Sant’Antonio , il Santo dei Veneti, celebrato oggi a Padova. Il Santo più amato in Veneto e la preghiera che aiuta a ritrovare le cose perdute.

Sant’Antonio, il Santo più amato dai Veneti nasce il giorno di 15 AGOSTO del 1195 a LISBONA. Appartenente all’Ordine Francescano morì a soli 36 anni il 13 GIUGNO del 1231. Fu proclamato SANTO in un tempo ritenuto velocissimo l’anno dopo nel 1232 e dottore della Chiesa nel 1946. Viaggiò molto tra Portogallo Francia e Italia. Ad ASSISI conobbe e ascoltò SAN FRANCESCO. Dopo Assisi passò un breve periodo nei pressi di FORLI’ Grande predicatore e conosciuto per i suoi innumerevoli miracoli e la sua grande UMILTA’. SAN FRANCESCO lo inviò inFrancia per contrastare con il suo dono per la predicazione un movimento di eretici. Da quì fu trasferito a BOLOGNA e poi a PADOVA l suo culto è fra i più diffusi del cattolicesimo assieme a SAN FRANCESCO e più recentemente a PADRE PIO.

LE COSE PERDUTE- IL “SE QUAERIS” LA PREGHIERA CHE DA SECOLI AIUTA A RITROVARE LE COSE

Fu composta da FRA GIULIANO DA SPIRA nel 1233 due anni dopo la morte del SANTO. Vinene cantato da sempre nella Basilica di Padova e la sua versione LATINA e ITALIANA veniva spesso recitata dai nostri nonni e bisnonni quando non si riusciva a TROVARE un oggetto perduto. L’efficacia di questa preghiera collegata al nome di SANT?ANTONIO è diventata proverbiale e funziona ancor’ oggi se recitata con fede e devozione (provare per credere)

LA PREGHIERA IN LATINO IN ITALIANO. e in VIDEO

Se cerchi i miracoli,
ecco messi in fuga la morte, l’errore, le calamità e il demonio;
ecco gli ammalati divenir sani.

Il mare si calma, le catene si spezzano;
i giovani e i vecchi chiedono e ritrovano la sanità e le cose perdute.
S’allontanano i pericoli, scompaiono le necessità:
lo attesti chi ha sperimentato la protezione del Santo di Padova.
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli.
Amen.

Ed ecco anche la versione in latino:

Se quæris miracula
mors, error, calamitas,
dæmon, lepra fugiunt,
ægri surgunt sani.

Cedunt mare, vincula,
membra, resque perditas
petunt, et accipiunt
juvenes, et cani.

Pereunt pericula,
cessat et necessitas;
narrent hi, qui sentiunt,
dicant Paduani.

Cedunt mare, vincula,
membra, resque perditas
petunt, et accipiunt
juvenes, et cani.

Glória Patri et Filio et Spíritui Sancto.
Sicut erat in princípio,
et nunc et semper
et in sæcula sæcolorum.

Cedunt mare, vincula,
membra, resque perditas
petunt, et accipiunt
juvenes, et cani.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter