Lago di Santa Croce, un tesoro di lago

Un lago dalle acque cristalline, circondato da boschi e protetto da imponenti cime che lasciano intravedere in lontananza i massicci dolomitici: questo è il lago di Santa Croce.
Lo specchio d’acqua bellunese e’ inserito tra le località più virtuose della guida Blu stilata da legambiente. “Quattro vele” è il riconoscimento di tutto rispetto (il punteggio massimo prevede cinque vele) ottenuto dal Lago di Santa Croce, in base a criteri che premiano uno sviluppo turistico sostenibile e in armonia con l’ambiente circostante. Le voci analizzate per ogni località comprendono: qualità delle acque di balneazione, raccolta differenziata dei rifiuti, gestione delle risorse idriche, istituzione di aree pedonalizzate e tutela del centro storico.
Ottenendo le quattro vele, il Lago di Santa Croce e il paese che sorge sulle sue rive, Farra d’Alpago, si pongono come mete turistiche in cui è possibile godere di una natura rigogliosa e pressoché inviolata, arricchite di servizi di prima qualità.

articolo collegato: Giro del Lago di Santa Croce – 16 agosto 2015

Sport a 360°Le acque del lago sono l’ideale per la pratica di numerosi sport acquatici, come ad esempio la vela, il windsurf e il kitesurf.
Gli amanti della tranquillità, poi possono cimentarsi con la pesca sportiva oppure passeggiare lungo i numerosi sentieri segnalati. La novità proposta da Farra d’Alpago è il percorso di nordic walking ad anello che parte e arriva proprio nei pressi delle rive del lago, inoltrandosi verso l’interno e toccando punti d’interesse non solo naturalistico, ma anche storico e culturale come il Santuario della Madonna del Runal e i Ponti Romani (info www.venetotopwalk.it). Spazio anche alle discipline tradizionali come tennis, mountain bike ed equitazione e agli sport estremi come parapendio e deltaplano. Gli appassionati non possono perdere l’occasione di giocare a golf in un ambiente unico presso il Golf Club Cansiglio (18 buche).

Ospiti al primo posto
Il turista, a Farra d’Alpago, è un ospite da coccolare. Sono numerosi, infatti, i servizi e le iniziative dedicati a chi sceglie il Lago di Santa Croce come meta della propria vacanza. Dai primi di giugno e fino a settembre è attivo a Farra d’Alpago, sulla strada che porta al lago, l’ufficio d’informazioni e accoglienza turistica a disposizione degli ospiti per qualsiasi informazione riguardante le strutture, gli eventi e il territorio in generale (Ufficio IAT Farra d’Alpago tel. 0437 46448). Sempre con l’obiettivo di fornire al turista il miglior servizio possibile, si è recentemente formata l’Associazione di Promozione Turistica dell’Alpago che raggruppa i cinque comuni della Conca: Farra d’Alpago, Chies d’Alpago, Pieve d’Alpago, Puos d’Alpago e Tambre. L’associazione si propone lo sviluppo e la promozione turistica delle realtà e delle potenzialità del territorio Alpago sotto il punto di vista naturalistico, culturale, sportivo, storico, sociale e gastronomico (Associazione di Promozione Turistica dell’Alpago, presso ufficio IAT di Tambre, tel. 0437 49277). Si viene così a creare un’immagine unitaria e coordinata del territorio Alpago, un territorio affascinante e da scoprire in tutte le sue numerose sfaccettature.



in collaborazion con la Rivista Filo’

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______