Formaggi Di Vini: un percorso alternativo per Cantine Aperte – 26 maggio

FORMAGGI DI VINI: UN PERCORSO ALTERNATIVO PER CANTINE APERTE

Il prossimo 26 maggio per Cantine Aperte, tradizionale rassegna dedicata ai wine lovers, la Latteria Perenzin, situata a pochi passi dalla famosa Strada del Prosecco, aprirà le porte ai wine lovers. La giornata prevede numerose visite guidate ai locali di stagionatura già dalla mattinata, con degustazioni di formaggi vaccini e di capra bio creati dal mastro casaro Carlo Piccoli.

Domenica 26 maggio in occasione della giornata dedicata agli eno-amatori Cantine Aperte, la storica Latteria Perenzin di Bagnolo di San Pietro di Feletto (Tv) apre le porte a tutti coloro che vorranno conoscere da vicino il mondo dei formaggi artigianali, offrendo un percorso alternativo che dal vino approda alla produzione lattiero-caseario d’eccellenza.

Per i wine lovers un’occasione da non perdere, quella di poter visitare ed assaggiare i formaggi della storica latteria di Bagnolo, che ha oltre 100 anni di storia alle spalle e che si trova a pochi passi dalla famosa Strada del Prosecco e che proporrà agli ospiti un approccio al mondo dell’arte casearia. Si inizierà già dalla prima mattinata con visite guidate nei locali di stagionatura e di affinamento, tra il profumo del latte appena munto, abbagliati alla vista di centinaia di forme di formaggio messe in fila ordinatamente sui ripiani di legno ad invecchiare: un modo per avvicinarsi a questo mondo di tradizione e di storia.

La Latteria Perenzin è il tempio del formaggio in tutti i sensi perché è anche la sede dell’Accademia Internazionale dell’Arte Casearia, dove decine e decine di giovani riempiono le sale tutti i mesi frequentando i corsi dedicati a chi vuole imparare il mestiere del casaro, un mestiere antico che ancora oggi si tramanda da padre in figlio.

Tra i formaggi proposti in degustazione da Emanuela e Carlo Piccoli, i titolari della latteria, i bio caprini e vaccini, sia freschi che stagionati, come l’originale San Pietro in cera d’api, formaggio stagionato dal gusto morbido e delicato dalla spiccata aromaticità e leggera nota piccante e tra le novità il Piccolo fiore di bufala, con crosta fiorita dal sapore cremoso e setoso, prodotto con latte di bufala di origine veneta, la Robiola di capra al cuor di tartufo farcito con un leggerissimo strato di tartufo nero estivo e per rimanere in tema vino il Millefoglie al Marzemino di Capra, formaggio caprino ubriacato nel vino Marzemino di Refrontolo passito.

Per chi vuole fare shopping quello della latteria è il posto giusto, può trovare il Montasio Dop Mezzano stagionato 5-10 mesi, il Formaggio di Capra al Traminer e la Robiola di Capra, tutti formaggi eccellenti e premiati nei più importanti concorsi del settore.

Carlo ed Emanuela con i loro formaggi sempre domenica 26 saranno presenti anche alla passeggiata RiveVive , un affascinante percorso sensoriale tra le colline di Farra di Soligo, dove gli iscritti al percorso Est Collagù assaggeranno i vini della Cantina La Farra in abbinamento alla deliziosa Spuma di robiola di capra bio e il Formaggio di bufala con la mostarda.

Per maggiori info:


PER Percorsi Enogastronomici di Ricerca

0438/34874 – per@perenzin.comwww.perperenzin.com
Via Cervano 77/D, Bagnolo San Pietro di Feletto TV

 

Latteria Perenzin

La latteria Perenzin produce formaggi tradizionali da 4 generazioni e da più di una decina di anni anche formaggi biologici, è stata premiata con medaglia d’oro al “Salon des Arts Ménagers” di Bruxelles nel 1933.

Le lavorazioni sono artigianali e sono direttamente seguite da Carlo Piccoli che vanta un’esperienza ventennale maturata su tutta la filiera: raccolta latte, trasformazione, stagionatura, affinamento e vendita diretta al pubblico.

Le conoscenze acquisite in questi anni e l’aver seguito dei corsi di formazione e di aggiornamento, tenuti dai maggiori esperti nazionali di tecnologia casearia, hanno contribuito a fare di Carlo uno dei maggiori esperti di produzione artigianale di formaggi, è inoltre anche “maestro assaggiatore di formaggi” con diploma ONAF.

Il packaging, l’amministrazione, le vendite e le pubbliche relazioni sono seguite da Emanuela Perenzin, pronipote di Domenico Perenzin fondatore, assieme ai figli (tra cui Valentino Angelo nonno di Emanuela) del primo caseificio agli inizi del 1900 in località Tarzo, a qualche chilometro dall’attuale sede costruita nel 1958 e rinnovata nel 1997.

La memoria del profumo del latte munto appena poco prima della raccolta, il profumo dell’erba appena tagliata, del fieno secco, delle piccole stalle… è un patrimonio che viene utilizzato tuttora nelle tantissime lavorazioni diverse che il caseificio produce.

“Consideriamo i nostri formaggi come delle “creature” – commenta Emanuela Perenzin – e come tali li alleviamo fino a portarli ad una giusta maturazione. La capacità principale della nostra azienda è quella di saper “inventare” sempre nuovi formaggi, certamente innovativi ma anche strettamente legati al territorio ed alle tradizioni locali.”

Passione, conoscenza approfondita di tutte le fasi del lavoro, studio, ricerca e sperimentazione hanno portato la Latteria Perenzin ad essere uno tra i primi caseifici in Italia come numero di tipologie di formaggi prodotti, con un patrimonio di oltre 50 ricette.

Un attento controllo igienico in tutte le fasi di lavorazione garantisce la certezza della salubrità dei formaggi Perenzin.
Un sistema di confezionamento moderno ed innovativo, inoltre, consente di dare durata ai prodotti freschi senza l’uso di conservanti, come richiesto per i migliori formaggi biologici.

Per maggiori informazioni:

Latteria Perenzin – Via Cervano, 85 31020 Bagnolo (TV)
tel: 0438 21355 – www.perenzin.cominfo@perenzin.com

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______