Caffè letterari di arte visiva e poesia: Immagini e Conflitti – 20 Marzo 2016, Villa Relais Barco Zonca ad Arcade

articolo collegato:
Caffè letterari in Villa Relais Barco Zonca
prossimo appuntamento: 24 Aprile 2016

________

Zonca Art Contemporary Center (ZACC)
e
Inchiostroepietra
a blog and magazine of Contemporary arts,
poetry and philosophy

presentano

Caffè letterari di arte visiva e poesia:
ciclo di incontri 2016
a cura di Laure Keyrouz

secondo incontro:
Immagini e Conflitti
L’impiego delle nuove tecnologie e dell’arte digitale oggi

domenica 20 Marzo 2016 ore 16:30
Villa Relais Barco Zonca, via Traversi 29, Arcade (TV)

interventi di:
Adriana Torregrossa, Frédéric Henry, Marta Allegri

Il centro di arte contemporanea no-profit ZACC (Zonca Art Contemporary Center) e Inchiostroepietra blog e magazine di Arti Contemporanee, poesia e filosofia sono orgogliosi di presentare: Caffè letterari di arti visive e poesia, seconda edizione del ciclo di incontri con artisti, filosofi e studiosi internazionali presso la Villa Relais Barco Zonca di Arcade (Treviso).

Il tema scelto per questa edizione è Immagini e Conflitti. L’impiego delle nuove tecnologie e dell’arte digitale oggi e sarà affrontato attraverso quattro appuntamenti, distribuiti tra febbraio e maggio 2016, ed una mostra collettiva finale, che sarà sviluppata in base ai contenuti emersi dagli incontri.

In occasione del secondo appuntamento, domenica 20 Marzo, interverranno: Adriana Torregrossa artista visiva, Marta Allegri, artista visiva e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia e Frédéric Henry, artista visivo francese e presidente dell’associazione culturale SMAC (Service Mobile d’animations Culturelles) che presenta la mostra “In risposta alla guerra”, nella quale settantuno elmetti, appartenenti a epoche e conflitti diversi, diventano opere d’arte nelle mani di altrettanti artisti internazionali.

Alle varie fasi del progetto collaboreranno studiosi ed artisti nazionali ed internazionali, professionisti e non, provenienti dalla mostra Oasis e dai più diversi ambiti creativi e del pensiero, come poeti, performer, musicisti, filosofi e studiosi, che hanno l’occasione di presentare liberi interventi artistici (video, performance e letture da racconti o poesie) sul tema specifico dei singoli appuntamenti.

Inoltre lʼintera rassegna e la mostra saranno documentate con un video e un catalogo, che saranno inseriti nel sito di Inchiostroepietra e contribuiranno a mantenere vivo il Centro di Arte Contemporanea ZACC (Zonca Art Contemporary Center) creato dagli artisti nel 2015.

Nell’odierna era digitale, stiamo assistendo a una perdita della contemplazione visiva ed andando incontro a una manipolazione continua delle immagini, caratterizzata da un consumo veloce, spettacolare e non meditativo. Internet, attraverso la possibilità di mettere in rete liberamente immagini di morte e violenza di forte impatto, spesso va contro il rispetto dei diritti umani, dando la possibilità a chiunque di assistere a morti in diretta e di condividerne le immagini.

Gli incontri propongono una riflessione sull’attuale uso delle immagini ed in particolare sulla diffusione ossessiva della violenza attraverso i mass media e sul ruolo delle nuove tecnologie e dell’arte digitale, partendo dalla storia della produzione visiva ed alla luce del contesto sociale e politico contemporaneo, caratterizzato da conflitti e precarietà, considerando anche il linguaggio e le diversità culturali.

All’interno di uno spazio caratterizzato da liberi interventi, la rassegna vuole stimolare il dialogo tra giovani studenti, artisti emergenti ed affermati, intellettuali e persone interessate alla promozione della cultura attraverso una rete di alleanza creativa, e cerca di promuovere le relazioni pacifiche all’interno di tutti gli ambiti sociali, coinvolgendo le realtà locali, le istituzioni e, più in generale, il contesto sociale e culturale.

Un ruolo centrale in questo senso è svolto proprio dallo ZACC (Zonca Art Contemporary Center) che, con la sua attività, evidenzia la necessità dell’artista contemporaneo di rivendicare un ruolo importante attraverso la creazione di un dialogo attivo e di uno scambio relazionale, collaborando con la realtà sociale nella quale è inserito, con particolare attenzione alle scuole ed agli ambienti giovanili, dove spesso determinati argomenti legati alla società di oggi non vengono affrontati affatto.

Per informazioni: info@inchiostroepietra.org – tel. 347-3430686

Ingresso con offerta libera – aiutaci a sostenere l’arte (minimo 2 euro)

A fine serata degustazione di un piatto tipico locale.

