La transizione verde e digitale nelle realtà produttive a “Ricostruire 2022” – Longarone Fiere

Il Presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Gian Angelo Bellati sottolinea l’importanza di questa edizione che “avrà una visibilità non solo locale, non solo nazionale, ma anche europea”.

Longarone Fiere Dolomiti come di consueto riparte con Ri-Costruire, e lo farà online il 24 e 25 febbraio con cinque incontri online importantissimi, prima dell’edizione in presenza dell’8-9-10 aprile. 

Il Presidente Gian Angelo Bellati spiega che “Longarone Fiere Dolomiti ha proposto e ottenuto dalla Commissione Europea di inserire questo evento di fiera virtuale all’interno dei cosiddetti Local Event della Commissione. Cioè dei momenti di confronto tra la Commissione Europea e il mondo delle imprese a livello locale. Perché la Commissione vuole capire direttamente dal mondo delleimprese quali sono le tematiche particolarmente importanti, lenecessità particolarmente sentite e cercare di trasferire questo feedback informativo dal territorio alle Istituzioni: una fiera che vuole essere anche un portavoce di quelle che sono le esigenze delle nostre imprese verso le istituzioni europee”.

Si inizierà quindi giovedì 24 febbraio alle 15.00 con il convegno dal titolo “il ruolo della  transizione verde e digitale nelle realtà produttive” e che sarà aperto dal Presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin. Interessata anche la Regione del Veneto e l’UNCEM con il Presidente Marco Bussone. Interventi iniziali a dimostrazione che gli Enti locali vogliono dialogare con le istituzioni a livello nazionale ed europeo. Seguirà un tavolo tecnico che “sarà tenuto – continua Bellati – da un rappresentante della Commissione Europea, Giancarlo Caratti. Per tanti anni a capo di un importante settore della Direzione Generale Ricerca, che ci parlerà di quelle che sono le implicazioni del Green Deal e quindi della politica ambientale europea con riferimento soprattutto al settore dell’edilizia, ma non solo. Anche l’agricoltura è interessata dal costruire. Quindi mettereinsieme il green deal e riuscire a capire quali sono i suoi effetti nei confronti in generale del mondo produttivo con particolare attenzione alla bioedilizia, al risparmio energetico e alla sostenibilità”. 

Non mancheranno gli interventi delle Associazioni di Categoria bellunesi, storicamente partner di Ri-Costruire e in prima linea nel sostenere le aziende e il mondo produttivo. Porteranno quindi le loro istanze il Presidente Massimo Sposato di Appia CNA, la Presidente Claudia Scarzanella di Confartigianato e il Presidente Sezione Costruttori Edili Paolo De Cian per ANCE – Confindustria Belluno Dolomiti.

Invitati anche gli europarlamentari On. Rosanna Conte e l’On. Paolo De Castro e i parlamentari del territorio bellunese. Infine avremo il CUP di Belluno con il Presidente Innocenzo Megali. Attesi anche ildirigente della Regione per l’Edilizia Alvise Lucchetta, l’Ater di Belluno e l’Assessore Franco Frison del Comune di Belluno.

Il giorno dopo – venerdì 25 febbraio – sarà invece molto importante per coloro che si occupano in modo specifico di edilizia. Quindi in particolare gli Ordini professionali che con il Comitato Unitario Permanente di Belluno organizzano due convegni, validi per i crediti formativi. La mattina tratteranno de “Il lavoro sicuro nell’edilizia”, mentre nel pomeriggio di “Superbonus e Bonus edili nel 2022”.

Divisi ancora tra mattina e pomeriggio, due incontri che vedranno coinvolti sia i giovani e la formazione con CFS di Belluno, che le imprese interessate dai tanti ambiti coinvolti nel Sistema Casa in Montagna. Il primo su “le criticità di oggi e gli impegni di domani per il futuro dell’Europa” e poi su “lo stato dell’arte in termini di sostenibilità, risparmio energetico e innovazione digitale”.

“Un dialogo con le imprese del settore dell’edilizia, e non solo, che hanno accettato di partecipare per portare le loro idee, le loro proposte, le loro critiche, le loro esigenze e che verranno poi da noi raccolte e presentate alle Istituzioni europee. Quindi parliamo di una fiera Ricostruire che avrà una visibilità non solo locale, non solo nazionale, ma anche europea” conclude Bellati.

In tutti gli eventi ci sarà possibilità di interagire sia per chi interverrà direttamente all’interno della piattaforma digitale, sia per tutti quelli che vorranno assistere gratuitamente in diretta streaming sulla piattaforma di Ri-Costruire Virtual Online:https://virtual.fieracostruire.com

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter