‘Facce di…vite’ – Mostra fotografica di Renato Vettorato a Castelfranco Veneto fino al 13 febbraio

Mostra Facce di…vite – Fotografie di Renato Vettorato al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto. Ingresso gratuito. La mostra è aperta fino al 13 febbraio.

Tra i grappoli e le cantine spuntano “Facce di… vite”
I ritratti dell’enopaparazzo Renato Vettorato alla Galleria del Teatro Accademico di Castelfranco Veneto
Cinquanta viticoltori delle Tre Venezie che descrivono tradizione e innovazione 

“FACCE DI…VITE” – Ritorna al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto l’obiettivo di Renato Vettorato con il suo stile originale e mai scontato, che ritrae cinquanta vignaioli del Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. A due anni dal successo di “Facce da chef” – la mostra e il libro fotografico con le immagini dei cuochi più rinomati del Nordest – il fotografo Renato Vettorato ritrae ora cinquanta importanti viticoltori del Triveneto.

Renato Vettorato, l’eclettico artista dello scatto aggiunge una nuova definizione a sé stesso: da gastropaparazzo a enopaparazzo. Questo perchè esporrà il proprio nuovo lavoro fotografico “Facce di…vite” nella galleria dell’Accademico a Castelfranco. A due anni da “Facce da chef” – la mostra e il catalogo che hanno raccontato in 36 immagini i cuochi più stellati e blasonati del Nordest, entrando nel cuore delle loro cucine – Vettorato ritrae ora la storia di cinquanta viticoltori delle Tre Venezie, decantandone l’attività, con un occhio di riguardo al territorio della Marca, come racconta: «L’idea è scaturita dopo il grande successo della mostra del 2011 dedicata alla cucina d’eccellenza. Mi sono così messo all’opera, la scorsa primavera, per svelare la storia di cantine e viticoltori selezionati da un gruppo di giornalisti enogastronomici». L’evento è una rielaborazione che mira a mettere in risalto il Dna enologico del nostro territorio. I soggetti scelti raccontano la storia dei viticoltori, dalla vendemmia alla bottiglia tra tradizione contadina e innovazione, avvicinando così i visitatori all’universo del vino e ai suoi protagonisti. Non casuale è stata quindi la scelta delle aziende, si è puntato infatti ai piccoli produttori e alle cantine meno conosciute che offrono un prodotto di eccellenza, omettendo i grandi nomi già forti nel marketing e nelle vendite.

Continua Renato Vettorato: «Si gioca poi sulla provocazione, in senso buono, vite e vita» un duplice significato per omaggiare i creatori del vino, custodi di storie, tradizioni e saperi millenari. L’esposizione “Facce di…vite”, interamente raccolta in un catalogo tirato in 2200 copie, arricchisce il menù fotografico ideato da Vettorato: «Si ritorna sempre alla tavola, siamo partiti dai piatti per approdare ai vini, un degno completamento». Il ricavato dalla vendita dei cataloghi (10,00 euro) sarà devoluto all’ hospice “Casa dei gelsi” dell’associazione di volontariato Advar, che fa dell’accompagnamento e dell’assistenza domiciliare, integrata con l’Usl trevigiana, la propria mission. Ai visitatori sarà, inoltre, dato il piacere di interagire direttamente con le opere, tutti potranno votare il proprio enoritratto preferito e, se fortunati, essere estratti per ricevere una fornitura di prodotti della cantina. La mostra è aperta fino al 13 febbraio.

La mostra rimarrà aperta fino al 13 febbraio 2013 nei seguenti giorni ed orari: da martedi a sabato 16.00 – 19.00; domenica 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.00, l’esposizione sarà inoltre visitabile in occasione degli eventi in programma  al Teatro Accademico nel periodo indicato.

tratto da articolo di Valentina Calzavara per www.tribunatreviso.it

Azienda Agricola Cecchetto Giorgio
Via Piave, 67 – 31028 Tezze di Piave (TV)
Tel. +39 0438 28598 – Fax +39 0438 489951
info@rabosopiave.comwww.rabosopiave.com

 

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______