Le Gemme del Montello 2015 – Mostra del vino Montello e Colli Asolani – dal 18 aprile al 3 maggio

Comitato Santa Croce del Montello
presenta
Le Gemme del Montello
8a edizione

Mostra del vino Montello e Colli Asolani
  dal 18 aprile al 3 maggio 2015

Santa Croce del Montello – Nervesa della Battaglia (Tv)

Ritorna anche quest’anno, dal 18 aprile al 3 maggio 2015, l’atteso appuntamento enologico della mostra del vino Le Gemme del Montello, interamente dedicata ai gioielli enologici del Montello e Colli Asolani.
Giunta ormai alla sua ottava edizione, la mostra Le Gemme del Montello si propone come uno dei più importanti momenti di valorizzazione territoriale e vitivinicola del comprensorio, in grado di promuoverne i vini, le cantine e i produttori ma anche, al contempo, i prodotti agroalimentari tradizionali e le innumerevoli risorse paesaggistiche, culturali e storiche.

I produttori saranno presenti come ogni anno proponendo i principali vini del territorio: Asolo Prosecco Docg e Montello Docg, oltre a quelli tutelati dalla Doc Montello-Colli Asolani. Numerose e interessanti quindi, durante le giornate della mostra, le possibilità di degustare i vini prodotti nelle declinazioni Rosso del Montello, Chardonnay, Manzoni Bianco, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Venegazzù, Merlot, Carmenère,Cabernet, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc.

Oltra all’esposizione e degustazione dei vini delle aziende partecipanti ci sara’ la possibilita’ di degustare prodotti locali nel ricco stand gastronomico.

La mostra e’ organizzata dal Comitato di Santa Croce del Montello in collaborazione con il Consorzio Vini Montello e Colli Asolani, la Strada del Vino del Montello e dei Colli Asolani, Unpli Veneto, Unpli Treviso e il Comitato Pro Loco Piave Montello ed è patrocinata dalla Provincia di Treviso e dalla Regione Veneto.

PROGRAMMA

SABATO 18 APRILE  inaugurazione mostra ore 19.00

SABATO 18 APRILE e SABATO 2 MAGGIO
apertura mostra ore 19.00 SERATA A TEMA: COSTATE E VINO ROSSO 25 € Solo su prenotazione mail: comitatos.croce@gmail.com tel. 348.9530448 dalle ore 19:00

DOMENICA 19 APRILE 
apertura ore 17.00 – Griglia disponibile per cena

VENERDI’ 24 APRILE
  apertura mostra ore 20.00

SABATO 25 APRILE
  apertura ore 10.00 – Griglia disponibile per pranzo e cena

DOMENICA 26 APRILE
apertura ore 17.00 – Griglia disponibile per cena

MERCOLEDI’ 29 APRILE
ore 20.00 SERATA DI DEGUSTAZIONE “BRIGATA SASSARI, DOPO 100 ANNI RITORNA SUL MONTELLO CON I SAPORI DI SARDEGNA”
Relatori:
Dott. Roberto Dessanti presidente A.I.S. regione Sardegna – enol. Eddy Furlan.

VENERDI’ 1 MAGGIO
apertura ore 10.00 – Griglia disponibile per pranzo e cena

SABATO 2 MAGGIO serata costata

DOMENICA 3 MAGGIO
apertura ore 17.00 – Griglia disponibile per cena

 

clicca sulla mappa per ingrandirla

CENNI STORICI

L’attuale Santa Croce del Montello costituiva sino alla fine del secolo scorso solo un punto di sosta per le rogazioni annuali; il sacerdote benediva le campagne e il bosco, gli abitanti, gli animali e le poche case sparse qua e là. Dove ora si trova la chiesa parrocchiale c’era infatti inizialmente una croce di legno e da qui il sacerdote benediva la campagna ed il bosco. Nel 1899 la grande  croce di legno venne sostituita da una colonna in marmo con un ricco capitello e una croce di ferro battuto, sul cui piedistallo venne scolpita la data che segnò la nascita del nuovo paese: 14 settembre 1899. Ora la colonna crociata è inserita nel monumento ai Caduti a fianco della Chiesa. La prima piccola Chiesa venne costruita nel 1910 e il sacerdote veniva da Nervesa tutte le domeniche e altre solennità a celebrare la S. Messa. La Chiesa fu interamente distrutta nel corso della prima guerra mondiale, che vide S. Croce teatro della Battaglia del Solstizio. Di questo sanguinoso evento si ricorda il sodalizio Nazionale Ragazzi del 99 che nominò S. Croce del Montello “Terra Sorella” e “Città dei Ragazzi del 99”. Passata la terribile calamità della guerra, la Chiesa, come quasi tutto il Paese, venne ricostruita; fu ultimata infatti nel 1925 e consacrata nel 1928 dal monsignor Beato G. Longhin e ampliata con annessa torre campanaria (interamente dai residenti) negli anni successivi. S. Croce divenne parrocchia autonoma nel 1937. Il 4 novembre 1962, quale segno di gloria per i caduti e di pace al mondo, venne eretta sulla torre campanaria una croce denominata “Pax Mundi”. Di seguito sono stati aggiunti l’orologio e un carillon: alle ore 10.00 (11.00 di Domenica)-12.00 e 15.00 è possibile udire le campane suonare l’inno del Piave. Il suono del carillon accompagna tutto l’anno con brani riferiti ai diversi momenti religiosi. Nella località è possibile visitare il monumento al “Ragazzo del ‘99” costruito, in posizione panoramica (vicino al cimitero) con elementi in roccia provenienti da diversi comuni italiani  dove si è combattuta la Guerra Mondiale. A ricordo del conflitto anche il monumento “E.A. Mario” e “Ara Pacis” a contorno della piazza. È inoltre possibile visitare un piccolo museo di storia locale, situato presso la canonica e inoltre dei fortini, trincee e postazioni della 1° Guerra Mondiale, recentemente ripuliti e restaurati, lungo la linea del fronte sul Piave.

Fonte notizia : Comitato di Santa Croce del Montello

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______