Fasolari d’inverno al Ristorante Sette Nani – sabato 25 ottobre 2014

Al Ristorante Ai Sette Nani a Negrisia di Ponte di Piave torna per te… la serata che valorizza questo nostro mollusco dell’Alto Adriatico… prodotto di qualità abbinato a quanto la nostra terra ci propone di più gustoso in questa stagione…

FASOLARI D’INVERNO

sabato 25 ottobre

Aperitivo con sciabolata e cruditè di Marano Lagunare

Angolo del crudo canestrelli di Caorle, cappe lunghe nostrane, carpaccetto di branzino marinato al lime e fiori di Treviso, carpaccetto di palamita marinata al pompelmo rosa con menta piperita e polvere di curry, tartar di orata e avocado con dressing di balsamico e germogli di porro

Cucina a vista: tataki di norvegese al rosmarino, fasolari gratinati alla fantasia del paron, insalatina di fettuccine di seppia al vapore con menta, basilico, pinoli e pomodorini, nuvola di radicchio in tempura, bocconcini di peperone cornetto con colatura di alici, spicchi di stracciatella e polvere di olive, spiedini di polpo con melanzane e alici di Cetara

La cucina in sala: medaglione di pescatrice alla villeroja di fasolari su vellutata di zucca e amaretti, scottata di calamaro nostrano, frutti di Marano al rosmarino

Primo piatto: Panzerotti alle castagne e rape rosse profumati al tartufo, saporiti ai fasolari

Secondo piatto: cannolo di rombo e gamberone con nido di verdure al vapore

Dolce: lo  chef propone la sfoglia in bella vista

Caffè

€ 60 p.p. con vini abbinati e intrattenimento

Le due caratteristiche che rendono unico il fasolaro sono: una grande salubrità dettata dal vivere lontano da ogni sorgente di inquinamento terrestre e la sapidità del mollusco che, vivendo al largo lontano dagli apporti di acque dolci in zone con le acque di mare più salate, acquisisce una concentrazione salina particolarmente apprezzata.
Si tratta di un prodotto di nicchia gustoso e raffinato, ora in fase di riscoperta, intorno al quale si sono definiti diversi progetti sia per valorizzarlo, ma anche per proteggerlo, pescandolo e conservandolo nel modo migliore.

ed inoltre segnaliamo….
il MERCOLEDì e la DOMENICA: GIROPIATTO
(clicca sul link per tutte le info)

Per info e prenotazioni:
Ristorante Sette Nani
Via Grave di Sopra 37/a Negrisia di Ponte di Piave
0422-854640 o info@aisettenani.it www.aisettenani.it

*** *** *** *** ***

Ristorante Ai Sette Nani di Negrisia di Ponte di Piave

Al Ristorante Ai Sette Nani di Negrisia di Ponte di Piave la cucina tipica veneta si sposa con i migliori sapori nei piatti di pesce e di carne. Immerso nelle suggestive Grave del Piave, il ristorante “ai Sette Nani” e’ luogo ideale per i momenti di festa.

Il nome fiabesco deriva dalla curiosa professione del vecchio proprietario dell’edificio, rivenditore di laterizi, il quale riproduceva in cemento a stampo le figure dei sette nani della famosa favola dei fratelli Grimm. Negli anni ’50 il locale è diventato un punto d’incontro per la gioventù del circondario, trasformandosi, come i nostalgici ricorderanno, nella prima balera della zona. L’edificio è stato ristrutturato nel 1990 quando padrone di casa è diventato Claudio Donazzon, gioviale intrattenitore per gli ospiti di passaggio e allo stesso tempo chef fantasioso e di provata bravura in cucina. Il ristorante propone i buoni piatti della tradizione veneta e sia per la carne che per il pesce segue l’andamento stagionale.

Ristorante Sette Nani
Via Grave di Sopra 37/a Negrisia di Ponte di Piave
tel 0422854640 – info@aisettenani.itwww.aisettenani.it

_______

magnarben2014

Tradizione, ospitalità, buona cucina, c’è tutto. Il ristorante è uno dei più rappresentativi nel territorio del Piave, alla guida lo Chef Patron Claudio Donazzon e la moglie Vanna. Qui si racconta del territorio partendo dal mare, passando per il fiume e percorrendo le stagionalità dei frutti della terra: pesce, carne, erbe, asparagi, radicchio. Il locale è stato ricavato da una vecchia casa padronale ristrutturata nel 1990, tre sale ben arredate in stile veneto, un giardino estivo e una veranda che guarda verso il fiume. Ci si sente un po’ a casa in un’atmosfera senza forzature, ben seguiti nei consigli e nella scelta dei vini. In cucina Claudio coadiuvato dallo Chef Tiziano Carlet propone: vela di crudo dell’Adriatico al passion fruit, baccalà su soffice di patate, marmellata di Tropea e olio di capperi di Pantelleria, tortello ai porcini del Cadore con Piave stravecchio e cruditè di cappa santa al timo e limone. Pasta, dolci e gelato tutti fatti in casa. Il locale partecipa alle serate degli asparagi promosse dal­l’As­sociazione “Aspa­rago” e altre ne organizza per valorizzare i prodotti tipici come il radicchio, l’anatra, i vini. Cantina ampia con 260 etichette.

Recensione tratta da Guida Magnar Ben – Best Of Alpe Adria 2014

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______