Fregona Trail Fest 2016 – domenica 10 luglio

articolo collegato:
Minitrail delle Grotte del Caglieron 2018

______

Fregona Trail Fest 2016 – domenica 10 luglio

La festa della corsa in montagna

tredicesima edizione

iscrizioni aperte

Fregona Trail Fest 2016, il trail running tra il Cansiglio e Fregona immerso in quella che è la seconda foresta più grande d’Italia. Il 10 luglio da Fregona prenderanno il via il Pizzoc Trail, il Troi dei Cimbri e l’Antico Troi degli Sciamani, mentre il 9 luglio in Cansiglio si terrà una nuova gara pensata per i più piccoli, il Mini Trail.

NOVITÀ 2016

L’edizione 2016 si fa in quattro e si rinnova: invertiti i sensi di percorrenza dei tracciati e inseriti nuovi tratti. Inoltre il Pizzoc Trail entra nel circuito UISP – prova Criterium Nazionale Trail 2016.

Il Fregona Trail Fest di domenica 10 luglio 2016 prevede tre gare: Pizzoc Trail da 21,7 km con percorso Fregona-Pizzoc-Fregona, Troi dei Cimbri da 45 km che tocca i villaggi cimbri e il museo di Pian Osteria, Antico Troi degli Sciamani da 80 km che compie un periplo del Cansiglio. Il 9 luglio ci sara’ invece la nuova gara pensata per i più piccoli: il Mini Trail.

10 LUGLIO 2016 :

TROI DEI CIMBRI,
PIZZOC TRAIL
e
ANTICO TROI DEGLI SCIAMANI

Per maggiori info: Pro Loco di Fregona
tel. 0438.585487 – prolocofregona@tiscali.it

 

_________

TROI DEI CIMBRI

TROI DEI CIMBRI – Prova individuale di 45 km (80% sentiero, 17% sterrato e 3% asfalto) con dislivello positivo di 2.200 metri, toccherà un’altitudine massima di 1.550 metri. Partenza alle 7 da Fregona (tempo massimo 12 ore). Erede dell’Ecomaratona dei Cimbri, il tracciato è immerso nella foresta del Cansiglio e toccherà le pendici del Monte Pizzoc percorrendo dei sentieri mai calcati prima. In breve: i primi 10 km di salita fino a Cadolten, poi 25 km di saliscendi nel bosco per raggiungere il monte Pizzoc, ed infine 10 km di discesa fino all’arrivo, godendo di panorami mozzafiato verso la pianura ed in lontananza la laguna veneta.

Affascinante gara di trail running che si inoltra nel profondo della foresta del Cansiglio. Con il massimo rispetto della Natura che ospita gli atleti: rifiuti zero!

– LUNGHEZZA: km 45
– DISLIVELLO: mt. 2200
– TIPOLOGIA PERCORSO: 80 % sentiero, 17 % sterrato, 3 % asfalto
– ALTITUDINE MINIMA: 220, al km. 1,200
– ALTITUDINE MASSIMA: 1547, al km. 10,600
– ORARIO PARTENZA: ore 8,00
– TEMPO MASSIMO: 11 ore
– NUMERO RISTORI: 3 forniti di bevande e cibo

Una nuova sfida. Un nuovo viaggio, spingendosi sempre più nel cuore del Cansiglio, la magica foresta ai tra le provincie di Treviso, Belluno e Pordenone.
Si chiama “TROI”, cioè sentiero: e infatti la gran parte, con ben poco lasciato alle strade sterrate e quasi nulla all’asfalto. Si tratta di 45 km di pura immersione nel verde, per lo più nella foresta, a scoprire angoli di Cansiglio quasi sconosciuti e lontani da auto e turisti, da percorrere a diretto contatto con la Natura. Il Troi si caratterizza per un’attenzione speciale al rispetto dell’ambiente e aderisce alla campagna “IO NON GETTO I MIEI RIFIUTI” promossa da Spirito Trail e rivolta a tutti i veri trailrunner, atleti e organizzatori, per tutelare l’ambiente e la natura.

