Presentata oggi Agrimont 2022, fiera dell’agricoltura e zootecnia di montagna

“All’inaugurazione di Agrimont verrà sicuramente il mio collega Caner, e se riesco verrò anch’io volentieri, perché essere vicino al mondo dell’agricoltura in un momento particolare come questo è oltre modo importante”. Con queste parole l’Assessore della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, ha concluso il punto stampa in occasione della sua visita ai Centri ittiologici bellunesi. Insieme, presso il Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, si è tenuta la presentazione della 41. edizione di Agrimont, la fiera dell’agricoltura e zootecnia di montagna, che proseguirà anche domenica 20 per poi riprendere da venerdì 25 a domenica 27 marzo. Confermato quindi alla cerimonia inaugurale (ore 12.00) l’intervento dell’Assessore regionale all’agricoltura, Federico Caner.

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, si torna in presenza e non nasconde l’entusiasmo il Presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Gian Angelo Bellati, perché la ripartenza si sta dimostrando straordinaria con tutti gli spazi espositivi occupati. “Presenti avremo ben 198 marchi aziendali, 157 provenienti da 13 Regioni italiane e 41 provenienti da 11 Paesi esteri. Una fiera dal carattere sempre più nazionale e internazionale. Tema dominante il collegamento fra agricoltura e ambiente. Non c’è più solo la PAC – Politica Agricola Comune – oggi c’è anche il Green Deal e la biodiversità. Due altri grandissimi programmi europei che portano importanti finanziamenti. Ma anche importanti obiettivi e quindi importanti opportunità per il mondo dell’agricoltura”.

Grandissima soddisfazione anche per il Presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin. “Agrimont non solo per Longarone Fiere ma per tutta la provincia è un po’ il fiore all’occhiello”. E nel ringraziare tutte le aziende espositrice che credono in questa importante manifestazione, ha voluto anche sottolineare la validità del programma. Eventi collaterali all’esposizione con importanti approfondimenti e temi di assoluta attualità. Meritevoli per questo le numerose realtà coinvolte che saranno protagoniste ad Agrimont. In primis le tre associazioni di categoria, Coldiretti, Confagricoltura e CIA promotrici del convegno di apertura “Sostenibilità ambientale ed economica nelle aziende agricole di montagna” – Opportunità e problematiche delle misure agroambientali e strutturali del PSR Veneto e valido per i crediti formativi dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali.

Padrin non manca di segnalare anche la collaborazione con Istituto agrario di Feltre, rappresentato in sala dalla prof. Flavia Colle – ancheCdA di Longarone Fiere, che porterà ad Agrimont le dimostrazioni di taglio, manutenzione, affilatura catena e sicurezza con la motosega.

Per i prodotti, le macchine e attrezzature per l’agricoltura, e per tutto ciò che riguarda il mondo rurale montano Agrimont si conferma come l’evento di riferimento, anche per la cura e manutenzione del territorio e il suo sviluppo agrituristico.

In fiera i visitatori potranno trovare in particolare una vasta gamma di attrezzature per la raccolta, la preparazione, il trasporto e lo stoccaggio della legna fino ai sistemi di riscaldamento più innovativi improntati sul risparmio energetico. Presenti anche diverse aziende legate al settore del giardinaggio e del florovivaismo con un’ampia varietà di prodotti e piccole attrezzature da utilizzare nella cura dell’orto e del giardino di casa, e gli stand dove ci sarà la possibilità di acquistare le più qualificate produzioni tipiche dell’agricoltura di montagna, come formaggi, insaccati, e speck e, più in generale, delle regioni italiane.

Non mancheranno, a livello espositivo, anche importanti aziende fornitrici del comparto zootecnico che da sempre rappresenta il settore strategico per l’agricoltura di montagna. Grazie alla consolidata collaborazione con l’A.R.A.V. – Associazione Regionale Allevatori del Veneto, viene inoltre riproposto il padiglione con l’esposizione delle principali razze di animali bovini, di razza Bruna Frisona, Pezzata Rossa e Grigio Alpina, equidi, ovi-caprini, conigli e Camelidi, allevati in Provincia di Belluno. Alla parte espositiva, si aggiunge il servizio con NIR portatile per l’analisi rapida di fieno, silomais e Unifeed.

Ricordiamo che Agrimont 2019 sarà aperta sabato e domenica dalle 9 alle 19, il venerdì dalle 14.30 alle 19.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter