all’interno delle mura, in uno spazio pressoché quadrato con un viale lungo il perimetro, dove si aprono i locali dell’attuale azienda vitivinicola. A cadenzare il percorso dal portale d’ingresso sino alla villa lungo il viale centrale c’è un piccolo esercito di statue secentesche che rappresentano fanti dell’esercito della Serenissima. Lo spazio verde appare molto più grande di quanto non sia per la presenza di quattro alberi monumentali – due Magnolia grandiflora e due Cedrus libani disposti specularmente – che hanno assunto un portamento espanso grandioso. Hanno oltre un secolo anche gli esemplari di Lagerstroemia indica che ornano ai lati la scalinata prospicente la villa. Un giardino all’italiana fa da invito alla cappella privata che conserva il busto in terracotta dei primi proprietari, i nobili veneziani Gerolamo Giustinian e Agnesina Badoer. Alle spalle dell’edificio il giardino prosegue per un breve tratto ancora con grandi alberature di pregio, tra cui Taxodium e cipressi lungo il fossato. Poco oltre prende il sopravvento la campagna con i filari di vite che testimoniano l’attuale vocazione della proprietà.

Estinto a fine Ottocento il ramo della famiglia Giustinian che aveva abitato la villa per secoli, la proprietà in abbandono è stata acquistata nel 1930 dal barone Tito Ciani Bassetti che ha valorizzato i terreni con la coltivazione della vite. Oggi il nipote Vincenzo con il figlio Claudio dividono le cure tra la conservazione del bene e la produzione di vini di eccellenza e aprono all’ospitalità internazionale con il bed & breakfast allestito in una delle torri d’angolo.

Castello di Roncade

Via Roma, 141 – 31056 Roncade (TV)
Tel. 0422 708736 – info@castellodironcade.com
www.castellodironcade.com



_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______