Il Troi dei Cimbri è una gara di trail running di montagna di lunga distanza; è lunga circa 45 km, con 2.200 metri di dislivello positivo, con partenza alle ore 8:00 da Fregona ed arrivo a Fregona (campo sportivo). Il tempo massimo per essere classificati è di 11 ore, la prova si chiuderà quindi alle ore 19.00 dello stesso giorno. Il Troi dei Cimbri si sviluppa interamente su sentieri e stradine sterrate ben tracciate (cartografia Tabacco – carta n°012), interessando nella parte iniziale ed in quella finale il monte Pizzoc, nella parte centrale la Foresta del Cansiglio. La prova si svolge in gran parte (80% circa) lungo sentieri di montagna e boschivi a quote altimetriche comprese tra 210 m. s.l.m. e 1575 m. s.l.m. e le condizioni possono essere difficili e talora estreme a causa di freddo, vento, pioggia, nebbia. Per affrontare il Troi dei Cimbri sono indispensabili un accurato allenamento, un’adeguata conoscenza della montagna (capacità di orientamento, capacità di seguire un sentiero, capacità di affrontare imprevisti tipici dell’ambiente naturale montano, come un temporale, la riduzione di visibilità, o il buio), una solida capacità d’autonomia personale.

_________

PIZZOC TRAIL

Sulla distanza di 21,7 km (90% sentiero, 7% sterrato e 3% asfalto), e un dislivello positivo di 1.590 metri, la gara partirà alle 8 da Fregona (tempo massimo 8 ore). Quasi interamente su single track, metà gara in salita fino al monte Pizzoc e metà in discesa, offrirà agli atleti panorami incantevoli. Quest’anno è prova Criterium Nazionale Trail 2016 della Uisp.

Gara di trail running che si inerpica da Fregona fino al Monte Pizzoc per poi scendere verso i prati di Cadolten ed il sentiero della Terra Nera. Con il massimo rispetto della Natura che ospita gli atleti: rifiuti zero!

– LUNGHEZZA: km 21,7
– DISLIVELLO: mt. 1590 dislivello positivo
– TIPOLOGIA PERCORSO: 90 % sentiero, 7 % sterrato, 3 % asfalto
– ORARIO PARTENZA: ore 9,00
– TEMPO MASSIMO: 6 ore
– NUMERO RISTORI: 1 forniti di bevande e cibo

Il Pizzoc Trail è una gara di trail running di montagna della distanza di circa 21,7 km., con 1.590 m. di dislivello positivo e interessa il versante sud del Monte Pizzoc LA gara si caratterizza per un’attenzione speciale al rispetto dell’ambiente: si corre infatti in semi-autosufficienza, niente bottiglie e bicchieri di plastica ai ristori.

_________

ANTICO TROI degli SCIAMANI

Prova di trail running individuale sulla lunghezza di circa 80 km (80% sentiero, 18% sterrato e 2% asfalto) con 3.300 metri di dislivello positivo, è gara qualificante per l’Ultra Trail du Mont Blanc. Partirà alla mezzanotte del 9 luglio da Fregona, tempo massimo di percorrenza 19 ore e si toccherà un’altitudine massima di 1.780 metri. Sarà un viaggio nella foresta: il tracciato si snoda sulle pendici del monte Pizzoc e nel bosco del Cansiglio fino alla zona del Monte Cavallo.

__________

MINI TRAIL

L’edizione 2016 del Fregona Trail Fest apre ai bambini e a loro dedica, sabato 9 luglio, un trail di 2,2 km (su sentieri e asfalto) con un dislivello di 60 metri che partirà alle 15 in località Vallorch (Pian Cansiglio) presso il Centro Educativo Ambientale. Non una competizione, ma un’occasione per i bambini dai 5 ai 10 anni per avvicinarsi a questo sport immerso nella natura. A ciascun partecipante al termine verrà consegnata una medaglia in legno di faggio del Cansiglio.

___________

 

troideicimbri

A FREGONA SI ARRIVA…

Autostrada A27 uscita Vittorio Veneto Sud
Si prosegue per circa 6 Km in direzione “Fregona” o “Cansiglio”

 

FREGONA: UN PO’ DI STORIA…

Fregona, sorta sulle colline dell’altipiano del Cansiglio in età preromana, è oggi un paese di circa 3000 abitanti lungo la Statale che sale da Vittorio Veneto.

Favorito dal clima fresco d’estate e temperato d’inverno, ha da sempre avuto una notevole ricchezza di prodotti agricoli.

