Museo Antonio Canova a Possagno – 21 settembre, La bellezza salverà il mondo? TEDxTrevisoSalon alla Gypsotheca

Non perdetevi i prossimi eventi

alla Gypsotheca e Museo Antonio Canova.

CALENDARIO EVENTI MUSEO CANOVA

Per maggiori informazioni:

Fondazione Canova ONLUS – Gypsotheca e Museo Antonio Canova
via A. Canova, 74 31054 Possagno TV – T: 0423 544 323 – @: posta@museocanova.it

____________

SETTEMBRE AL MUSEO

TedXTrevisoSalon / Giornate Europee del Patrimonio / Sabato sera alla Gypsotheca / Visite guidate per famiglie

 

Vi proponiamo un rientro dalle vacanze frizzante con tanti eventi in programma che vi permetteranno di fruire il Museo sempre in modo nuovo, con gli amici o con tutta la famiglia!

– TEDxTrevisoSalon –
La bellezza salverà il mondo?
21 settembre ore 18:00
Il secondo Salon 2019 organizzato da TEDxTreviso 
Sei speaker che tra opere come Le Grazie, Ercole e Lica o il Monumento Funebre a Maria Cristina d’Austria proveranno a rispondere ad una domanda quanto mai attuale: “La Bellezza Salverà il Mondo?”. Cos’è la bellezza e che ruolo positivo può avere oggi nei processi di cambiamento della società?
Programma:
17:30 Check-in
18:00 Prima Sessione con tre speaker
19:00 Seconda Sessione con altri tre speaker
20:00 AperitivoAcquista i biglietti su Eventbrite.it 

LA BELLEZZA SALVERÀ IL MONDO? 

Alla Gypsotheca e Museo Antonio Canova, sabato 21 settembre 

Pubblico di centoquaranta partecipanti e biglietti già sold out per un evento esclusivo nel tempio dell’arte di Antonio Canova.

Mariangela Galatea Vaglio, Simone Savogin, Silvia Bisconti, Luca Rosini e il Coro alpino Valcavasia sono gli speaker che all’interno dell’ ala ottocentesca della Gypsotheca fra opere quali Le Grazie, Ercole e Lica e Paolina Borghese, proveranno a rispondere ad una domanda quanto mai attuale: “La bellezza salverà il mondo?”. E ancora, cos’è la bellezza e che ruolo positivo può avere oggi nei processi di cambiamento della società?

“Siamo orgogliosi di poter portare un format come TEDxSalon, diffuso in tutto il mondo, in un gioiello del territorio qual è la Gypsotheca, simbolo della nostra cultura e della nostra storia”, afferma Nicolò Rocco, presidente e licenziatario del marchio TEDxTreviso.

La formula è quella ormai nota ai frequentatori dei TEDx, con speech costruiti su un tempo fissato in quindici minuti a rendere ritmata e frizzante l’iniziativa, che arriva dopo il successo ottenuto all’esordio il 18 maggio scorso nell’auditorium della Provincia di Treviso nell’ambito di Fiera4passi quando il tema affrontato fu “Metti in circolo il futuro: economie circolari, circoli e comunità”.

Considerato il contesto e per esigenze di sicurezza, i partecipanti all’arrivo verranno suddivisi in due gruppi. Un gruppo ascolterà la prima parte di interventi all’interno del Museo mentre il secondo li seguirà in diretta video su uno schermo allestito nello splendido giardino del Museo. I due gruppi ruoteranno per la seconda parte degli speech, per poi concludere tutti insieme l’esperienza all’interno della sala museale con un finale evocativo. Il Salon sarà chiuso con un aperitivo organizzato in giardino.


