Turismo Venezia: l’assessore regionale Caner boccia i tornelli

L’assessore regionale al turismo boccia i tornelli
“Non condivido l’approccio, ma giusto che decida chi amministra”

Venezia – L’idea di gestire l’afflusso turistico a Venezia con dei tornelli posti alle porte delle città, che fermino chi non ci vive, non ci alloggia, o non ha prenotato la visita, non piace all’assessore regionale al Turismo Federico Caner.

“L’approccio dei tornelli non lo condividiamo”, afferma oggi intervenendo in Consiglio regionale in chiusura della discussione generale sul Piano strategico del turismo. “Lo rispetto, perché io rispetto sempre le decisioni degli altri, quando uno viene eletto e ha il compito di amministrare imposta anche le sue decisioni e poi saranno gli elettori, finiti i cinque anni, a decidere se uno deve essere rieletto o meno”, spiega Caner. Ma “non lo condivido perché secondo me, siccome Venezia appena finisce questa situazione di crisi ripartirà, il tema dell’overtourism ci sarà” e i flussi turistici “dobbiamo gestirli in un’altra maniera”, conclude l’assessore.

Fonte “Agenzia DIRE

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter