Festival di Serravalle 2013

articolo collegato:
Festival di Serravalle 2018

_______

FESTIVAL DI SERRAVALLE 2013

Teatro al Castello
Castrum di Serravalle – Vittorio Veneto (Tv)

XI edizione

 “Spirito allegro”
Creatività in scena
dal 21 giugno al 24 luglio 2013

Il “Festival di Serravalle – Teatro al Castello”, sotto la direzione artistica di Luisa Baldi, giunge quest’anno alla sua undicesima edizione con una crescente risonanza di pubblico e di critica, divenuto ormai un punto fermo nel panorama teatrale italiano.
Si svolge da sempre all’interno del giardino del Castrum di Serravalle, una fortezza medievale circondata da mura merlate che è al centro dell’antico borgo di Serravalle e  domina la città di Vittorio Veneto.

Negli anni al  Festival hanno partecipato i più importanti attori del teatro:  da Giorgio Albertazzi a  Gabriele Lavia, da Antonio Salines a Beppe Barra, da Silvio Orlando a Natalino Balasso, da Ugo Pagliai a Carlo Simoni, da Monica Guerritore a  Ottavia Fusco, da Mariangela D’Abbraccio a  Debora Caprioglio,  da Elisabetta Pozzi a Ivana Monti, ecc.

Per ulteriori informazioni   www.serravallefestival.it

Il tema del Festival 2013 è  “Spirito allegro”- Creatività in scena che vuole in questi tempi di crisi richiamarci ad un pò di divertimento almeno nel tempo libero.
Quest’anno per l’inaugurazione che si terrà venerdì 21 giugno 2013 ore 21.30 saliranno sul palco Enzo Decaro e Ottavia Fusco con lo spettacolo “Immaginapoli – Napoli incontra il mondo” accompagnati al pianoforte da Cinzia Gangarella.
E’ sempre stata tradizione del Festival presentare almeno un attore noto e importante del teatro italiano.  Dopo Giorgio Albertazzi, Gabriele Lavia, Arnoldo Foà, Antonio Salines e tanti altri Enzo Decaro continua la tradizione.
In questo spettacolo si propone con ironia  anche in veste di cantante insieme ad  Ottavia Fusco. I due attori/cantanti si passano il testimone attraverso canzoni tra le più belle del panorama napoletano ed internazionale, evocando autori tra i quali: Salvatore Di Giacomo, John Lennon, Pino Daniele, Mercedes Sosa, Charles Aznavour, Raffaele Viviani, Friedrich Hollander, Totò, Chico Buarque, Domenico Modugno, Gaetano Donizetti, Edith Piaf.

A seguire mercoledì 26 giugno Teatro Picaro presenta “Fabula buffa” da Mistero Buffo di Dario Fo, adattamento di Ciro Cesarano, Fabio Gorgolini e Carlo Boso con Fabio Gorgolini e Ciro Cesarano con la supervisione artistica di Carlo Boso, grande promotore e specialista  di Commedia dell’Arte. Sulla piazza del mercato due mendicanti dell’epoca pre-cristiana, uno storpio e l’altro cieco, vengono miracolati loro malgrado e si ritrovano a dover fare i conti con la vita come tutte le persone “normali”.

Mercoledì 3 luglio Nuovo orizzonte Spettacolo presenta  “La locandiera anni ‘80”, una versione modernizzata del capolavoro goldoniano  con la regia di Mirko Artuso, che la colloca negli anni ’80, periodo storico da cui hanno avuto origine molte delle contraddizioni del nostro tempo Interpreti tra gli altri Sarah Biacchi, Andrea Pennacchi, Daniele Marmi, Davide StravaLa commedia rivaluta la donna e il suo lucido, uso dell’intelligenza come strumento di affermazione sociale.  Un modo diretto, per ridere delle nostre abitudini e riflettere sulla nostra condizione sociale.  Un allestimento feroce e spiazzante come lo è in questo momento l’eterna guerra fra i sessi.

Mercoledì 10 luglio l’Accademia del teatro in lingua veneta, diretta da Luisa Baldi, metterà in scena lo spettacolo “La Gabbia” di Sarah Revoltella con Carla Stella e altri attori per la regia di Sarah Revoltella. L’opera descrive in maniera ironica la progressione di una giovane donna che per difendersi dalla crudeltà del  mondo, smette di confrontarsi con l’esterno e accetta di farsi imprigionare nella gabbia delle proprie  paure.
Il monologo inizia con la protagonista che chiama il fabbro per assicurare la serratura della porta che chiude male. Successivamente il fabbro la  induce ad aggiungere delle barriere sempre più impenetrabili per proteggersi dai pericoli che la  circondano.
L’autrice del testo Sarah Revoltella è studiosa di cinema, scrittrice, regista di cortometraggi. Nel 2011 ha esposto alla 54 Biennale d’arte di Venezia l’ installazione Polarizzazione. Nell’aprile del 2012 ha girato il film Il cerchio rotto, tratto dal suo omonimo racconto che ha ottenuto il fondo della Regione Veneto ed è stato selezionato ad ottobre al festival del cinema di Mantova nella rosa dei migliori progetti italiani in dirittura d’arrivo.

