Treviso Slow Wine 2023 – 5/02

Slow Food Treviso, in collaborazione con Fondazione Cassamarca, e con il patrocinio del Comune di Treviso e del Coordinamento Regionale del Veneto di Slow Food, organizza l’8° Edizione di TREVISO SLOW WINE – DOMENICA 5 FEBBRAIO.

Oltre 60 produttori vinicoli segnalati nell’edizione 2023 della Guida Slow Wine presenteranno le proprie etichette.

La nuova edizione si fregia anche dell’importante novità della location: Ca’ dei Carraresi. Ad accogliere questo evento unico, dedicato alla cultura enologica italiana, saranno le case vinicole del Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Trentino e Slovenia.

Sarà presente Giancarlo Gariglio, curatore della Guida Slow Wine, che in un appuntamento racconterà principi e valori del “Il manifesto Slow Food del vino buono, pulito e giusto”.

Un evento che si rivolge a tutti gli appassionati del settore enologico: ristoratori, gastronomie fino a tutto il vasto pubblico degli appassionati del vino, che avranno la possibilità di degustare alcuni dei migliori vini del nostro territorio, oltre a conoscere la storia e le tradizioni dietro di loro.

Un viaggio che si snoda dal Trentino Alto Adige, a Verona con le aree del Custoza, Bardolino, Valpolicella e Soave, al Vicentino e al Padovano con Breganze ei Colli Berici e Euganei, a Treviso con le Colline del Prosecco e la zona del Piave, proseguendo attraverso le Terre di Pianura e le Colline Orientali del Friuli, il Collio, Isonzo e Carso, per concludersi nella vicina Slovenia.

Inoltre, alle ore 14.00, con prenotazione, sarà possibile partecipare alla degustazione comparata di 6 vini “Col Fondo” selezionati, sotto la guida di Patrizia Loiola, coordinatrice per il Veneto della Guida Slow Wine. Contributo: 10€.

Il contributo per poter partecipare è di 15€ a persona, comprensivi di calice e porta-calice.

I visitatori under 30, se vorranno, potranno diventare soci Slow Food con la quota speciale di soli 5€.

 Quest’anno il ricavato della manifestazione finanzierà una borsa di studio presso l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter