Premio Comisso 2014 a Treviso – 26 e 27 settembre

Premio Comisso, 33° edizione
26 settembre incontro su Bruno Visentini
27 settembre la finale e la proclamazione dei due vincitori

L’Associazione Amici di Comisso, in occasione della finale del 33° Premio letterario Giovanni Comisso “Regione del Veneto – Città di Treviso” commemora il politico e intellettuale trevigiano, Bruno Visentini, nel centenario della nascita.
L’incontro, dal titolo 1914 – 2014 Bruno Visentini tra politica e cultura è in programma venerdì 26 settembre alle 16 al Museo civico di Santa Caterina a Treviso, e vedrà l’intervento di Claudio Magris, Sandro Gerbi e di Olga Visentini, figlia dello statista.
Bruno Visentini è stato primo Presidente dell’Associazione Amici di Comisso e nel 1979, insieme a Cino Boccazzi e Nico Naldini fondatore del Premio Letterario Comisso. “Bruno Visentini – dichiara Neva Agnoletti, Presidente dell’Associazione Amici di Comisso, che aprirà i lavori – è stato anche il riferimento per la nostra Associazione e per il Premio letterario Giovanni Comisso. Con la sua Presidenza, durata 16 anni, il Premio è cresciuto in prestigio e qualità, come pure l’attività culturale che da sempre lo accompagna per far conoscere l’opera letteraria di Giovanni Comisso. Il nostro impegno, con la Giuria Tecnica innanzitutto, è di dare continuità a questa tradizione. Anche i relatori del convegno hanno un legame con il Premio: Claudio Magris è stato componente della Giuria Tecnica, Olga Visentini ne è attuale componente mentre Sandro Gerbi ne è stato vincitore nel 2000 con l’opera Tempi di malafede. E’ quindi un onore per la nostra Associazione poter ricordare Bruno Visentini nella Treviso a cui era sempre stato legato e ringrazio l’Amministrazione Comunale per la collaborazione nell’organizzare l’incontro”.
Sabato 27 settembre, sempre a Treviso nel salone dei Trecento alle ore 16, si terrà l’incontro finale del Premio letterario Giovanni Comisso.
I finalisti della Sezione Narrativa sono: Tevere di Luciana Capretti (Marsilio); Ultimo viaggio di Odoardo Bevilacqua di Alberto Cristofori (Bompiani); La gemella H di Giorgio Falco (Einaudi).
I finalisti della Sezione Biografia sono: Garibaldi di Pierre Milza (Longanesi); Helen Hessel. La donna che amò Jules e Jim di Marie Françoise Peteuil (Baldini & Castoldi); Ernst Jünger. Una vita lunga un secolo di Heimo Schwilk (Effatà).
La Giuria Tecnica del Premio, che il 31 maggio in seduta pubblica ha selezionato i finalisti tra le 80 opere di 54 editori pervenute alle selezione (55 per la narrativa e 25 per la biografia), è presieduta da Anna Modena e composta da Rolando Damiani, Silvia De Laude, Danilo Mainardi, Giancarlo Marinelli, Pierluigi Panza, Sergio Perosa, Giorgio Pullini e Olga Visentini.
Unindustria Treviso organizzerà gli incontri degli autori finalisti nelle scuole di Treviso.
Il Premio è promosso dall’Associazione Amici di Giovanni Comisso presieduta da Neva Agnoletti.
La finale di sabato 27 settembre sarà aperta dal saluto della Presidente dell’Associazione Amici di Comisso, Neva Agnoletti. A seguire la lettura di alcuni brani di Giovanni Comisso – tratti da Giorni di guerra – da parte di Rolando Damiani.
Anna Modena, Presidente della Giuria Tecnica, svolgerà la relazione introduttiva a questa edizione del Premio. Dopo la votazione della Grande Giuria, gli autori finalisti illustreranno le loro opere prima della proclamazione dei vincitori nelle due sezioni.
Presenta l’incontro il giornalista Domenico Basso, Direttore di Antenna Tre Nordest.

Tra i sostenitori del Premio i partner Marcadoc:

Azienda Agricola Cecchetto Giorgio
Via Piave, 67 – 31028 Tezze di Piave (TV)
Tel. +39 0438 28598 – Fax +39 0438 489951
info@rabosopiave.comwww.rabosopiave.com

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______