GialloSerravalle, giornata del giallo italiano – 15 giugno a Vittorio Veneto

articolo collegato: GialloSerravalle 2017

____________

L’Associazione Amici del Castrum in collaborazione con la libreria Il Punto, Museo del Cenedese e Associazione Mai e il sostegno della Regione del Veneto, di RetEventi 2014 della Provincia di Treviso e del Comune di Vittorio Veneto organizzano per domenica 15 giugno a Serravalle di Vittorio Veneto una giornata dedicata al giallo italiano dove cultura ed enogastronomia si mescolano e alla quale invitano tutti gli appassionati del genere.

Interverranno:

Massimo Carlotto nato a Padova nel 1956. Sco­perto dalla scrittrice e critica Grazia Cher­chi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fug­giasco, pubblicato dalle Edi­zioni E/O e vincitore del Pre­mio del Gio­ve­dì 1996. Per la stessa ca­sa editrice ha scritto: Ar­ri­ve­­derci amo­re, ciao (se­con­do posto al Gran Pre­mio della Let­­te­ra­tura Po­­li­zie­sca in Francia 2003, finalista al­l’Ed­gar Al­lan Poe Award nella ver­sione inglese pubblicata da Europa Edi­tions nel 2006), La ve­rità dell’Alliga­tore, Il mi­stero di Man­­­giabar­che, Le ir­re­go­­lari, Nes­suna cortesia al­l’u­sci­ta (Pre­mio Des­sì 1999 e menzione speciale del­la giu­­ria Pre­mio Scerbanenco 1999), Il corriere co­lom­­­bia­­no, Il mae­stro di nodi (Pre­mio Scer­­ba­­nen­co 2003), Niente, più niente al mondo (Pre­mio Gi­ru­là 2008), L’o­scu­ra im­men­sità della mor­te, Nord­est con Mar­co Vi­det­­ta (Pre­­mio Se­le­­­zio­ne Ban­ca­rella 2006), La ter­ra del­la mia ani­ma (Pre­­mio Grinzane Noir 2007), Cri­stia­ni di Al­lah (2008), Per­das de Fogu con i Ma­ma Sa­bot (Pre­mio Noir Eco­lo­gista Jean-Clau­de Izzo 2009), L’amore del bandito (2010) e Alla fine di un giorno noioso (2011). Per Einaudi Stile Libero ha pubblicato Mi fido di te, scritto assieme a Francesco Abate, Respiro corto, Cocaina (con Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo) e, con Marco Videtta, i quattro romanzi del ciclo Le Vendicatrici (Ksenia, Eva, Sara e Luz). I suoi libri sono tradotti in molte lingue e ha vinto numerosi premi sia in Italia che all’estero. Massimo Carlotto è anche autore teatrale, sce­­neggiatore e collabora con quotidiani, riviste e mu­sicisti.

Roberta Gallego, magistrato, nata a Treviso. Ha esordito nel 2013 con la pubblicazione di Quota 33, col quale ha inaugurato la serie dedicata alle «Storia di una procura imperfetta». Doppia ombra è il secondo episodio.

Roberto Riccardi colonnello dell’Arma e direttore della rivista Il Carabiniere. Ha lavorato per anni in Sicilia e Calabria e ha comandato la Sezione antidroga del Nucleo investigativo di Roma svolgendo indagini in campo internazionale. Ha esordito nel 2009 con Sono stato un numero (Giuntina) a cui è seguito il thriller Legame di sangue (Mondadori, 2009), il romanzo storico La foto sulla spiaggia (Giuntina, 2012) e il giallo I condannati (Giallo Mondadori, 2012). Per le Edizioni E/O è uscito nel 2012 Undercover.

Nel 2013 esce Venga pure la fine che tocca il conflitto avvenuto in Bosnia alla fine del ventesimo secolo, candidato al premio Strega 2014.

Piergiorgio Pulixi nato a Cagliari nel 1982, vive a Padova. Fa parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de Fogu, (edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco inserito nel trittico noir Donne a Perdere (edizioni E/O 2010). Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul Manifesto e Micromega.

Programma:

  • §ore 15.30 Oratorio dei Battuti, Via Martiri della libertà

Presentazione della giornata e del percorso in giallo

Visita guidata dell’oratorio

  • §ore 16.30 Castrum di Serravalle, Via Roma 21

Incontro con ROBERTA GALLEGO autrice di “Doppia ombra” e “Quota 33”, Edizioni TEA.

