Festival del Viaggiatore a Asolo – Dal 21 al 23 settembre 2018

Freya e i tanti viaggi

IL FESTIVAL – Partire da storie italiane per allargare l’orizzonte non solo ad altri Paesi e culture ma anche ad altri modi di concepire la vita e le relazioni, di fare impresa. Tutti potranno partire per i nuovi viaggi proposti quest’anno dal Festival del Viaggiatore da venerdì 21 a domenica 23 settembre lungo tre diverse traiettorie. Il tutto spostandosi tra i suggestivi luoghi che si concentrano nel borgo asolano. Dalla Chiesa di San Gottardo al Caffè Centrale passando per la Loggia della Ragione fino all’Hotel Villa Cipriani.

LE TRE VIE – Si potrà sceglierela via delle Geografie dell’esistenza, scoprendo luoghi di libertà fuori dai condizionamenti quotidiani. Oppure il percorso Dalla rete alla vita, che parte dalla considerazione che Internet ha cambiato la nostra vita. In alternativa, o in aggiunta, La via delle donne alla ricerca dello sguardo femminile, dedicata a Freya Stark, la più grande viaggiatrice del ‘900, inglese di nascita e asolana d’adozione. A 25 anni dalla morte, la direttrice artistica del Festival, Emanuela Cananzi, ha scelto di omaggiare un personaggio singolare che ha contribuito a rendere la città una meta internazionale e che è tutt’oggi un simbolo della capacità delle donne di rompere gli schemi e aprire nuove vie per se stesse e per l’umanità. E sarà proprio una donna, la cantante Enrica Bacchia, una delle voci più espressive della musica jazz esuropea, a far salire a bordo del Festival i viaggiatori, nella serata d’apertura. Venerdì 21 settembre alle 20.30 al Teatro Duse su aprirà il concerto Una vice dall’altra metà del jazz, con Bacchia, e il chitarrista Massimo Zemolin.

MILLE CURIOSITÀ – Tra i tanti viaggi curiosi, si potrà esplorare il Viaggio nell’Italia che cambia con Daniel Tarozzi, fondatore di Italia che cambia, il portale che mappa i luoghi in cui le persone hanno messo in pratica stili di vita sostenibili. Tutto è iniziato a bordo di un camper alla ricerca di un’Italia alternativa e solidale, per poi continuare con l’esperimento social di Tarozzi sul web (sabato 22 settembre alle 11, Villa Freya). Seguendo il filone del viaggio nella rete virtuale si potrà incontrare l’inventore del divano social, l’imprenditore Filippo Berto, che racconterà come è riuscito a trasmettere i valori della sua impresa, basata sull’artigianalità italiana, a livello globale, riuscendo a competere con i giganti del web grazie alla rete (sabato 22 alle 15.45, Chiesa San Gottardo). Tornando alla Via delle donne, a guidare il pubblico in uno dei viaggi clou sarà la virologa di fama internazionale Ilaria Capua, che racconterà La mia Italia fragile collegandosi alla vicenda giudiziaria che l’ha vista protagonista (domenica 23 settembre alle 10, Villa Cipriani). Ma si parlerà anche d’ Amore, questo perfetto sconosciuto, con la scrittrice e sceneggiatrice Paolo Mammini (domenica 23 settembre alle 15.45, Casa Duse). Tra i percorsi attraverso le Geografie dell’esistenza quello guidato dall’antropologo di fama mondiale Alberto Frisò, che vive in Mongolia e porta avanti azioni umanitarie nei confronti di popoli poveri e dimenticali. Premio Montale 2018 al viaggio, al festival parlerà del viaggio dell’anima nel territorio dello sciamanesimo ( sabato 22 alle 12.15, Villa Serena).

I COLORI DELLE EMOZIONI – Tra risate, lacrime e risate alle lacrime è invece il titolo della serata che sabato 22 alle 21 vedrà protagonista l’attrice Marina Massironi in un’esilarante serata che racconterà i colori delle emozioni. Ma questi sono solo alcuni dei tanti viaggi per cui si potrà partire durante il Festival del Viaggiatore. Il ricco programma si trova sull’omonimo portale web. E la serata finale, domenica 23 settembre al Duse, sarà dedicata al Premio letterario Segafredo Zanetti che apre una filiera cinematografica per la prima volta in Italia, perché l’opera vincitrice diventerà una scenografia costruita da partecipanti al Master in Scenografia Carlo Mazzacurati dell’Università di Padova durante un workshop condotto dalla sceneggiatrice Mammini.

articolo di Maria Chiara Pellizzari per www.gazzettino.it del 14 9 2018

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______