Fiera Internazionale Agricoltura Santa Lucia chiude con oltre 30 mila biglietti, 48 mila accessi e 500 studenti. nel 2017 da 3 a 4 giorni di fiera.

aricolo collegato:
Fiera dell’Agricoltura 2018 a Santa Lucia di Piave
______

L’edizione 2016 della Fiera dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave ha confermato i buoni risultati dello scorso anno in termini di affluenza nel quartiere espositivo. Sono stati oltre 30 mila i biglietti erogati per l’accesso alle due aree espositive, Campo Fiera e Padiglione Filande, per un totale di 48 mila accessi. La tradizione non ha smentito le ormai consolidate 200 mila presenze nel circondario della storica manifestazione del Quartier del Piave.

Un notevole interesse è stato manifestato dagli studenti degli Istituti Agrari del Veneto e del Friuli Venezia Giulia che hanno raggiunto quota 500, molti dei quali hanno partecipato attivamente ai convegni del programma fieristico.

Un’importante novità in vista dell’edizione 2017 della Fiera agricola: l’ente fieristico allungherà di 1 giorno la manifestazione che avrà luogo nelle date 8,9, 10 e 11 dicembre del prossimo anno.

La Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia accompagnerà le feste natalizie di tutti gli italiani con la messa in onda della trasmissione “Ricette all’Italiana” di Rete 4, registrata durante la fiera insieme al conduttore Davide Mengacci (in onda nei giorni 21, 22 e 23 dicembre alle ore 10,45).

Per maggiori info:
www.fieresantalucia.it

Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia “sfida” i fitofarmaci – 10, 11 e 12 dicembre 2016

È possibile coltivare generi alimentari di alta qualità, diminuendo l’utilizzo dei fitofarmaci e aumentando il reddito delle aziende agricole? La risposta è sì. Un progetto sviluppato da Veneto Agricoltura, in collaborazione con Condifesa Veneto e Friuli Venezia Giulia, ha ideato un modello innovativo di “difesa integrata” applicabile specialmente alle coltivazioni cerealicole ed erbacee. Un metodo avanguardistico unico in Europa, tanto da attirare l’interesse della Commissione europea e del governo giapponese, istituzioni presso le quali i ricercatori di Veneto Agricoltura hanno presentato il progetto in anteprima internazionale. I risultati ottenuti da questo modello, insieme ad altri progetti e macchinari ad alta innovazione, sono stati presentati durante la Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave, manifestazione interamente dedicata al settore primario che si e’ svolta in provincia di Treviso dal 10 al 12 dicembre 2016.

“Il Nordest ancora una volta è protagonista nella ricerca scientifica, attraverso una maratona di tre giorni che ha condotto gli agricoltori in un percorso di 15 convegni tecnici, 2 presentazioni di progetti pilota ad alta sperimentazione, 50 mila metri quadri di parco macchine e attrezzature per tutti i tipi di agricoltura, anteprime nazionali ad alta componente tecnologica – ha spiegato il presidente della Fiera Domenico Dal Bo’ –  tutto questo al fine di fornire agli addetti ai lavori gli strumenti per poter affrontare le sfide dettate dall’Europa in termini di sostenibilità ambientale e agricoltura consapevole”.

“La Fiera Internazionale di Santa Lucia ha offerto occasioni di scambio e confronto sulle tecniche innovative di coltivazione e sui macchinari di ultima generazione che consentono di ridurre i trattamenti – ha raccontato il sindaco di Santa Lucia di Piave Riccardo Szumski – Oltre al convegno di Veneto Agricoltura, organizzato in collaborazione con Condifesa Veneto per diffondere il Bollettino Colture Erbacee, è stato fatto un incontro coordinato dal Crea – Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano – insieme a Vivai Cooperativi Rauscedo, dedicato alla coltura della vite, nel quale sono state presentate le ultime sperimentazioni in materia di portinnesti (frutto di oltre 700 combinazioni varietà/portinnesto in un anno) e nel campo delle varietà resistenti (su 24.000 semenzali, 10 sono state iscritte nel Catalogo Nazionale)”. Ricerche, queste ultime, realizzate con l’Università degli Studi di Milano e l’Università degli Studi di Udine. E ancora. Un convegno, organizzato da Apima e Coditv, e’ stato riservato ai servizi forniti dai contoterzisti nella gestione delle irrorazione di fitofarmaci.

_______

Zaia alla Fiera Agricoltura Santa Lucia:
inaugurazione in dialetto veneto e saluto alle delegazioni straniere in inglese

Clicca QUI per scaricare le traduzioni

_______

Mengacci in Fiera a Santa Lucia: valorizzare i prodotti veneti con la trasmissione “Ricette all’italiana”

_______

INFORMAZIONI

Il programma completo della Fiera è consultabile al sito www.fieresantalucia.it/fieraagricoltura. News e aggiornamenti su Facebook (Fiere Santa Lucia di Piave), Twitter (@fieragricoltura), Google+ (Fiere Santa Lucia di Piave), Youtube (Fiere Santa Lucia di Piave) e Istagram (@fieragricoltura)

Per maggiori info:
www.fieresantalucia.it

Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia in aiuto ad Amatrice:
donerà 10 centesimi per ogni biglietto venduto

Programma

VENERDI’ 9 DICEMBRE 2016

Ore 20.30 | Aula Magna dell’UNIVERSITA’ di AGRARIA via Dalmasso, 1 – Conegliano (TV)
CONVEGNO: INNOVAZIONE E VITICOLTURA DI PRECISIONE | I vitigni fitoresistenti e le nuove tecniche agronomiche
Reltori: Dr. EUGENIO SARTORI – Direttore Vivai Cooperativi Rauscedo, Dr. DIEGO TOMASI – Direttore CREA-VIT Conegliano e Dr. GIORGIO PANTANO – Progetto Dodich
-ingresso libero-

SABATO 10 DICEMBRE 2016

Ore 9.00
Apertura spazi fieristici (Campo Fiera + pad. ex Filande)

Ore 9.30 | Campo Fiera – pad. Agriservice
Apertura Baby Farm

Ore 11.00 (13.00) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
FOCUS: APICOLTURA – I produttori
Relatori: Flavio Piovesan e Renato Selvestrel

Ore 13.00 (14.30) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande(ex Filande)
DEGUSTAZIONE: Miele e Formaggio

Ore 15.00 (17.00) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
FOCUS: APICOLTURA – I produttori
Relatori: Flavio Piovesan e Renato Selvestrel

Ore 16.30 | Auditorium – pad. Filanda Piccola (ex Filande)
CONVEGNO: PIU MECCANICA MENO CHIMICA- IL RUOLO DEL C/TERZISTA A SOSTEGNO DELL’AGRICOLTURA E DELL ‘AMBIENTE – Pan e la Riduzione Impatto Ambientale
Relatori: Dr. Roberto Guidotti – Resp.Tecnico Unima- Dr. Odino Bin-Resp. Tecnico CO.DI.TV
Coordinatore –Francesca Mayer –Direttore Apima Treviso e Belluno

Ore 17.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
PROIEZIONE: “UN MONDO IN PERICOLO” Documentario

Ore 18.00
Chiusura spazi fieristici (Campo Fiera)

Ore 19.00
Chiusura spazi fieristici (pad. ex Filande)

DOMENICA 11 DICEMBRE 2016

Ore 9.00
Apertura spazi fieristici (Campo Fiera + pad. ex Filande)

Ore 9.30 | Campo Fiera – pad. Agriservice
Apertura Baby Farm

Ore 11.00 | Auditorium pad. Filanda Piccola (ex Filande)
INAUGURAZIONE UFFICIALE 1356^ EDIZIONE FIERA INTERNAZIONALE DELL’AGRICOLTURA DI SANTA LUCIA DI PIAVE

Ore 11.00 (13.00) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
TAVOLA ROTONDA: “DAL BIO AL CONVENZIONALE VINO SENZA SOLFITI E VINO VEGANO”
Relatori: Le Carline, Perlage

Ore 13.00 (14.30) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande(ex Filande)
DEGUSTAZIONE: Miele, Vino e Formaggio

Ore 14.30 | Auditorium – pad. Filanda Piccola (ex Filande)
CONVEGNO: BANDO ISI INAIL 2016 | I contributo, a fondo perduto, per acquisto macchine agricole
Relatori: Salomoni Srl, Franco Clò Srl e in collaborazione con PiuSicura Servizi per l’Impresa Srl

Ore 15.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
FOCUS: “ENOLOGIA E METODO BIODINAMICO”
Relatori: Adriano Zago – agronomo ed enologo