Visita del Castrum di Serravalle

Anche i gialli giudiziari possono essere divertenti e ironici, e DOPPIA OMBRA di Roberta Gallego, edito da Tea editore, lo è sicuramente.
Questo giallo è il secondo episodio della serie “Storie di una procura imperfetta”, inaugurata lo scorso anno dall’autrice con QUOTA 33.
La particolarità di questo giallo, che lo rende leggero ma coinvolgente, è il corollario di piccoli casi giudiziari che accompagna quello principale: l’omicidio di un noto farmacista appartenente all’alta società, Fulvio Albastri.
Come in un giallo che si rispetti, la soluzione appare semplice. Il delitto, infatti, sembra imputabile alla criminalità organizzata, in quanto molti particolari conducono ad un delitto a scopo di rapina, avvenuto qualche settimana prima. Ma le indagini non saranno così semplici, perché individuare la verità è più difficile del previsto e, soprattutto, molto più sconvolgente.
Per portare a galla quello che è realmente successo, il protagonista, il sostituto procuratore Alvise Guarnieri, dovrà scavare nella vita privata della vittima, che rappresenta sempre la maggior fonte di informazioni, portando alla luce segreti inconffessabili. Quei segreti che condizionanao il resto di tutta la tua vita. Quei segreti che ti lasciano un segno indelebile, che tenti di dimenticare, invano.
Dotata di uno stile narrativo deciso, secco, farcito di termini del gergo giudiziario, la Gallego dà vita ad una lettura piacevole, ricca di una sottile ironia.
Il mondo della procura è descritto in modo reale, senza però appensantirne la lettura che, invece, risulta coinvolgente. Ottima anche la descrizione dei personaggi, che vivono di vita propria.
In conclusione, un giallo di cui ne consigliamo sicuramente la lettura!

  • §ore 18.00 Museo del Cenedese, Piazza Flaminio

Incontro con MASSIMO CARLOTTO che presenterà il suo ultimo libro “Il mondo non mi deve nulla” Edizioni E/O

Rimini. Adelmo, un ladro stanco e sfortunato, nota una finestra aperta sulla facciata di una ricca palazzina. La tentazione è irresistibile e conduce l’uomo a trovarsi faccia a faccia con Lise, la stravagante padrona di casa, una croupier tedesca che si gode la pensione al mare. Nessuno dei due corrisponde al ruolo che dovrebbero ricoprire e tra violenza e comicità si sviluppa un rapporto strano, bizzarro ma allo stesso tempo complesso e intenso sul piano dei sentimenti. Adelmo cerca di arginare la precarietà che lo sta allontanando da un’esistenza normale, Lise invece è convinta di non avere più crediti da riscuotere dal mondo intero. Sono infinitamente lontani, nulla li accomuna, eppure entrambi cercano il modo di essere compresi e amati dall’altro. Ma l’amore, anche se si regge su ineluttabili fragilità, può essere in grado di soddisfare desideri, salvare esistenze, rimettere a posto le cose. Il cuore di Rimini pulsa tranquillo in attesa dell’arrivo chiassoso dei turisti. Adelmo è felice quando gira in bicicletta nelle vie della sua città cantando a squarciagola. Lise invece sogna che Rimini si stacchi dalla terra e vada alla deriva per l’eternità.

Con Carlotto saranno presenti:

  • §ROBERTO RICCARDI autore di “Venga pure la fine

La giustizia internazionale è un’importante frontiera della civiltà moderna: la via perché davvero, come vuole fin dal 1948 la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, tutti i cittadini nascano “liberi ed eguali in dignità e diritti”. Il romanzo Venga pure la fine di Roberto Riccardi, che muove dalla sospetta ingestione di farmaci nocivi da parte di un criminale della guerra in Bosnia, sulla quale indaga un ufficiale italiano, affronta il tema con il ritmo proprio di un noir, uno stile narrativo contemporaneo e il realismo di chi conosce la materia. Perché Riccardi, colonnello dell’Arma, l’uniforme delle missioni di stabilizzazione l’ha indossata due volte, la prima in Bosnia e la seconda nel Kosovo.
La tragedia dei Balcani, nel libro, è occasione per riflettere sugli orrori dei conflitti e sull’eterna giustificazione dei carnefici: “non ho fatto che eseguire degli ordini”. Saranno i due protagonisti, il tenente Rocco Liguori e il colonnello Milan Dragojevic, a confrontarsi su questo assunto, e lo faranno a colpi di Elsa Morante e Ivo Andrić, dei quali hanno letto gli stessi testi per giungere a conclusioni diametralmente opposte. Sullo sfondo, fra una Sarajevo devastata e L’Aja sede del Tribunale penale per i crimini commessi nella ex-Yugoslavia, il ruolo del nostro Paese, sempre in bilico nel difficile equilibrio fra il rispetto della propria Costituzione e gli obblighi imposti dalle varie Alleanze.