Mercoledì 17 luglio è la volta di Theama Teatro con “L’ex marito in busta paga – Il tecnico” commedia brillante di Eric Assous con Anna Zago, Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Carlo Properzi Curti, Anna Fainello, Matteo Zandonà e Alessandra Niero per la regia di Aristide Genovese e Piergiorgio Piccoli. Nell’ufficio di Séverine Chapuis, a capo di una grande casa editrice parigina, piomba improvvisamente Jean-Pierre, il suo ex-marito, ex-uomo d’affari, ambizioso ed arrogante, che vent’anni prima l’aveva abbandonata per una giovane modella. Oggi, nel bisogno, viene ad elemosinare un lavoro. Dapprima scioccata, poi impietosita, Séverine gli offre un impiego come “tecnico tuttofare”.

Si chiude mercoledì 24 luglio con la lettura interpretata di Giancarlo Zanetti dal titolo “Oscar e la dama rosa” di Eric – Emmanuel Schmitt. Oscar ha solo dieci anni, malato, vive all’ospedale e si sente solo. L’anziana signora vestita di rosa, che va sempre a trovarlo, intuisce la sua voglia di risposte. E gli suggerisce un gioco: fingere di vivere dieci anni in un giorno e scrivere a Dio per raccontargli la sua vita.  Oscar ci sta: così si immagina di vivere a vent’anni, a quaranta, a novanta. Oscar si addormeta felice di aver incontrato un amico che prima non conosceva. Ha lasciato un biglietto sul comodino: “Solo Dio ha il diritto di svegliarmi”.

Oltre al Festival di Serravalle l’Associazione Amici del Castrum ha messo in opera un Festival parallelo a quello di Serravalle nella zona della Bassa Padovana intitolato “Festival in Villa Pisani” che si svolge in Villa Pisani Scalabrin a Vescovana (Pd), una villa magnifica, densa di storia: da antica corte medioevale a sontuoso palazzo rinascimentale, fino a raffinato salotto ottocentesco, circondata da uno stupendo giardino  all’italiana e all’inglese, restaurato dall’attuale proprietaria.

Nella stupenda cornice del giardino di Villa Pisani Scalabrin  in collaborazione con l’Associazione Talìa di Vescovana (Pd), i Comuni di Vescovana, Boara Pisani, Granze, Pozzonovo e Stanghella e il contributo della Provincia di Treviso e della Provincia di Padova verranno replicati alcuni degli spettacoli proposti al Castrum di Serravalle nella programmazione del Festival  il giorno dopo aver debuttato a Vittorio Veneto.

Si sviluppa così un progetto interprovinciale che tiene conto delle direttive impartite dalla Regione Veneto relative al fare rete: un unico Festival replicato in due locations di  due Province diverse, per la promozione di due diversi territori,  in due luoghi storici, un castello medievale della Provincia di Treviso, costruito ai piedi delle montagne a baluardo e protezione della Serenissima Repubblica di Venezia  e una villa veneta delle più belle della Provincia di Padova, sede per secoli di una famiglia tra le più importanti e potenti di Venezia.

Due locations che con questo progetto riescono a coniugare  la promozione  della loro qualità turistica unita a quella del territorio che le circonda (e che la stessa Regione del Veneto promuove attraverso il progetto sulle Ville Venete) , con la qualità della proposta culturale che  viene offerta tramite il  doppio Festival che le accomuna.

_____________

Durante il Festival di Serravalle si svolgerà anche  la quinta edizione della manifestazione “TEATRO  E  VINO” promossa in collaborazione con l’Associazione Strada del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. La manifestazione è nata per dar modo ad alcune aziende produttrici e “creatrici” di prodotti ad alto livello di far conoscere il proprio marchio in un’occasione particolare come quella di uno spettacolo teatrale che raggruppa indubbiamente un pubblico sofisticato e che apprezza  un alto livello qualitativo.  In ogni serata di spettacolo una casa produttrice di Prosecco offrirà un brindisi a tutti gli spettatori.

Per maggiori info e prenotazioni: tel 0438-928029 e-mail castello@serravallefestival.it –  www.serravallefestival.it

___________

La biglietteria al Castrum di Serravalle  apre alle ore 20.00 la sera dello spettacolo.

Prevendite

a VITTORIO VENETO

  • Associazione “Amici del Castrum” (P.zza Flaminio 23 – tel. 0438 928029)
  • Libreria Il Punto (Via Vittorio Emanuele II,  56 – tel. 0438 554664)

a CONEGLIANO

  • Libreria Quartiere Latino (Via XI Febbraio, 34 – tel. 0438 411989)

Info e prenotazioni: tel 0438-928029 e-mail castello@serravallefestival.it

Per ulteriori dettagli: www.serravallefestival.it

 Seguici su facebook alla pagina Amici del Castrum

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______