L’Eco del PaperCigno 13_2014 – Azienda Agricola Le Manzane – 2014: un’annata difficile

Questo è proprio un anno viticolo da ricordare, non per le meraviglie ma per le difficoltà, le tensioni e la suspense per il meteo che ci ha fatto palpitare un giorno sì e l’altro anche.

Eh sì, è stata davvero un’annata difficile, dall’inizio alla fine. Le uve precoci, tipo Chardonnay e i vari Pinot, hanno sofferto molto di questa stagione mentre il Prosecco ha beneficiato un po’ dell’ultima settimana di sole e chi non ha avuto paura e ha aspettato a cogliere l’uva, ha fatto la mossa giusta.

I vini si presenteranno con una carica acida importante, molto acido malico e grado alcolico basso, per dirla in gergo enologico. Un po’ leggeri o magri, per dirla in gergo PaperCignese.

Noi a Le Manzane per ora abbiamo deciso di lasciare il Prosecco – udite udite – “sporco” sulle fecce in maniera da “ingrassarlo” un po’, tenendo temperature molto basse per evitare assolutamente una fermentazione malolattica, che potrebbe avvenire visto l’importante quantitativo di acido malico presente, ma che sarebbe devastante per il risultato finale.

In un secondo tempo penseremo a rifermentazioni più lunghe in autoclave, sempre per tentare di rendere il vino più ricco, ampio e strutturato.

Abbiamo lavorato bene in vigna, grazie all’esperienza di Osvaldo e alla presenza costante di Ernesto e Marco, e ora dobbiamo impegnarci in cantina. Sono sicuro che saremo capaci di soddisfare i palati più esigenti.

La parte bella di quest’annata, e anche la più allegra e divertente, è senza dubbio la giornata di domenica 7 settembre, quando siamo andati a cogliere l’uva insieme ai clown-dottori della Fondazione Dottor sorriso Onlus. Questo comunque è un capitolo di cui scriverò a parte perché di cose da raccontare ce ne sono e ce ne saranno ancora.

Quando, in autunno, raccoglierete l’uva dalle vigne per il torchio, dite in cuor vostro: “Anch’io sono una vigna, e i miei frutti saranno raccolti per il torchio, e come vino nuovo sarò tenuto in botti eterne”. Kahlil Gibran

__________

archivio L’Eco del PaperCigno dell’Azienda Agricola Le Manzane

Per iscriversi a L’Eco del PaperCigno e’ necessario compilare il modulo alla pagina:
www.lemanzane.com/it/le-news.html


Per maggiori informazioni:
Azienda Agricola Le Manzane

via Maset, 47/b – 31020 San Pietro di Feletto (TV)
Tel. +39.0438.486606
info@lemanzane.it
www.lemanzane.it

L’azienda Le Manzane è caratterizzata da tre parole chiave: evoluzione, crescita e successo, imprescindibili dalla qualità dei suoi spumanti, come dimostrano i meravigliosi riconoscimenti ricevuti. Certamente il territorio da il suo importante contributo. I vigneti dell’azienda si estendono tra Tarzo e Conegliano, precisamente a Manzana, una zona collinare ben esposta al sole, il cui terreno fertile è frutto della glaciazione würmiana.
Le Manzane vinifica esclusivamente da vigneti di proprietà. L’ estensione di 40 ettari consente di ottenere una produzione qualitativamente curata, nel rispetto dell’ecosistema, e sotto il diretto controllo della Regione Veneto. Oltre al Glera, vitigno principe per la produzione delle fantastiche bollicine, nei vigneti troviamo anche viti autoctone come Verdiso, Manzoni bianco e Marzemino e viti internazionali quali Cabernet, Merlot e Chardonnay. La famiglia è punto di riferimento e fulcro del successo aziendale, oltre ad essere una fucina di buone idee. Ne è la dimostrazione la cantina che è stata scavata sotto la collina, dove si trovano i filari delle viti a girapoggio. Questo piccolo bijoux è perfettamente in linea con il contesto ambientale e all’interno offre una temperatura tutta naturale per la giusta conservazione dei vini.

Oggi, grazie ad una solida unione ed una forte cooperazione tra Ernesto e sua moglie Silvana, l’azienda agricola Le Manzane prosegue il suo viaggio verso un successo tutto spumeggiante.
Azienda Agricola Le Manzane
via Maset, 47/b – 31020 San Pietro di Feletto (TV)
Tel. +39.0438.486606
info@lemanzane.itwww.lemanzane.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______