Ore 16.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
TAVOLA ROTONDA: “L’APICOLTURA SECONDO I PRINCIPI DELLA BIODINAMICA”
Relatori: Luca Mion – produttore biodinamico

Ore 17.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
FOCUS: ALLEVAMENTO – I produttori
Relatori: Centro Caseario del Cansiglio

Ore 18.00
Chiusura spazi fieristici (Campo Fiera)

Ore 19.00
Chiusura fieristici (pad. ex Filande)

LUNEDI’ 12 DICEMBRE 2016

Ore 8.00
Apertura spazi fieristici (Campo Fiera)

Ore 9.00
Apertura spazi fieristici (pad. ex Filande)

Ore 9.30 | Campo Fiera – pad. Agriservice
Apertura Baby Farm

Ore 10.30 | Auditorium – pad. Filanda Piccola (ex Filande)
CONVEGNO: “DIFESA INTEGRATA | + REDDITO – FITOFARMACI”


Veneto Agricoltura e Condifesa Veneto

Lorenzo Furlan / Veneto Agricoltura

BOLLETTINO COLTURE ERBACEE / uno strumento innovativo per la difesa integrata e per la riduzione dei fitofarmaci nei seminativi
Filippo Codato / Condifesa Veneto
FONDI MUTUALISTICI / a copertura dei rischi derivanti dalla difesa integrata e a garanzia del reddito

-ingresso libero-

Ore 11.00 (13.00) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
TAVOLA ROTONDA: “LA CURA DELL’ANIMALE SECONDO LA MEDICINA OMEOPATICA”
Relatori: Italo Conedera (medico veterinario) e Centro Caseario del Cansiglio

Ore 13.00 (14.30) | Salone Bietica – pad. Filanda Grande(ex Filande)
DEGUSTAZIONE: Miele e Formaggio

Ore 14.30 | Auditorium – pad. Filanda Piccola (ex Filande)
CONVEGNO: AGRICOLTURA DI PRECISIONE CON DEKALB: I BENEFICI NELLA PRODUZIONE DI GRANELLA E DI INSILATO.
Organizzatore: Monsanto Agricoltura Italia spa

Ore 15.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
TAVOLA ROTONDA: “IL BENESSERE DEGLI ANIMALI IN RELAZIONE ALL’AMBIENTE E ALL’ALIMENTAZIONE”
Relatori: Sabrina Menestrina (medico veterinario) e Centro Caseario del Cansiglio

Ore 16.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
TAVOLA ROTONDA: “L’APICOLTURA SECONDO I PRINCIPI DELLA BIODINAMICA”
Relatori: Luca Mion – produttore biodinamico

Ore 17.00 | Salone Bietica – pad. Filanda Grande (ex Filande)
PROIEZIONE: “UN MONDO IN PERICOLO” Documentario

Ore 18.00
Chiusura spazi fieristici (Campo Fiera + pad. ex Filande)

 

LA FIERA IN NUMERI

Macchinari e attrezzature: oltre 5000 modelli
Aziende espositrici: 400
Espositori provenienti da 20 Paesi: tra i quali Austria, Germania, Stati Uniti, Giappone, India, Cina, Francia
Visitatori attesi Fiera Agricoltura: quasi 35.000 persone
Convegni presenti in fiera: 15
Visitatori nell’area esterna alla Fiera: oltre 200.000 persone
Delegazioni straniere con prodotti agroalimentari (Salone Madre Natura): Spagna, Francia, Austria e Ungheria
Area espositiva: 50 mila metri quadrati

INFORMAZIONI UTILI

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
SABATO 10 DICEMBRE Campo Fiera (9 – 18) Padiglione ex Filande (9 – 19)
DOMENICA 11 DICEMBRE Campo Fiera (9 – 18) Padiglione ex Filande (9 – 19)
LUNEDI’ 12 DICEMBRE Campo Fiera (8 – 18) Padiglione ex Filande (9 – 18)

BIGLIETTO
Acquistabile all’entrata oppure online
INTERO 7,50 euro
RIDOTTO (accrediti on-line, minori di 14 anni compiuti, tesserati Coldiretti, Confagricoltura, Cia, ANPA) 5 euro
FREE PASS GIORNALIERO 10 euro
FAMILY (Genitori + bambini) 10 euro
Ingresso gratuito > bambini < 10 anni

 

Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave

Fiera internazionale del comparto agricolo, che fonda le sue radici in una tradizione millenaria, punto di riferimento di settore per il Nord-Est con un progetto espositivo dinamico che guarda al futuro, puntando sull’innovazione, la tecnologia e la sostenibilità delle filiere produttive.