Dal punto di vista artistico, Fregona si contraddistingue per la celebre “Pala di S. Giorgio” di Francesco da Milano nella parrocchiale di Osigo, e per l’affresco “Crocifisso e le anime del Purgatorio” di Sebastiano Ricci nella chiesa arcipretale, dove si trovano anche sculture di Giuseppe Bernardi Torretti, maestro del Canova, e due tele della bottega del Tiziano. Il territorio è contrassegnato da numerose ville venete, quali Villa Altan-Pancetti, Villa Trojer-Salvador e Villa Todesco-Salvador. Suggestivo è il paesaggio naturalistico offerto dalle Grotte del Caglieron, ambiente veramente singolare di grotte formatasi nel tempo in seguito all’intervento dell’acqua e dell’opera dell’ uomo. Numerose passeggiate ed escursioni si possono effettuare attraverso i vari sentieri che si articolano sul territorio.

La stagione autunnale offre inoltre suggestive escursioni nella Foresta del Cansiglio, conosciuta come “Foresta dei Dogi” perchè riforniva di legname la flotta veneziana ai tempi della Repubblica Serenissima.

LE COMUNITA’ CIMBRE IN CANSIGLIO

Le Comunità Cimbre sono un complesso di popolazioni provenienti essenzialmente dal Tirolo occidentale ed in particolare dalla valle del Lech. Si stabilirono a partire dal XI secolo fino alla fine del XIV in varie località della zona montuosa compresa fra il fiume Brenta e l’Adige. Sull’Altopiano di Asiago si formarono sette comunità tedesche, che divennero note come i Sette Comuni, con capitale Asiago. Nel 1287 un nuovo gruppo di coloni tedeschi ottenne delle terre nella Lessinia veronese, costituendo nel corso del tempo i Tredici Comuni.

A partire dal 1300 i coloni vengono definiti comunemente non più tedeschi ma Cimbri. Il termine fu preso dal tedesco medievale «zimberer», boscaiolo, carpentiere.

Quando Venezia prende possesso dei territori già scaligeri, si accorda con i Cimbri affinchè facciano da guardia armata ai confini. In cambio i Cimbri vivono in piena autonomia, godendo di molte esenzioni da tasse; i Sette Comuni formarono una sorta di piccola repubblica. Per vari secoli verrà anche riconosciuto ai Cimbri di avere un parroco proveniente dai paesi di lingua tedesca.

Verso la fine del 1700 con l’avvento di Napoleone nelle terre venete la comunità Cimbra dei Sette Comuni si vide privata dei diritti e dei benefici acquisiti sotto il dominio della Serenissima e tra questi, quello di usufruire delle piante di faggio da cui, con particolari lavorazioni, si ricavavano scatole e contenitori di forma cilindrica.

Fu così che alcune famiglie, sembra su indicazione di un ex funzionario della Serenissima, giunsero in Cansiglio dove gli alberi di faggio erano in abbondanza e di ottima qualità.

Per i primi anni lavoravano in Cansiglio solo nella stagione estiva per poi ritornare sull’altopiano per passare l’inverno. Successivamente, verso i primi dell’Ottocento, si stabilirono definitivamente formando i primi villaggi. Furono di fatto i primi abitanti della foresta.

Le comunità cimbre attualmente sono presenti oltre che in Cansiglio, nell’altopiano di Asiago in provincia di Vicenza, nei Tredici Comuni della Lessina nel veronese e a Luserna nell’altopiano del Vezzena in provincia di Trento.

Con una Legge Regionale del 1994 e con la Legge 482 del 15/12/99 i Cimbri sono riconosciuti come «Minoranza etnica» e sono rappresentati dal Comitato delle Associazioni Cimbre a cui fanno parte il Curatorium Cimbricum Veronese, l’Istituto di Cultura Cimbra di Roana e l’Associazione Culturale Cimbri del Cansiglio.

__________

Alloggi Agrituristici “Le Vignole” a Cordignano (Tv)

alloggio situato ai piedi delle Prealpi trevigiane, a Pinidello di Cordignano.

Alloggi Agrituristici “Le Vignole”
Strada dei Lavina n.7, Pinidello di Cordignano (TV)
cell. 333/4348966 – fax 0438/999667 – www.alloggilevignole.itinfo@alloggilevignole.it

Gli Alloggi Agrituristici “Le Vignole” sono il risultato di un accurato restauro di un’antica casa rurale per soggiorni business, d’affari, per fiere o per vacanze. Gli alloggi offrono un servizio ricettivo con tutti i comfort necessari presentando quattro appartamenti con due ingressi indipendenti e sei camere con bagno privato e servizio di prima colazione a buffet.

_________

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______