Una 62a MIG chiude con un gran finale sopra ogni aspettativa

52a Coppa d’Oro, vince il gusto malaga di Barbara Bettera di Rivolta d’Adda

È di Barbara Bettera, della gelateria “Il gelato di Barbara” di Rivolta d’Adda (Cremona) la Coppa d’Oro 2022, storico concorso della Mostra del Gelato artigianale giunta alla 52. edizione. Nel gusto malaga – scelto quest’anno come banco di prova per i migliori gelatieri – Bettera ha vinto la sua seconda Coppa d’Oro dopo il successo del 2019, superando Sergio Del Favero (“Pausa gelato” di Arcade, Treviso) e Thomas Infanti (“Antiche tentazioni” di Padova). Premio “Creatività” per la vaschetta di gelato malaga più bella, invece a Francesco Balestra (“La Delizia” di Ottaviano – NA).

Come da tradizione, la premiazione chiude la Mig. E quest’anno è stata preceduta dal Premio Mastri Gelatieri, che solitamente apriva la Mostra. Un riconoscimento andato alla storia della famiglia Giolitti, giunta alla quinta generazione di gelatieri e attiva a Roma, nella storica sede di via degli Uffici del Vicario, a due passi da Montecitorio e Palazzo Chigi (oltre che in tante altre gelaterie aperte in Europa, America e Asia, per esportare il gelato Made in Italy nel mondo).

Tra i riconoscimenti consegnati nell’ultima giornata di Mig, anche quelli relativi al Premio MIG Green, istituito per sensibilizzare sui temi della sostenibilità in gelateria. Nella categoria esposizione per lo stand più green in fiera, menzione speciale per Map3 Studio e primo premio a Disaronno Ingrendients – Ve.Co.Gel, “Per l’impegno ecologico a tutto tondo, dalla realizzazione dello stand con l’utilizzo del legno recuperato dagli schianti Vaia fino ai prodotti in esposizione”.

Nella categoria innovazione green in gelateria, menzione speciale a BRX – Salvalacqua, e primo premio a Iceteam 1927, “Per la riduzione dell’impatto ambientale con la possibilità per il gelatiere di ottimizzare i cicli di produzione in funzione delle esigenze del momento”.

Infine, proclamati anche i vincitori del concorso Artglace (che ha spostato la sede definitiva a Longarone FiereDolomiti). La sfida tra Austria e Germania è andata ai gelatieri austriaci, che hanno conquistato la giuria con i gusti Mozart, Stracciatella d’arancia e Sacher.

Mentre ieri sera, in chiusura di fiera, la premiazione della 2a edizione del concorso “Una Pralina in Gelateria” organizzata da Confartigianato Imprese Alimentazione. A Robbie Pezzuol di Rimini il premio per il miglior cioccolatino.

«La Mig 2022 è stata un’esperienza straordinaria – commenta il presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Michele Dal Farra -. Una mostra internazionale che ha avuto la lungimiranza per parlare non solo di gelato ma di ricerca e innovazione, su un prodotto artigianale che qui trova la sua casa naturale. È stata la prima Mig post-Covid, e ancora una volta ha dimostrato l’importanza della presenza degli espositori e la qualità delle relazioni messa in atto. Arrivederci al 2023».

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter