Festa dei Marroni di Combai – dal 15 ottobre

Al via la 77^ edizione della rassegna. Tre weekend all’insegna delle degustazioni, dei pic-nic, delle passeggiate e delle escursioni.

Un appuntamento che si rinnova, una kermesse diversa e tuttavia ricchissima dopo lo stop forzato dello scorso anno. La 77^ edizione della Festa dei Marroni è pronta a ripartire con un programma nutrito e in linea con le disposizioni anti-covid. La Pro Loco di Combai ha deciso infatti di condensare e rivisitare le iniziative in chiave ‘en plein air’. E così nelle tre settimane di manifestazione non mancheranno occasioni per le degustazioni, né per le attività ludico-motorie: “Lo scorso anno siamo stati costretti a limitare al minimo le attività, anche se abbiamo voluto mantenere vivo l’appuntamento. Per questa edizione abbiamo pensato a un cartellone – spiega Maria Vittoria Moro, presidente della Pro Loco – che potesse soddisfare le esigenze di tutta la famiglia in modo trasversale. Naturalmente alcuni attesissimi appuntamenti, come le competizioni sportive e la cena di gala, sono stati sacrificati in nome della sicurezza, tanto degli ospiti quanto dei nostri volontari”.

Ciò che resta è però apprezzabile, sia in termini qualitativi che quantitativi. È sufficiente una rapida occhiata al programma degli eventi per averne conferma: passeggiate nel bosco, pic-nic al parco di Comby, escursioni sotto le stelle tra antichi castagni e borghi suggestivi, la Fantastica via e il Simposio di scultura, il Torchio solidale, la Rostidora d’oro e, novità 2021, BoscAR-T, oltre alle degustazioni dei piatti della tradizione veneta a base di prodotti tipici locali e naturalmente i marroni, per i quali torneranno a girare le rostidore giganti. Tutte le attività, e l’accesso alla manifestazione, richiedono il green pass. Le domeniche, dalle 13:00 alle 19:00, sarà attivo il servizio bus navetta.

L’inaugurazione

La Festa dei Marroni IGP 2021 alzerà il sipario venerdì 15 ottobre alle ore 20:00 presso i locali della Pro Loco all’interno della tensostruttura allestita in piazza Brunelli. Sabato è prevista l’apertura del XXII Simposio di scultura su legno di castagno e della Fantastica via con la tradizionale esposizione degli oggetti di artigianato artistico. Domenica 17 ottobre, a partire dalle 10:30, inaugurazione ufficiale della manifestazione alla presenza delle autorità.

Le escursioni

Sabato 16 ottobre (oltre al 17, 23, 24, 30, 31 ottobre e 1° novembre) passeggiata nel bosco, a cura di Agricombai, anche con raccolta dei marroni. Venerdì 22 e 29 ottobre, dalle ore 19:30. escursioni guidate sotto le stelle, a cura dell’associazione ‘NaturalMente Guide’. Domenica 24 ottobre, dalle ore 9:00, passeggiata di otto chilometri lungo il sentiero del Verdiso in compagnia di Giovanni Carraro. Tutte attività solo su prenotazione.

La gastronomia

La Festa dei Marroni di Combai, simbolo della cultura e della tradizione della borgata, nasce con l’intento di promuovere e sostenere il territorio ed il suo prodotto IGP insieme ai suoi derivati: dolci, farina, gelato, birra, miele. Ogni week end pranzi e cene, unicamente su prenotazione, a base di pasticcio e spezzatino di marroni oppure galletto e salsiccia, cui vanno aggiunti dolci, birra e naturalmente le caldarroste. Domenica 17, 24 e 31 ottobre pic-nic per pranzo, al parco di Comby, degustando il cestino con le delizie della cucina locale a base di marroni. Dalle 13:30 apertura a Colle di Ronch di un punto panoramico per degustare all’aria aperta, e con sguardo ‘leggero’, i marroni di Combai. I ristoranti locali, come negli anni precedenti, accoglieranno i commensali proponendo menù a base di marroni IGP.

La tradizione e la novità

Torchio solidale. Sabato 30 ottobre alle 16:30, in piazza Brunelli tornano protagonisti la storia e la solidarietà: “Sarà l’occasione – afferma Maria Vittoria Moro – per presentare ufficialmente il volume dedicato al ‘Torchio solidale 1918/2018’. Il libro sarà consegnato alla cittadinanza proprio nel giorno della liberazione di Miane, il 30 ottobre per l’appunto. Una data che coincide con l’istituzione del Torchio solidale, che lo ricordo, è stato utilizzato in origine da alcuni ex combattenti di Combai per raccogliere fondi a favore di vedove e orfani. Tra il 1919 e il 1920 l’agricoltura era disastrata e le stalle vuote; così un gruppo di reduci pensò di offrire aiuto in cantina, vagando porta a porta, per eseguire la torchiatura delle uve. In cambio del lavoro si chiedeva una parte del mosto che, una volta vinificato, veniva venduto a osterie e frasche, e il ricavato infine distribuito alle famiglie in difficoltà, principalmente a vedove e orfani di guerra. Quel torchio è giunto fino a noi grazie a Diego Stefani, il poeta contadino di Combai, che lo ha ereditato dal padre e conservato gelosamente, consapevole del suo carico di storia e umanità”.

La novità di questa edizione della Festa dei Marroni è rappresentata da BoscAR-T, installazioni all’aperto in località Calpiana. Un team di artisti prenderà la legna del bosco per trasformarla in arte; Land Art allo stato puro, utilizzando unicamente ciò che il bosco produce, arricchendolo di fantastiche sculture.

Combai & i marroni: legame indissolubile

Il marrone di Combai IGP viene prodotto in undici comuni dell’Altamarca Trevigiana, da Segusino a Valdobbiadene, passando per il comune di Miane, per la cui popolazione è stato una delle principali fonti di sostentamento a partire dalla seconda metà del 1600. La Festa dei Marroni rientra nel circuito delle “Delizie d’Autunno” ideata dall’Unpli. Dal 1995 è nata, sotto la spinta della Pro Loco, l’Associazione dei produttori del marrone di Combai IGP e la cooperativa Agricombai che si occupa dalla lavorazione e commercializzazione del prodotto, oggi presieduta da Andrea Buogo. 

Prenotazioni:

 www.combai.it

proloco@combai.it

Tel. 0438 960056

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter