Fiera dell’Agricoltura 2015 a Santa Lucia di Piave – 12, 13 e 14 dicembre

aricolo collegato:
Fiera dell’Agricoltura 2018 a Santa Lucia di Piave
______

Fiera Nazionale Agricoltura da record.
+16 % visitatori e 1000 patentini
nella pista piu’ grande del Nordest.

“Possiamo affermare con estrema soddisfazione che abbiamo superato ogni aspettativa” ha affermato il Presidente della Fiera di Santa Lucia Domenico dal Bo’, riferendosi alla 1355^ edizione della Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave (TV), all’indomani della chiusura dei cancelli di un’edizione 2015 da record. In effetti è stato proprio così. Gli ingressi in Fiera sono aumentati del 16 per cento rispetto al 2014, contando quasi 32 mila persone, tra agricoltori e professionisti del settore, insieme alle proprie famiglie. In aggiunta, è stata stimata la presenza di quasi 200 mila persone nel circondario della Fiera, ossia nell’area esterna che tradizionalmente circuisce l’esposizione agricola con bancarelle e stand gastronomici. La massiccia partecipazione ha contato sull’adesione di delegazioni straniere, provenienti da Slovenia, Austria, Ungheria e provenienti dalle regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Lombardia (oltre che dal Veneto).

“La Fiera dell’agricoltura più antica del Veneto, ha saputo rinnovarsi e stare al passo con i tempi, raggiungendo risultati eccellenti degni di un’area vocata all’agricoltura – ha commentato il Sindaco Riccardo Szumski – anche se qualcuno fa più attenzione al colore della ‘fascia’, piuttosto che alle ricadute positive di un evento unico sul territorio”. “Quest’anno abbiamo puntato sulla sostenibilità ambientale e sull’innovazione dei macchinari, in grado di ridurre gli agenti inquinanti – ha continuato il Direttore Marco Ceschin Coloni – oltre ad intensificare le iniziative di intrattenimento rivolte alle famiglie degli agricoltori”. A chiudere l’edizione 2015 è intervenuto l’assessore all’agricoltura Giuseppe Pan con un convegno sul nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, che si è detto “positivamente sorpreso dell’alta specializzazione della Fiera dell’Agricoltura di Santa Lucia”. Infine, sono stati consegnati quasi 1.000 patentini ai giovanissimi agricoltori di domani, ossia una ‘licenza’ per guidare il trattore giocattolo della Babyfarm, posizionata all’interno della Fiera. “Si sono molto divertiti – ha concluso lo staff organizzativo – abbiamo assistito a un flusso continuo di bambini accompagnati dai genitori, che hanno atteso il loro turno per entrare nella pista dei mini-trattori più grande del Nordest”.

______

Fiera Nazionale Agricoltura Santa Lucia (Tv):
i cuochi di Masterchef allo stand del Gastronauta
e l’Accademia Food Lab Cooking Progress

I cuochi professionisti Maurizio Rosazza Prin e Andrea Marconetti, sfidanti durante la seconda edizione di Masterchef Italia, si esibiranno alla Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave (Tv), in programma i prossimi 12, 13 e 14 dicembre 2015.

“Sarà un viaggio di tre giorni – spiega la Fiera di Santa Lucia – che mostrerà ai futuri chef, ad appassionati e simpatizzanti di cucina, che l’unione tra creatività e uso dei prodotti tipici del territorio, sono la chiave del successo”.  Saranno infatti realizzate pietanze e specialità che utilizzano ed esaltano il gusto delle eccellenze venete. “Il Veneto annovera un’antica tradizione di buona cucina – racconta la Fiera – con una folta lista di specialità vinicole e agroalimentari che contano su 36 tra DOP e IGP, 14 DOCG del vino, 28 DOC e 10 IGT, oltre a 374 prodotti tradizionali”.

Il pubblico potrà assistere a ben tre “cooking show“, momenti di cucina-spettacolo, in programma alle ore 13,30 di ogni giornata fieristica. Inoltre, i cuochi organizzeranno delle vere e proprie lezioni di cucina, alle ore 11,00 di sabato 12 e domenica 13. Infine, sempre nel weekend alle ore 17,30, i visitatori della Fiera potranno partecipare all’aperitivo di Maurizio e Andrea.

Dopo il successo raggiunto grazie al talent culinario, i due chef hanno deciso insieme di dare seguito a questa avventura, attraverso la partecipazione al programma televisivo “Colpo di cucina” in onda su Fine Living. E non è tutto. Un altro progetto, ambizioso e simpatico allo stesso tempo, impegna la loro agenda: “Chissenefood” è un ecommerce che promuove un brand, o meglio, “uno stile, un modo di essere” come scrivono gli autori nella pagina web. “Perché in cucina, come nella vita, non bisogna mai aver paura di sbagliare. E se si sbaglia: Chissenefood!”.

