Giro d’Italia 2015, tappa trevigiana con intermedio a Ca’ del Poggio

In prossimità del Muro uno dei punti cruciali della cosiddetta cronometro del Prosecco. Tribuna e maxischermo per gli appassionati che il 23 maggio sceglieranno di attendere il transito dei ciclisti a San Pietro di Feletto 

Gli ultimi a passare di qui sono stati Stefano Garzelli e Marzio Bruseghin, che venerdì hanno effettuato una ricognizione in bici per Rai Sport. Ma pochi giorni prima, sulle colline del Prosecco, avevano pedalato anche Alberto Contador e Ivan Basso, due tra i protagonisti più attesi del prossimo Giro d’Italia.

Il conto alla rovescia in vista della tappa trevigiana del 23 maggio è già iniziato. E l’attenzione con cui i ciclisti guardano ai 59,4 km di corsa che li condurranno da Treviso a Valdobbiadene, è la miglior testimonianza di quanto determinante potrebbe essere la cosiddetta cronometro del Prosecco per le sorti del Giro.

Sull’ormai classico Muro di Ca’ del Poggio, a San Pietro di Feletto, in prossimità di quella che è diventata la salita simbolo della terra del Prosecco, sarà posizionato il secondo rilevamento intermedio di giornata.

Al chilometro 33 della tappa, in concomitanza con l’inizio dei saliscendi che condurranno i ciclisti verso Valdobbiadene, Ca’ del Poggio rappresenterà dunque uno degli snodi cruciali della tappa trevigiana del Giro.

L’intermedio sarà collocato proprio nel punto in cui il percorso di gara incrocerà il Muro. In cima allo stesso sarà inoltre posizionato un maxischermo e verrà allestita una tribuna destinata ad accogliere gli appassionati che sceglieranno di attendere il transito dei ciclisti a San Pietro di Feletto.

Sul Muro di Ca’ del Poggio – già sede di tre passaggi del Giro d’Italia (2009, 2013 e 2014), del Campionato Italiano Professionisti del 2010 e di innumerevoli altri eventi ciclistici, dal Giro d’Italia femminile alla Prosecco Cycling – sarà insomma un’altra giornata da ricordare. All’insegna dello sport e del territorio.

-Nella foto: Stefano Garzelli nella recente ricognizione effettuata per Rai Sport in prossimità del Muro di Ca’ del Poggio.

articolo collegato: Giro d’Italia, quattro Campioni Olimpici per la grande festa rosa di Ca’ del Poggio

…Ca’ del Poggio, dove il prosecco incontra il mare…

cadelpoggio-logo

C’è il Prosecco. E c’è il mare. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio a San Pietro di Feletto, nel Trevigiano, coniuga alla perfezione le due anime della famiglia Stocco. Quella marinara, che ha portato Fortunato e la moglie Maria Stella ad affrontare una qualificata esperienza di ristorazione a Bibione, prima di trasferirsi a San Pietro di Feletto. E quella collinare, interpretata dai figli Alberto e Marco, che, con l’aiuto dei genitori, hanno fatto propria la tradizione familiare, rivisitandola con un tocco di modernità ed eleganza. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio è aperto a San Pietro di Feletto, lungo la Strada del Prosecco Superiore Docg, dal 18 ottobre 1994, e da allora incontra il crescente favore di una clientela raffinata ed esigente.

Se il panorama sui colli del Prosecco che si ammira dalle sale del Ristorante Relais Ca’ del Poggio va dritto al cuore, il palato degli ospiti della famiglia Stocco è deliziato da una cucina marinara che, grazie alla creatività degli chef Marco Stocco e Vincenzo Vairo, si è ormai imposta all’attenzione dei più severi gourmet. Molto conosciuto nell’ambiente sportivo (in via dei Pascoli, unica salita certificata dalla Federazione Ciclistica Italiana, ribattezzata Muro di Ca’ del Poggio, sono transitate le edizioni 2009 e 2013 del Giro d’Italia e il Campionato Italiano Professionisti del 2010), il Ristorante Relais Ca’ del Poggio dispone di 80 coperti inseriti in un ambiente elegante e al tempo stesso familiare, in cui Alberto Stocco e i suoi collaboratori fanno sentire gli ospiti come a casa loro.

Dal maggio 2013, l’offerta turistica di Ca’ del Poggio è arricchita con l’Hotel Villa del Poggio, una struttura dotata di ogni confort (e con una meravigliosa terrazza panoramica) che, grazie anche all’esperienza di Bruno Bertolingrande, s’integra alla perfezione con l’ospitalità offerta dal ristorante, trasformando quest’angolo della Marca Trevigiana – a 60 km da Venezia – in una specie di paradiso per una clientela che ama immergersi nell’atmosfera rilassata ed elegante delle colline del Prosecco. Nelle vicinanze sono disponibili campi da golf e da equitazione, oltre a percorsi naturalistici da esplorare a piedi o con le mountain bike messe a disposizione dall’hotel, per una vacanza all’insegna del benessere e del relax.

RISTORANTE CA’ DEL POGGIO
T. +39 0438 486795/486111
F. +39 0438 787728
E. ristorante@cadelpoggio.it
HOTEL VILLA DEL POGGIO
T. +39 0438 787154
F. +39 0438 787967
E. hotel@cadelpoggio.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______