Le Grazie di Antonio Canova in mostra alla Gipsoteca di Possagno

Mostra “Le Grazie di Antonio Canova”
Gipsoteca di Possagno

Apertura prorogata fino al 22 giugno 2014

Le Tre Grazie di Canova risorgono dalla Grande Guerra

orario di visita:
dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18

Tornano al loro antico splendore le Tre Grazie di Canova nella Gipsoteca di Possagno, il paese natale di Antonio Canova, attira ogni anno migliaia di turisti grazie alla Gipsoteca, dove si conservano numerose opere tra statue, bozzetti, disegni e dipinti del celebre scultore. Dal 7 dicembre fino al 4 maggio 2014, si apre una mostra dedicata al famoso gruppo scultoreo le Tre Grazie, in cui i due studi in gesso dell’artista verranno restituiti al pubblico dopo un delicato restauro.
Canova interpretò le Tre Grazie in due modelli di marmo simili. Il primo è conservato all’Ermitage di San Pietroburgo, mentre il secondo viene esposto a rotazione a Londra ed Edimburgo. I due studi in gesso vennero invece conservati nel museo di Possagno dove, durante i bombardamenti della Grande Guerra furono pesantemente danneggiati.
La morbidezza e perfezione delle forme, tipica delle opere del Canova, si ammirerà nei due gessi esposti insieme a tempere, incisioni e disegni preparatori sempre concernenti le tre Grazie.
Oltre l’opera restaurata, mostra nella mostra, è l’esposizione delle crude immagini della Gipstoteca e dei Gessi di Canova all’indomani dei bombardamenti austro-ungarici nella Prima Guerra Mondiale: immagini concesse da due archivi pubblici, drammatiche nella volontà di costituire una precisa documentazione di un orrore.

L’esposizione delle Grazie è l’occasione perfetta per ammirare uno dei massimi capolavori dello scultore trevigiano, all’interno del museo che ospita alcune delle statue divenute tra gli esempi più fulgidi del Neoclassicismo di Canova.

Museo Canova – Via Canova 74 31054 Possagno

Il Centro Guide e Servizi Turistici di Treviso organizza delle Visite Guidate Gratuite
il primo venerdi del mese alle ore 15,00 (con prenotazione obbligatoria con 15 gg di anticipo)
> clicca QUI per leggere la news

Per info:

CENTRO GUIDE E SERVIZI TURISTICI
Vicolo del Cristo, 4 31100 TREVISO
Tel/Fax 0422 56470 – cell 348 1200427
info@guideveneto.it www.guideveneto.it
skype info@guideveneto.it

Le Tre Grazie

Le Tre Grazie, con la Venere di Milo e il busto di Nefertiti, è il gruppo scultoreo forse più famoso al mondo. E poco importa se non tutti sanno che è opera di Antonio Canova e che le tre giovani bellezze da lui immortalate sono figlie di Zeus e rispondono al nome di Aglaia, Eufrosine e Talia, sodali di Venere, e che simboleggiano, rispettivamente, lo splendore, la gioia e la prosperità.

Canova le ha interpretate in due esemplari, molto simili. Il primo, ora all’Ermitage di San Pietroburgo, glielo commissionò Josephine de Beauharnais, all’epoca moglie di Napoleone; il secondo al Duca di Bedford che, visto il gesso che lo scultore teneva nel suo atelier romano, lo supplicò di creargli un ulteriore esemplare in marmo. Canova riprese il modello, apportando piccoli cambiamenti e, quasi per allontanare il momento di distacco dall’opera, l’accompagnò personalmente sino alla nuova dimora inglese. Oggi quel magnifico marmo è equamente suddiviso, sette anni ciascuno, dalla National Gallery of Scotland di Edimburgo e dal Victoria & Albert Museum di Londra.

Dall’inizio di quelle vicende sono passati esattamente due secoli: il modello originale in gesso delle Grazie è infatti datato 1813. In questi due secoli la fama delle tre bellezze canoviane è diventata universale. La sinuosità delle forme femminili, la delicatezza e la morbidezza nonché la ricercata levigatezza del marmo determinano un gioco di luci ed ombre che affascinano chiunque le ammiri.

I gessi, con altre opere conservate nella Gipsoteca vennero investiti dalla nuvola di calcinacci causata dai cannoneggiamenti austroungarici durante la Prima Grande Guerra, quando Possagno, ai piedi del Grappa, era zona di battaglia. Particolarmente gravi i danni subiti dal gruppo “inglese” che vide le Grazie ritrovarsi con volti e busti drammaticamente lesionati. All’indomani del conflitto, Stefano e Siro Serafin, custodi e abilissimi restauratori, sanarono molti dei danni. Non agirono invece sulle Grazie di Bedfod che, deturpate trovarono sede nella sala del consiglio comunale di Possagno, a stridente ricordo di un guerra terribile per il paese. Il secondo gruppo di Grazie, restaurato è esposto nell’Ala Scarpina della Gipsoteca.
A cent’anni dallo scoppio della Grande Guerra, mentre l’Europa si appresta a ricordare quel centenario, anche le Grazie “inglesi” risorgono, ritrovando tutte le loro parti. Quello che i Serafin non si sentirono di fare lo consente ora la tecnologia.
Grazie alla collaborazione delle National Galleries of Scotland, di Edinburgo, proprietari del prezioso marmo, è stato possibile fotografare e scansionare l’opera e grazie all’elettronica si è riusciti a ricomporre le parti mancanti al gesso di Possagno.

articolo collegato: Gipsoteca Museo Canoviano

Le Tre Grazie di Canova – Hotel San Giacomo Sport & Relax****

In 5mila per le Tre Grazie di Canova – Gipsoteca di Possagno
Ad un mese dall’apertura, a Possagno si brinda al boom di visitatori della mostra sulle Grazie di Canova, con oltre 5mila visitatori. Ancora una volta la magia di Canova ha conquistato il pubblico, con un intero percorso espositivo avente come fulcro il famosissimo gruppo scultoreo delle Tre Grazie.

Prenota il tuo soggiorno all’Hotel San Giacomo Sport & Relax****, a soli 5 km dalla mostra!

1 notte in camera Classic matrimoniale per 2 persone,
colazione inclusa + 2 biglietti di ingresso alla Mostra “Le Grazie di Antonio Canova”

A SOLI 95,00 € A COPPIA!
Per info e prenotazioni: info@hotelsangiacomo.com tel. 0423/930366
non esitate a contattare l’hotel per qualsiasi richiesta

Farvi sentire come a casa Vostra è la passione dell’Hotel San Giacomo!

Hotel San Giacomo
Piazza Martiri 13 13/A
31017 Paderno del Grappa TV
tel. +39-(0)423-930366
www.hotelsangiacomo.com
info@hotelsangiacomo.com

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______