‘Nella Terra di Cunizza’, giornate medievali ad Asolo – 12 e 13 luglio 2014

articolo collegato:
“Nella terra di Cunizza”, giornate medievali ad Asolo
11 e 12 luglio 2015

________

Dopo il sorprendente successo della prima edizione dello scorso anno, torna a luglio la manifestazione medievale “Nella terra di Cunizza”, in programma ad Asolo i prossimi 12 e 13 luglio.

L’evento, inserito nel cartellone Reteeventi, vedrà all’interno di Villa Razzolini-Loredan, un susseguirsi di eventi storico-rievocativi per tutta la ”due-giorni” che richiameranno ospiti e partecipanti provenienti da tutta Italia.

La manifestazione, nata ispirandosi al libro dello storico Manrico Fabris, è dedicata a Cunizza da Romano, sorella ribelle di Alberico e del più famoso Ezzelino III da Romano, soprannominato il Tirranno, detto anche il Condottiero. Citata anche da Dante nella Divina Commedia, tra gli spiriti amanti del III Cielo di Venere e tra i protagonisti del Canto IX del Paradiso, Cunizza viene ricordata per i suoi costumi libertini e per i suoi numerosi amanti.
Scene di vita del XIII secolo: il castello, i nobili, i frati, i giullari, i cantastorie, i ladroni, il mercato di un tempo, i soldati, i berrovieri, gli arcieri e balestrieri … il tutto rivissuto nella storia degli Ezzelini.


GLI EVENTI

Per tutta la durata della manifestazione i visitatori saranno accompagnati in un ideale viaggio dall’era moderna all’era medievale attraverso il corpo di guardia di quel tempo.

Ci sarà la possibilità di visitare gli accampamenti di un tempo, con la vita da campo dei soldati, degli arcieri e balestrieri, le scaramucce, i combattimenti, il cibo, il vestiario, la forgiatura delle armi in loco, i nobili, i popolani, i ladroni, il mercato medievale (con cianfrusaglie, cuoio, bambole di stoffa, lavorazione dell’oro, la carta antica di Fabriano, monili, giochi di un tempo), il mercato in notturna, la chiesetta storica dei Frati Scalzi, il borgo dei nobili Razzolini Loredan, con le loro musiche, saltimbanco, giullari, sputafuoco e le streghe malvagie.

Durante la manifestazione saranno proposte musiche a tema presso la chiesetta dei Frati Scalzi Madonna Adelaide che presenterà l’arpa storica in accompagnamento alle storie di un tempo per i bambini.

> Sabato 12 luglio

La manifestazione prenderà il via sabato 12 luglio dalle ore 16.00 con il taglio del nastro ed il saluto delle autorità. Seguirà lo spettacolo degli Sbandieratori d’Ezzelino di Romano d’Ezzelino.

Dalle 16.30 saranno attive le scuole di falconeria, degli arcieri e scherma medievale negli accampamenti mentre dalle 19.00 è prevista la sfilata dei figuranti dalla villa antistante fino al parco della Villa Razzolini-Loredan.

Per la serata, nella splendida cornice della barchessa della villa Razzilini Loredan, è organizzato il banchetto in onore di Cunizza da Romano e di tutta la sua corte, Sordello da Goito e la sua scorta armigera e, durante la cena, il rito del fuococon la consegna del fuoco da parte del Comandante del Copro di Gardia gli accampamenti del parco.

La cena sarà animata dalle dame, cavalieri, nobildonne, popolani, ladroni, frati, streghe, musici e cantastorie. Prenotazione per la cena obbligatoria entro venerdì 11 luglio contattando gli organizzatori.

Quando sarà completamente buio, intorno alle 22.00 in onore di Cunizza da Romano il borgo medievale sarà illuminato a giorno con le fiaccole, i paglioni infuocati, i bramaceri accesi e le candele.

> Domenica 13 luglio 

La manifestazione sarà visitabile a partire dalle ore 9.00.

Alle 11.00 lo storico Gabriele Farronato, relazionerà al convegno “Asolo, un vescovo marchese, gli Ezzelini e Cunizza. Il Trecento asolano” durante il quale saranno ripresi anche i ricordi di famiglia di Manrico Fabris e di Achille Dalmaso.

Alle 12.00 andrà in scena la rievocazione storica con l’arrivo di Ezzelino e Alberico alla corte della sorella Cunizza, con la Corte feudale di Federico II di Svevia.

Nel pomeriggio sono previsti i combattimenti tra la fanteria e gli arcieri del XII e XIII secolo e, dalle 18.00, la Falconeria nell’Esercito di Ezzelino.

A partire dalle 19.30 si terrà la grande sfilata da parte di tutte le comparse presenti, dal parco della villa antistante, fino alla Villa Maestra, con la chiusura delle due giornate storiche dedicate a Cunizza da Romano prigioniera del suo tempo, il saluto finale delle autorità ed i ringraziamenti alle Compagnie d’Armi presenti, ai mercatari, agli arcieri, ai figuranti e a tutti coloro che hanno collaborato all’evento.

La serata continuerà nella Taberna di Cunizza fino a notte fonda, con musica medioevale, cantastorie e giullari.

Nelle due giornate sarà presente il gruppo Clugia Ensemble Medieval Music; inoltre per grandi e piccini la possibilità di sperimentare passeggiate a cavallo nel “Medioevo”.

Riferimenti

Direzione artistica e regia: Raffaele Pellizzari
Responsabile storico dell’evento: Idamanuela Fanton

______

Cunizza da Romano

Cunizza da Romano, sorella di Alberico e del più famoso Ezzelino III da Romano, soprannominato il Tirranno, detto anche il Condottiero. Citata anche da Dante nella Divina Commedia, tra gli spiriti amanti del III Cielo di Venere e tra i protagonisti del Canto IX del Paradiso, Cunizza viene ricordata per i suoi costumi libertini e per i suoi numerosi amanti.
Nata nel 1198, sposa nel 1222 Riccardo di San Bonifacio, signore di Verona, salvo poi doversene separare per l’inasprirsi dei rapporti tra le due famiglie. La famiglia di Cunizza, gli Ezzelini, incarica quindi Sordello da Goito di prendere la donna e riportarla a casa. L’evento sortisce l’effetto di far nascere l’amore tra i due, il trovatore e Cunizza. Quando l’amore tra i due si esaurisce, Cunizza continua con una serie di amori uno dopo l’altro tra i quali quello con Enrico da Bovio, giudice trevigiano con cui fugge e che viene poi ucciso. Con il termine della potenza degli Ezzelini, Cunizza lascia la Marca Trevigiana e secondo alcuni documenti sarebbe stata a Firenze tra 1265 e 1279, intenta ad opere pietose. Non è escluso che Dante l’abbia conosciuta in tale occasione, per quanto non ci siano conferme dirette. Morì nel 1279.

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______