Selva di Cadore, splendida località nel cuore delle Dolomiti Venete

SELVA DI CADORE è una splendida località turistica estiva ed invernale nel cuore delle Dolomiti Venete della Provincia di Belluno. Formata da piccoli villaggi ladini, situati a circa 1.300 metri d’altezza, Selva di Cadore si estende nella soleggiata e splendente Val Fiorentina.

Questa valle è incastonata in una spettacolare cornice delle più gigantesche e ardite montagne dolomitiche: il maestoso Monte Pelmo, il Civetta e, sullo sfondo, da una parte la Marmolada con il suo ghiacciaio perenne, dall’ altra il selvaggio anfiteatro del gruppo del Cernera. Tradizione, sport e cultura sono i punti forti di questa valle, meta ideale per chi cerca pace e tranquillità a contatto con la natura.
Numerose sono le  attrattive del territorio: In estate gli ospiti possono godere di passeggiate ,  escursioni, itinerari culturali e archeologici (Famosi le vicine postazioni della Prima Guerra Mondiale nell’area Lagazuoi/Cinque Torri, il percorso Alta Via nr. 1, gli itinerari di visita al sito mesolitico di Mondeval de Sora e al sito Neolitico di Mandriz, che hanno portato alla luce reperti di riconosciuta importanza internazionale.

Vari e accattivanti sono anche i percorsi in mountain-bike, le vie ferrate e le ascensioni. Si può infine praticare la pesca sportiva nei nostri limpidi torrenti e numerosi altri sport nel nuovo Centro Sportivo Polivalente della frazione di S. Fosca (Campo da calcetto, basket, pallavolo, tennis, ampia area giochi per bambini grandi e piccoli).

Selva di Cadore è inoltre inserita nel carosello sciistico dello Ski Civetta, il più esteso del Veneto con i suoi 80 km di piste e può contare su un centro fondo con 4 anelli di diverse difficoltà.

In ogni angolo della valle si possono trovare  ristorantini, rifugi alpini e malghe dove gustare i piatti tipici locali della nostra tradizione ladina: ricette ai profumi di una volta, con lavorazione artigianale, a base di speck, selvaggina, funghi e dei prodotti caseari dei nostri pascoli alpini.

La cultura è parte integrante del luogo. Il Museo Civico della Val Fiorentina “V. Cazzetta raccoglie i reperti archeologici, geo-paleontologici e storici rinvenuti nella Valle e zone limitrofe, fra i quali spiccano, per la loro importanza internazionale, la sepoltura con lo “Scheletro dell’Uomo di Mondeval” risalente al VI millennio a.C. e il calco del masso del Monte Pelmetto con impresse le orme di tre diverse specie di dinosauri (le prime e più antiche in Italia).

Fonte: www.valfiorentina.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter