‘E’ un fatto di sangue’ di Antonio Menegon, tre racconti di Resistenza – Presentazione il 3 maggio a Collalto di Susegana

“è un fatto di sangue”
di Antonio Menegon

Tre racconti di Resistenza

  • Guido Boscarato e il castello delle urla strazianti
  • L’ultima battaglia del Barba Morandin
  • Il patto tradito e l’eccidio di Ponte della Priula

Viene presentato giovedì 3 maggio alle 20:45 a Collalto di Susegana (Treviso), nell’ambito della Festa di San Giorgio, l’ultimo libro di Antonio Menegon, giornalista e scrittore di Susegana.

Titolo della pubblicazione “è un fatto di sangue”. Il volumetto, edito da De Bastiani, raccoglie tre episodi della Resistenza avvenuti tra la Pedemontana trevigiana e il Piave. Tre fatti di sangue che Menegon ha scelto per mantenere viva la memoria di una pagina fondamentale della storia locale, qual è stata la Resistenza nella Marca Trevigiana.

Con i racconti “Guido Boscarato e il castello delle urla strazianti”, “L’ultima battaglia del Barba Morandin” e “Il patto tradito e l’eccidio di Ponte della Priula” l’autore tende a superare la cronaca per portare il lettore sui luoghi dove si sono svolti i fatti e di coinvolgerlo nel dramma vissuto in prima persona dai protagonisti.

Ho cercato di trasmettere il travaglio personale di chi si appresta a scrivere di fatti drammatici realmente accaduti e di esprimere poi i pensieri, le sofferenze, le paure e le angosce di chi ha pagato con la vita l’adesione alla causa della libertà. – spiega Antonio Menegon – è un libro che mi è costato fatica e sofferenza, ma che mi auguro aiuti a non abbandonare all’oblio la memoria di chi ha combattuto per la libertà della nostra Patria”.

Il primo racconto narra il supplizio di Guido Boscarato, di Susegana, fucilato per rappresaglia a Ogliano insieme ad altri quattro partigiani il 7 febbraio 1945.

Il secondo racconta le vicende di Giovanni Barba Morandin, partigiano di Susegana, fattosi esplodere con una bomba a mano insieme a Giorgio Vorazoscyilliy, nome di battaglia Monti, per non cadere nelle mani dei fascisti durante il rastrellamento del 6 febbraio 1945.

Il terzo racconto ripercorre i fatti che hanno portato alla fucilazione di oltre un centinaio di cadetti della Scuola Allievi Ufficiali della RSI del Collegio Brandolini di Oderzo. La fucilazione è avvenuta sul Monticano e a ridosso dell’argine del Piave a Ponte della Priula nel maggio 1945.

Per Antonio Menegon, giornalista e scrittore di Susegana, “è un fatto di sangue” è il nono libro da autore.

Informazioni sul sito http://antoniomenegon.wix.com/antoniomenegon

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______