  • §PIERGIORGIO PULIXI autore di “Una brutta storia” e di “La notte dellepantere”

Soldi, sesso e potere in “La notte delle pantere”. L’ispettore Biagio Mazzeo è a capo di un’unità composta da poliziotti duri specializzati nella lotta al crimine e disposti a seguirlo come un padre. Questo li porta spesso a oltrepassare il labile confine tra legalità e illegalità. Per salvare i suoi uomini da uno scandalo di crimini e corruzione, Mazzeo finisce in carcere. Ma il suo sacrificio non può fermare le conseguenze di anni di comportamenti criminali. La sua squadra infatti ha messo le mani sulla partita di droga sbagliata. E ora i proprietari la rivogliono indietro. Ma non sono criminali comuni: si tratta di ‘ndrangheta, mafiosi disposti a tutto pur di riaverla. Da dietro le sbarre Mazzeo non può fare nulla per aiutare i suoi. A meno che non scenda a patti con la legge scegliendo di imbarcarsi in una missione sporca e suicida. Una giovane funzionaria di Polizia propone al poliziotto corrotto un patto: lo tirerà fuori e farà cadere tutte le accuse se lui farà qualcosa per lei: fermare una guerra già dichiarata. In un crescendo di violenza, vendette e corruzione, Biagio Mazzeo dovrà scegliere da che parte stare perché questa volta non c’è in gioco soltanto il distintivo, ma la vita. Dopo il successo di Una brutta storia, Mazzeo e le sue pantere tornano con un’avventura ricca di azione e suspense. Un dramma poliziesco dal ritmo adrenalinico e cinematografico.

entrambi gli autori sono pubblicati dalla casa editriceE/O, nella collana Sabot/age curata dallo stessoCarlotto.

  • §ore 20 circa Piazza Flaminio

Aperitivo nella piazza di fronte al Museo del Cenedese, offerto da PERLAGE, le bio bollicine Prosecco di Conegliano Valdobbiadene DOCG biologico.

MENÙ IN GIALLO a prezzo concordato (€ 15/20 ) per pranzo e cena nei locali di Serravalle convenzionati con GIALLOSERRAVALLE:

v La Cerva Piazza Flaminio, 8
v La Giraffa Piazza Fontana, 10
v Cordiali Salumi Via Martiri Della Liberta, 6
v Pizzeria 128 Via Roma, 128
v Semprequeo Piazza Foro Boario, 13

Si ringrazia la Libreria Ubik di Castelfranco per la collaborazione

 

INGRESSO LIBERO

INFO: Associazione Amici del Castrum, tel. 0438-928029, e-mail: castello@serravallefestival.it

Associazione Amici del Castrum affiliata ASI
Castrum di Serravalle – Via Roma 21 – 31029 Vittorio Veneto
Sede operativa: Piazza Flaminio 23 -31029 Vittorio Veneto
tel. 0438/928029 fax 0438-552497 cell. 348/4238334

castello@serravallefestival.itwww.serravallefestival.it
PEC amicidelcastrum@pec.serravallefestival.it

 

GIALLOSERRAVALLE – 15 GIUGNO 2014

 

MENU’ IN GIALLO:

 

PIZZERIA 128, Via Roma 128

  • PIZZA LA MIMOSA o PIZZA CORBARINA (entrambe con impasto di farina biologica)
  • BIBITA
  • CAFFE’
  • SORBETTO AL CAFFE’

Costo € 15,00 a persona

OSTERIA CON CUCINA LA GIRAFFA, Piazza Fontana 10

  • L’intrigo nell’insalata di pollo e mango
  • Strozzapreti rosso sangue con pesto di rucola
  • Giallo in gelatina
  • 1/4 vino
  • Caffè

Costo € 17 a persona

RISTORANTE CORDIALI SALUMI, Via Martiri della Libertà 6

ANTIPASTO:  Bocconcini di ananas e speck
PRIMO PIATTO: Tagliolini al limone
SECONDO PIATTO: Pollo al Curry/Pollo in agrodolce  con  contorno di peperoni gialli
DESSERT GIALLO: Creme Caramel

PREZZO: MENU COMPLETO € 20.00

ANTIPASTO + PRIMO € 12.00
ANTIPASTO + SECONDO € 15.00

I prezzi si intendono comprensivi di acqua, caffè e dessert

RISTORANTE SEMPREQUEO, Piazza Foro Boario 13

  • Mazzancolle dorate
  • Caserecce di gragnano con cozze, capesante e zafferano
  • Dolce della casa
  • 1 calice di vino e acqua

Costo € 20 a persona

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______