Per maggiori informazioni:

Fondazione Canova ONLUS – Gypsotheca e Museo Antonio Canova
via A. Canova, 74 31054 Possagno TV – T: 0423 544 323 – @: posta@museocanova.it

____________

– La casa natale di Antonio Canova  – Visita guidata per le Giornate Europee del Patrimonio
21 e 22 settembre ore 16:00

Il 21 e 22 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, organizzate dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, la Gypsotheca e Museo Antonio Canova parteciperà all’ iniziativa  “Case Museo: voci, oggetti e spazi”  per raccontare, attraverso una visita guidata straordinaria con una guida esperta del Museo, la casa natale di Antonio Canova, i suoi oggetti personali e la sua incredibile storia partendo proprio dal suo paese natale: Possagno.

Costo della visita: 5 € in aggiunta al costo del biglietto d’ingresso
Numero massimo di partecipanti: 25 per turno, è consigliata la prenotazione
info e prenotazioniposta@museocanova.it


Per maggiori informazioni:

Fondazione Canova ONLUS – Gypsotheca e Museo Antonio Canova
via A. Canova, 74 31054 Possagno TV – T: 0423 544 323 – @: posta@museocanova.it

____________

Alla morte del fratellastro Antonio Canova, Monsignore Giovanni Battista Sartori volle chiuderne lo Studio romano, dove erano stati realizzati numerosi capolavori, e traslocare a Possagno tutti i modelli in gesso, i marmi invenduti, i dipinti, i bozzetti e quant’altro si trovava nei magazzini.
Per ospitare tutte queste collezioni, Sartori decise di edificare una Galleria, presso la Casa Natale dell’artista, per permettere a tutti i visitatori, gli studiosi e gli appassionati di arte di ammirare tutte assieme i capolavori di Antonio Canova.

Il Museo Canoviano di Possagno presenta una articolata serie di edifici espositivi,
di epoche diverse, e numerose collezioni delle opere di Antonio Canova.

 


Antonio Canova

Antonio Canova fu uno scultore (Possagno 1757 – Venezia 1822) tra i più rappresentativi artisti del neoclassicismo europeo. Lavorò dapprima nel Veneto e le sue opere giovanili vennero influenzate dal Rococò e dal Barocco veneziano. Compì i primi studi tra Asolo e Venezia dove scolpì l’Orfeo ed Euridice (1773), il Dedalo e Icaro (1779) e l’Apollo (1779). Ebbe il favore dei papi e di Napoleone ed esercitò un grande ascendente sulla scultura del tempo. Nel 1781 si trasferì a Roma, ove, pur conservando una sua personalità e dimostrando qualità artistiche contrastanti con la fredda rigidezza dell’Accademismo, trasse ispirazione dai capolavori classici e dal Neoclassicismo romano.
La sua personalità dominò la prima metà dell’Ottocento. Nel 1783 realizzò il monumento a Clemente XIV (Roma, Santi Apostoli), prima opera di impronta neoclassica, nella quale ridusse il movimentato insieme berniniano in uno schema geometrico che applicò anche nel monumento a Clemente XIII (Roma, S. Pietro), concluso nel 1792. In contemporanea scolpì l’Amore e Psiche (Parigi, Louvre), che testimonia un sempre crescente interesse dell’artista per l’antico, manifestato anche nelle opere successive (Monumento Emo, 1792, Venezia, Museo Navale; Adone e Venere, 1795, Ginevra, Villa Fabre ad Eaux-Vives; Ebe, 1796, Berlino). Nel 1802 si recò a Parigi per scolpire il Ritratto di Napoleone e nel 1805 iniziò il Paolina Borghese raffigurata come Venere vincitrice (1808, Roma, Galleria Borghese). Nel 1813 ultimò la Venere italica (Firenze, Palazzo Pitti) ed il gesso delle Tre Grazie (il marmo è di tre anni dopo; S. Pietroburgo, Ermitage), dove l’arte canoviana raggiunge il massimo di astrazione formale e di voluta freddezza.

Fondazione Canova ONLUS – Gypsotheca e Museo Antonio Canova
via A. Canova, 74 31054 Possagno TV – T: 0423 544 323 – @: posta@museocanova.it

ORARI DI APERTURA – aperto dalle 9.30 alle 18 con orario continuato tutti i giorni escluso il lunedì
La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura

 –


_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______