Lo stand del Gastronauta, all’interno del Padiglione della Filanda, sarà il palcoscenico sul quale i due “Masterchef” mostreranno le loro abilità. Lo spazio prende il nome del noto blog e della trasmissione in onda su Radio24 de “Il Sole 24 Ore”, condotti dal giornalista Davide Paolini, fondatore e ideatore della manifestazione “Gourmandia – Le Terre Golose del Gastronauta” che si terrà in Fiera a Santa Lucia i prossimi 14, 15 e 16 Maggio 2016.

Infine, il Padiglione della Filanda ospiterà anche l’accademia “Food Lab Cooking Progress” del Pastry Chef Gianni Minuzzo, in fiera con un cooking show no-stop per promuovere l’incontro tra pasticceria/cioccolateria e i prodotti lattiero-caseari. “Un mix curioso – conclude la Fiera – che grazie alla creatività di grandi pasticcieri e di giovani allievi, darà forma a nuove idee gastronomiche”.  Sostenuta da sponsor nazionali e internazionali, l’accademia è ambasciatrice della ristorazione italiana nel mondo grazie alla propria mission di mangiare bene e sano.


FIERA SOLIDALE: PER OGNI BIGLIETTO VENDUTO,
10 CENT ALLA FONDAZIONE DI COMUNITA’ DELLA SINISTRA PIAVE

“La Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave diventa anche un’occasione per donare. Ogni biglietto venduto riserverà una quota di 10 centesimi  alla Fondazione di Comunità della Sinistra Piave onlus”. Ad annunciarlo il Sindaco di Santa Lucia di Piave, Riccardo Szumski che, insieme al Presidente ing. Domenico Dal Bo’, ha ritenuto opportuno e doveroso contribuire alla prosecuzione dei progetti sociali avviati negli scorsi anni. “Nel 2014 – ha spiegato Szumski – la Fondazione di Comunità ha finanziato progetti per l’inserimento lavorativo di persone disabili, ha attivato interventi a sostegno di famiglie e minori nel campo delle adozioni, affido e tutela, ha realizzato iniziative di supporto alla salute mentale ed ha, inoltre, sostenuto le attività dello sportello per Amministratore di Sostegno”.
“Unico esempio italiano di organismo a supporto delle Aziende Sanitarie locali, la Fondazione è un ente costituitosi grazie alla volontà della Conferenza dei Sindaci dell’Ulss7, che impiega il 100 per cento dei fondi raccolti per iniziative sociali del territorio” ha raccontato con orgoglio il Sindaco, membro della Conferenza stessa. “Anche quest’anno – concludendo – il ricavato della vendita delle “noci del Vescovo”, che potranno essere acquistate durante la Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave nei giorni 12, 13 e 14 Dicembre, verrà devoluto interamente ai progetti elencati”.

Per maggiori info:
www.fieresantalucia.it

_________

Fiera Nazionale Agricoltura di Santa Lucia verso internazionalizzazzione.

Presidente Dal Bo’:
appello al territorio per costituire fondazione

“La Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia diventerà nel 2016 Fiera Internazionale, supportata da una cordata di enti, istituzioni e associazioni operanti sul territorio trevigiano e veneto, ai quali rivolgo un appello: uniamoci per rendere le Fiere di Santa Lucia baluardo fieristico del Nordest e rappresentanza di questa terra, attraverso la partecipazione al capitale sociale da parte di tutti gli enti territoriali e locali che desiderano investire su questo progetto”. A darne notizia stamane il Presidente delle Fiere di Santa Lucia di Piave ing. Domenico Dal Bo’, durante la conferenza stampa di presentazione della 1355^ edizione dell’evento, in programma i prossimi 12, 13 e 14 dicembre 2015. “Tra le possibilità emerse, a oggi è stata premiata l’idea di costituire una Fondazione, che permetterebbe di mantenere il medesimo assetto istituzionale, consentendo a Regione, Comuni e agli operatori dei diversi comparti produttivi di essere rappresentati e di esprimere in modo diretto le esigenze fieristiche esternate dal territorio” spiega il Presidente.

La pensa allo stesso modo il Sindaco Riccardo Szumski, sottolineando “la posizione strategica delle Fiere dell’Agricoltura, localizzate in un’area aperta all’est europeo che prospetta grandi margini di crescita, soprattutto nel settore primario”. È consapevolezza diffusa che i programmi europei di cooperazione stiano remando verso la collaborazione tra il Nordest italiano e i vicini Paesi croati e sloveni. “In quest’ottica – spiega il Szumski – la nostra visione si inserisce perfettamente in un disegno più ampio, nel quale si dialoga in termini di macroaree e nel quale il Nordest italiano è concepito come ponte verso Ungheria, Austria, Croazia e Slovenia”. 

Una superficie espositiva di 50 mila metri quadrati è pronta ad ospitare, secondo le stime del Presidente, circa 30 mila visitatori provenienti da tutta Italia e dalle vicine Nazioni europee. Una testimonianza della vivacità e pluralità delle Fiere di Santa Lucia è rappresentata dal consistente numero di espositori esteri che hanno rinnovato la propria partecipazione all’evento, oltre allo zoccolo duro rappresentato dalla maggioranza delle Regioni italiane. Sono previste, infatti, rappresentanze nazionali provenienti da quasi 20 Paesi, tra i quali brillano Austria, Germania, Stati Uniti, Giappone, Canada, Francia, che hanno intuito l’enorme potenziale di questo territorio, crocevia europeo aperto all’innovazione e alla crescita del settore primario. Saranno ospitati 1.000 professionisti e 400 aziende, accolti da un bacino di attività agricole dedite principalmente al settore vitivinicolo e zootecnico, che soprattutto in questo territorio negli anni hanno saputo rinnovarsi e plasmarsi all’andamento del mercato.

INFORMAZIONI UTILI

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

SABATO 12 DICEMBRE  dalle ore 9,00 alle ore 18,00 (Filande 19,00)
DOMENICA 13 DICEMBRE dalle ore 9,00 alle ore 18,00 (Filande 19,00)
LUNEDI’ 14 DICEMBRE  dalle ore 8,00 (Filande 9,00) alle ore 18

BIGLIETTO

Acquistabile all’entrata
INTERO 7,50 euro
RIDOTTO (< 10 anni) 5 euro

Per registrazioni online
Per associati Cia, Confagricoltura, Coldiretti

News! BIGLIETTO VIP FREE PASS GIORNALIERO 10 euro
News! FAMILY (Genitori + bambini) 10 euro

Fiere Di Santa Lucia Di Piave
Strada Provinciale, 45

 INAUGURAZIONE
Domenica 13 dicembre alle ore 11,00 presso Auditorium Padiglione Filande

 

 Per maggiori info:
www.fieresantalucia.it

 

1° SALONE BIENNALE AGROPOWER,
BABYFARM CON LA PISTA PIU’ GRANDE DEL NORDEST E
ANTEPRIMA MODELLI KUBOTA DAL GIAPPONE.

LE NOVITA’ DELLA 1355^ EDIZIONE.

 “La 1355^ edizione della Fiera Nazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave apre le porte all’alta specializzazione in campo agricolo grazie al 1° Salone biennale del Nordest dedicato all’agrimeccanica “Agropower”: è garantita una massiccia presenza di macchine e attrezzature specializzate nelle lavorazioni in campo aperto, per la viticoltura e zootecnia. Inoltre, sarà presentato in anteprima nazionale dal concessionario Oro Verde, la nuova serie M7001 dell’azienda giapponese Kubota, che utilizza moderni sistemi di riduzione delle emissioni inquinanti. Siamo onorati che il colosso nipponico abbia scelto la nostra Fiera come vetrina per presentare la nuova linea di prodotti”. Queste le parole del Direttore della Fiera Marco Ceschin Coloni, organizzatore della manifestazione fieristica che “quest’anno – garantisce – darà il meglio di sé”.

Non si tratta solamente di macchinari innovativi e dalle alte prestazioni, ma di un vero e proprio circuito realizzato per soddisfare un pubblico eterogeneo. “Abbiamo pensato anche ai giovani che vogliono avvicinarsi all’agricoltura, alle famiglie e ai simpatizzanti del settore agricolo, che desiderano entrare in contatto con questo mondo pur non avendo conoscenze approfondite dei sistemi di coltivazione” spiega il Direttore. Ad affiancare il salone dell’agrimeccanica sono infatti previste due importanti novità: la pista per bambini dai 2 ai 10 anni più grande del Nordest, che a fine corsa riconoscerà ad ogni bimbo la “patente junior” del trattore, e un’area espositiva dedicata agli agriturismi e ai prodotti alimentari stranieri provenienti da Ungheria, Austria e Slovenia, che proporranno cibi tipici della storica “Via Ungheresca”.