Conferma la tua partecipazione (5 euro a persona) inviando una e-mail a info@relaisbarcozonca.com oppure telefonando al numero Tel. 0422.720078

Calendario dei prossimi incontri:

Domenica 20 Marzo 2016 ore 16:30
24 Aprile 2016
29 Maggio 2016
Mostra Collettiva Settembre 2016

Supporto organizzativo e collaborativo: Susanna Crispino, Guillaume Charpaud-Helie, Associazione Anteas, Studio lab. ZACC (Ambra Ferraro, Tommaso Ceccanti)

Adriana Torregrossa – note biografiche
Nata a Catania nel 1963, l’artista vive a Trieste. Ha vissuto e lavorato in Marocco, in Iraq, in Egitto, a Madrid ed in Etiopia. Lavora da diversi anni sul concetto di identità e contesto e la sua ricerca l’ha condotta spesso lungo la linea di demarcazione tra multicultura e intercultura, spingendola letteralmente nei panni altrui, attraverso happening e performance.

Marta Allegri – note biografiche
Nata a Bologna nel 1961, è laureata presso l’Accademia di Belle Arti a Venezia, dove insegna. Vive e lavora a Cavarzere (VE).

Frédéric Henry – note biografiche
Frédéric Henry è un artista visivo e il presidente dell’associazione culturale Smac – (Service Mobile dʼAnimations Culturelle). Dopo aver studiato presso la Scuola Nazionale Superiore di Belle Arti di Bourges, ha iniziato a lavorare per la società di produzione e di costruzione Bandits Mages. Attualmente è direttore della Galleria di Belle Arti di Bourges.

In Risposta alla Guerra – Mostra
L’esposizione, a cura di Freddy Pannecocke, riunisce settantuno elmetti di epoche e conflitti diversi trasformati da pittori, scultori, illustratori, fotografi e videomaker in simboli di pace e di memoria. Organizzata dall’associazione culturale francese SMAC (Service Mobile d’Animations Culturelles) in occasione del centenario della Grande Guerra, la mostra vuole suscitare riflessioni storiche sulla Prima Guerra Mondiale e ricordare alle attuali e future generazioni che quel conflitto è parte integrante del patrimonio comune europeo e soprattutto che l’Europa è stata costruita sul sangue dei combattenti prima che sull’economia.

Zonca Art Contemporary Center (ZACC) è uno spazio no profit dedicato alle arti visive e performative contemporanee, che si pone come obiettivo la produzione e promozione della cultura locale e internazionale nelle sue diverse espressioni artistiche – incluse il teatro, la poesia e la performance – attraverso progetti culturali di pubblico accesso, organizzati presso Villa Della Zonca di Arcade (TV), suggestivo esempio del patrimonio artistico e naturalistico del territorio trevigiano. L’intento è di creare uno spazio libero e stimolante per coloro che desiderano esprimere la propria arte, aderendo così ai progetti curati dall’organizzazione.

Il progetto ZACC nasce dall’alleanza tra Laure Keyrouz (artista visiva e founder di Inchiostro e pietra, blog e rivista culturale di arte, poesia e filosofia), gli artisti della mostra collettiva Oasis ospitati presso Villa Della Zonca nellʼestate 2015 e da una fitta rete di associazioni, comuni, istituzioni, privati, curatori, abitante del posto e amici del centro. L’ambizione è di fare conoscere artisti confermati o emergenti, poeti e scrittori di diverse culture che lottano nel mondo di oggi su temi sociopolitici e che mantengono vivo il concetto della lingua madre.

Il faro di Inchiostro e Pietra è un progetto d’arte nato nel 2009 come un tentativo di superare i confini linguistici. Ogni numero di Inchiostro e Pietra nasce da una domanda fondamentale, posta a intellettuali appartenenti a discipline diverse con una costante attenzione al linguaggio poetico. L’obiettivo è incoraggiare la curiosità nel comprendere le altre lingue per facilitare l’approccio alle nuove parole, ai suoni ed ai profumi di nuovi paesi.

www.inchiostroepietra.org
https://www.facebook.com/groups/709748609056398/
www.smacasso.com

Per informazioni:

Hotel Relais Barco Zonca
Via Traversi 29 – Arcade Treviso
Tel. +39 0422.720078 – info@relaisbarcozonca.com
www.relaisbarcozonca.com

 

 

Relais Barco Zonca

Barco Zonca facciata

L’aspetto attuale di Villa della Zonca è frutto di una radicale trasformazione avvenuta nel settecento su un impianto cinquecentesco. Nel grande giardino trovano posto la villa principale, due barchesse diventate sede dell’albergo Relais Barco Zonca e l’antica cantina risalente al ‘500, da sempre sede della produzione di vino pregiato. Davanti alla Villa il giardino è chiuso da una recinzione particolarmente elaborata, un alto muro intonacato intervallato da finestre e decorato da più di venti statue in pietra settecentesche. L’interno della Villa presenta atmosfere e arredi d’epoca ed è rimasta intera ed abitata senza modifiche o menomazioni. Particolarmente pregiati gli affreschi che decorano tutte le sale del piano terreno e del piano nobile, con motivi floreali e volute in ottimo stato di conservazione. Il retro della Villa affaccia su un giardino all’italiana con il classico labirinto.

Per maggiori informazioni: Hotel Relais Barco Zonca
Via Traversi 29 – Arcade (Tv) – Tel. +39 0422.720078 – info@relaisbarcozonca.comwww.relaisbarcozonca.com



_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______