Evento fieristico che coinvolge tutti gli operatori del settore, mettendo in relazione espositori, visitatori e istituzioni, attraverso la creazione di occasioni di interscambio tecnico e commerciale.

Una proposta fieristica trasversale e completa, che propone tutte le novità del mercato, i migliori prodotti e servizi per l’agricoltura, la viticoltura, la frutticoltura, la zootecnica, le attività forestali e del settore delle energie rinnovabili.

Per maggiori info:
www.fieresantalucia.it

 

_________

LE FIERE DI SANTA LUCIA NELLA STORIA

Da mercato sacro a Lught a sagra di Santa Lucia

Legata ai lontani traffici sulla via Hungarica e all’uso del guado di Lovadina (passo obbligato tra il Nord e il Sud d’Europa) ma anche ai commerci di Venezia con Germania, Austria, Fiandra….. E’ antichissima tradizione quella delle Fiere di Santa Lucia sub Silva. Tanto da perdersi nelle nebbie dei secoli sulle remote origini del paese che sarebbe sorto sul luogo di un già affermato e consolidato mercato paleoveneto pagano di cavalli, sacro Lught dio della luce, sostituito dal culto cristiano in onore di Santa Lucia de Sub Silva, attirerà devoti, pellegrini e mercanti. La prima era chiamata sagra perchè si consumava sul sagrato (luogo sacro e sede di camposanto); Di fronte, e proprio sull’area oggi occupata dagli edifici della ex Filanda Ancilloto, si ergeva il perduto Palazzon grando, munito di “torreselle”, che apparteneva al conte Vinciguerra quondam Giacomo di Collalto.

Fiera da secoli famosa

Per essere sorta ai limiti di un importante crocevia tra la Via Hungarica e il Guado di Lovadina, dove già dal 1124, transitavano numerosi marcanti con i loro carichi commerciali, diretti o provenienti dalle fiere d’Ungheria, Austria, Carinzia, Germania e da ogni altra provincia, la Fiera di Santa Lucia conquistò fama soprattutto come mercato di cavalli, asini, buoi, ovini, suini, ma anche per canapa e lana. Ancora ai giorni nostri, cittadini del Tirolo e dell’Ungheria attestano di nonni commercianti di cavalli e abituali frequentatori delle Fiere di Santa Lucia. Il Beotto scrive che anziani del Polesine, del Cadore e del Friuli rammentano come il mercato della canapa grezza e lana avesse il suo importante centro nell’annuale appuntamento fieristico santalucese.

Il movimento Fiere di Santa Lucia nel “Districtus” trevigiano si documenta negli “Statuta Civitatis Tarvisii” del secolo XIV, proprio nel 1313 ne confermano la scadenza acquisita per diritto di antica consuetudine “quae fiant sicuti consueta sunt fieri”. Determinare però con esattezza l’antichità delle Fiere di Santa Lucia de Sub Silva non è impresa facile. Il Sottana, sulla base di una nota riferita alla Rubrica Expensarum del 1313 del Comune di Treviso, farebbe risalire le origini del mercato annuale santalucese al periodo anteriore l’anno 661 d.C., sostenendo che il fenomeno fieristico intitolato a Santa Lucia in terra veneta precedeva quello antichissimo di San Michele di Verona, riferito appunto al secolo VII. Sul filone di tale tradizione è inserita l’ipotesi della classifica progressiva delle Fiere di Santa Lucia, iniziata da un quotidiano del dopoguerra e portata ai giorni nostri, secondo la quale quest’anno 2012 ricorrerebbe la 1353^ edizione.

Da INNOCENTE SOLIGON Le Grave mobili. S. Lucia di Piave nella Storia editore Comune di Santa Lucia di Piave (prima edizione 1984, seconda edizione 1994)



____________

Bed and Breakfast La Ghiandaia a San Biagio di Callalta

la ghiandaia casa dietro

Il B&B La Ghiandaia
ha riservato speciali tariffe per coloro che parteciperanno all’evento

Per maggiori info: B&B La Ghiandaia
via Bredariol 17 – 31048 San Biagio di Callalta (TV)
+39 3478899600 – info@beblaghiandaia.itwww.beblaghiandaia.it

____________

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______