Durante le 72 ore di maratona fieristica, un focus speciale sarà dedicato alla filiera del formaggio, attraverso la lavorazione del latte, che passa dal campo alla stalla, terminando con il formaggio lavorato artigianalmente da un casaro, il tutto grazie alla collaborazione con Aprolav e altri partners. “Un ulteriore curiosità – racconta Ceschin Coloni – è l’allestimento di una vera e propria stalla in Fiera, che sarà esempio concreto di come costruire una struttura nel rispetto del benessere animale, secondo i regolamenti europei in materia di Sviluppo Rurale”.

È stato inoltre introdotto, per la prima volta, il controllo elettronico degli accessi, grazie all’accordo con il “ticketing partner” gestore del servizio biglietteria di Expo 2015. “Un’innovazione – ha concluso il Direttore – che ci consente di entrare a pieno titolo tra fiere professionali riconosciute a livello internazionale”.

Il programma completo sarà presto consultabile al sito www.fieresantalucia.it. News e aggiornamenti sui social Facebook (Fiere Santa Lucia di Piave), Twitter (@fieragricoltura), Google+ (Fiere Santa Lucia di Piave), Youtube (Fiere Santa Lucia di Piave) e Istagram (@fieragricoltura).

Per maggiori info:
www.fieresantalucia.it

__________

LE FIERE DI SANTA LUCIA NELLA STORIA

Da mercato sacro a Lught a sagra di Santa Lucia

Legata ai lontani traffici sulla via Hungarica e all’uso del guado di Lovadina (passo obbligato tra il Nord e il Sud d’Europa) ma anche ai commerci di Venezia con Germania, Austria, Fiandra….. E’ antichissima tradizione quella delle Fiere di Santa Lucia sub Silva. Tanto da perdersi nelle nebbie dei secoli sulle remote origini del paese che sarebbe sorto sul luogo di un già affermato e consolidato mercato paleoveneto pagano di cavalli, sacro Lught dio della luce, sostituito dal culto cristiano in onore di Santa Lucia de Sub Silva, attirerà devoti, pellegrini e mercanti. La prima era chiamata sagra perchè si consumava sul sagrato (luogo sacro e sede di camposanto); Di fronte, e proprio sull’area oggi occupata dagli edifici della ex Filanda Ancilloto, si ergeva il perduto Palazzon grando, munito di “torreselle”, che apparteneva al conte Vinciguerra quondam Giacomo di Collalto.

Fiera da secoli famosa

Per essere sorta ai limiti di un importante crocevia tra la Via Hungarica e il Guado di Lovadina, dove già dal 1124, transitavano numerosi marcanti con i loro carichi commerciali, diretti o provenienti dalle fiere d’Ungheria, Austria, Carinzia, Germania e da ogni altra provincia, la Fiera di Santa Lucia conquistò fama soprattutto come mercato di cavalli, asini, buoi, ovini, suini, ma anche per canapa e lana. Ancora ai giorni nostri, cittadini del Tirolo e dell’Ungheria attestano di nonni commercianti di cavalli e abituali frequentatori delle Fiere di Santa Lucia. Il Beotto scrive che anziani del Polesine, del Cadore e del Friuli rammentano come il mercato della canapa grezza e lana avesse il suo importante centro nell’annuale appuntamento fieristico santalucese.

Il movimento Fiere di Santa Lucia nel “Districtus” trevigiano si documenta negli “Statuta Civitatis Tarvisii” del secolo XIV, proprio nel 1313 ne confermano la scadenza acquisita per diritto di antica consuetudine “quae fiant sicuti consueta sunt fieri”. Determinare però con esattezza l’antichità delle Fiere di Santa Lucia de Sub Silva non è impresa facile. Il Sottana, sulla base di una nota riferita alla Rubrica Expensarum del 1313 del Comune di Treviso, farebbe risalire le origini del mercato annuale santalucese al periodo anteriore l’anno 661 d.C., sostenendo che il fenomeno fieristico intitolato a Santa Lucia in terra veneta precedeva quello antichissimo di San Michele di Verona, riferito appunto al secolo VII. Sul filone di tale tradizione è inserita l’ipotesi della classifica progressiva delle Fiere di Santa Lucia, iniziata da un quotidiano del dopoguerra e portata ai giorni nostri, secondo la quale quest’anno 2012 ricorrerebbe la 1353^ edizione.

Da INNOCENTE SOLIGON Le Grave mobili. S. Lucia di Piave nella Storia editore Comune di Santa Lucia di Piave (prima edizione 1984, seconda edizione 1994)

articolo collegato: “Il contadino cerca moglie” in Fiera Agricoltura Santa Lucia il casting del reality di Simona Ventura – 13 e 14 dicembre 2015

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______