Grande successo di pubblico alla Fiera & Festival delle Foreste – BosterNordEst

Superate le 5000 presenze in tre giorni per il primo evento “delocalizzato” di Longarone Fiere

Si è conclusa oggi con una straordinaria partecipazione di pubblico la prima parte delle iniziative di “Fiera e Festival delle Foreste – BosterNordEst”, giunta alla terza edizione. Complice il bel tempo, sono state superate le più rosee aspettative con oltre 5000 presenze: moltissimi gli operatori del settore richiamati sul Pian del Cansiglio in questi tre giorni di manifestazione, ma anche molti curiosi che hanno approfittato della splendida location e delle giornate di sole per trascorrere una giornata nel cuore delle foreste del Veneto, visitando una fiera assolutamente unica nel panorama nazionale e internazionale.

Un risultato importante per un’edizione che simboleggia la ripresa dell’attività fieristica in presenza e che è anche importante perché per la prima volta Longarone Fiere Dolomiti sceglie di delocalizzare la manifestazione al di fuori degli spazi fieristici di Longarone e coinvolge il territorio del Cansiglio, portando quindi la Fiera delle Foreste in mezzo alle foreste. Un’edizione innovativa e per certi versi più moderna e proiettata al futuro che ha visto la collaborazione di Veneto Agricoltura, della Regione Aut. FVG, di partner internazionali e della BICE.

«Grande soddisfazione per aver ottenuto il coinvolgimento di tutti gli enti locali, regionali, nazionali ed europei che si occupano di foreste e di grandi macchinari del legno – commenta Gian Angelo Bellati, Presidente di Longarone Fiere Dolomiti – Molto numerose le aziende presenti e numerosissimi i visitatori. Una vetrina eccezionale per il nostro territorio anche alla luce della presentazione dell’ufficio Europe Direct che offrirà informazioni a cittadini e imprese su tutti i programmi di finanziamento europeo. In questa occasione abbiamo presentato anche il progetto Life Vaia, che porterà più di 5 milioni di euro al territorio in risorse e conoscenze sulla gestione delle foreste distrutte da Vaia. L’obiettivo è quello di muovere l’economia di queste terre, portare aziende, interlocutori internazionali, sviluppo. Una ricchezza che può contrastare l’esodo della popolazione dalle comunità montane, creando posti di lavoro”.

Anche Nicola dell’Acqua, Direttore di Veneto Agricoltura, ci tiene ad esprimere la sua soddisfazione per la riuscita della manifestazione sottolineando come “la partecipazione numerosa del pubblico indichi quanto importante siano queste iniziative per le quali da sempre la Regione del Veneto e Veneto Agricoltura si spendono, iniziative che pongono al centro dell’ attenzione la foresta e le sue funzioni storiche: ambientale, sociale ed economica cui oggi si associa anche la valorizzazione dei cosiddetti servizi ecosistemici che danno nuove opportunità alla foresta stessa e a tutto il territorio”.

Per domani è prevista un’appendice virtuale con i tre eventi trasmessi in streaming su foreste.longaronefiere.it: alle 10 si parla di assicurazione dei soprassuoli forestali, a cura di Coldiretti e Federforeste; alle 14.30 di riforestazione e vivaistica al tempo del cambiamento climatico; e, infine, alle 16 del ruolo del dottore forestale nei boschi e nel territorio del Veneto con Fodaf Veneto e Odaf Belluno. Inoltre, a partire dalle ore 17 si terrà il matching B2B organizzato dalla Borsa Internazionale del Commergio Elettronico e che sarà coordinato dal Presidente Patrizio Baroni. Le iniziative in Pian del Cansiglio proseguiranno anche nel prossimo week-end, il 18 e 19 settembre, con la celebrazione, nell’ambito dei festeggiamenti per i 1600 anni di Venezia, del legame tra la Repubblica Serenissima e queste foreste, da cui proveniva il legname necessario alle attività navali veneziane e in particolare alla produzione dei remi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter