Cocoradicchio 2018: sempre n-uovo. Da trent’anni – 2 febbraio al Ristorante Marcandole a Salgareda

Cocoradicchio: sempre n-uovo. Da trent’anni.

Mercoledi 31 gennaio la rassegna comincia dalle Marcandole a Salgareda.

Cocoradicchio ha trent’anni. Ed è come nuovo. Anzi, n-uovo.

Lo dimostrerà a partire da mercoledì 31 gennaio, data d’inizio della trentesima rassegna dedicata al Radicchio Rosso di Treviso Igp e al Variegato di Castelfranco Igp, che fin dal titolo si preannuncia originale: “Sempre nuovo. Da trent’anni”.
Il gruppo costituito, oggi, da sei ristoranti trevigiani più l’avamposto del gusto d’Oltralpe di Monaco di Baviera, onorano infatti il “fiore che si mangia” dal 1988, quindi molto prima che le cicorie rosse trevigiane diventassero i primi prodotti agricoli fregiati del marchio Igp, nel 1996. E così come sta nella cultura professionale di base del gruppo stesso, gli appartenenti hanno sempre cercato di ideare nuove combinazioni di sapori, con avvedutezza e senza facili sensazionalismi, così che la presidente del gruppo stesso, Monica Bortolini, ama affermare che “Cocofungo e Cocoradicchio sono per noi fenomenali palestre d’idee”.

Proprio dall’originale intento di valorizzare la materia prima nasce la scelta del tema scelto per Cocoradicchio30: l’uovo. Le cui molteplici declinazioni contemporanee saranno il filo conduttore del menu del Ristorante Le Marcandole di Salgareda, che inaugurerà la rassegna con un doppio appuntamento, mercoledì 31 gennaio e venerdì 2 febbraio. Roberta e Alessandro Rorato, i fratelli che hanno trasformato una semplice trattoria di famiglia in “salotto sulle rive del Piave” per gourmet, hanno voluto dedicare due serate a Cocoradicchio per poter suddividere il folto pubblico che ha già da tempo deciso di non volersi perdere l’appuntamento con i nuovi sapori realizzati per l’occasione.

Dopo il brindisi di benvenuto accompagnato da frittatine con radicchio, polpette di seppie con uovo, uovo di quaglia con radicchio in agrodolce e mezzo pacchero con tartara di tonno e radicchio rosso, sarà ragguardevole la successione di sapori che gli ospiti potranno gustare. Partendo dalla schiuma di cavolfiore con radicchio, coda di rospo e tuorlo d’uovo marinato seguita da insalata di ostriche con radicchio, salicornia, mela verde e uova in salmerino, quindi da piovra alla brace, crema di lamon, chuntay di radicchio e spugna di prezzemolo.

Tra i primi piatti, ancora tanto radicchio trevigiano con risotto al radicchio, baccalà, bottarga e casatella e poi – ed è questo il piatto Cocoradicchio30 delle Marcandole – tortelli all’uovo, radicchio e fagioli, crudo di scampi e crema di vongole. Quindi, branzino con patate ratte, radicchio di Verona e salsa olandese come secondo.

Esaltazione dell’uovo e delle sue forme nuovamente nei dolci, con lo zabaione, polvere di gelato al cioccolato e sablé e poi il divertente “mezzo uovo nel nido” tutto da scoprire.

Come gli altri ristoranti del gruppo risponderanno alla sollecitazione di realizzare uno o più piatti con l’uovo come protagonista, lo si potrà scoprire, successivamente, giovedì 8 febbraio nell’avamposto del gusto trevigiano di Monaco di Baviera, Der Katzlmacher ; sabato 10 e domenica 11 febbraio da Miron di Nervesa della Battaglia; venerdì 16 febbraio da Barbesin a Castelfranco Veneto; venerdì 23 febbraio alla Calandrine di Cimadolmo; venerdì 2 marzo a Castelbrando di Cison di Valmarino e venerdì 9 marzo da Gigetto di Miane.

Per info e prenotazioni consultare il sito:
www.cocofungoradicchio.it

COCORADICCHIO30: IL CALENDARIO

– Mercoledì 31 gennaio e venerdì 2 febbraio – MARCANDOLE – Salgareda
(Info: 0422 807881 – www.marcandole.it)

– Giovedì 8 febbraio – OSTERIA DER KATZLMACHER – Monaco di Baviera
(Info: +49 (0)89 33 33 60 – www.der-katzlmacher.de)

– Sabato 10 e domenica 11 febbraio – MIRON – Nervesa della Battaglia
(Info: 0422 885185 – www.ristorantemirontv.com)

– Venerdì 16 febbraio – BARBESIN – Castelfranco Veneto
(Info: 0423 490446 – www.barbesin.it)

– Venerdì 23 febbraio – LE CALANDRINE – Cimadolmo
(Info: 0422 748010 – www.lecalandrine.it)

– Venerdì 2 marzo – CASTELBRANDO – Cison di Valmarino
(Info: 0438 9761 – www.hotelcastelbrando.com/ristoranti-bar/ristorante-sansovino)

– Venerdì 9 marzo – GIGETTO – Miane
(Info: 0438 960020 – www.ristorantedagigetto.it)

Per maggiori informazioni
www.cocofungoradicchio.it

_________

A Casa di Delia ha riservato tariffe speciali per i lettori Marcadoc

Il B&B A Casa di Delia – Charming House è un’oasi di relax poco lontano dal centro di Treviso, in località Sant’Elena di Silea. In posizione strategica, comoda ai caselli autostradali, ma immersa in una pace d’altri tempi, A Casa di Delia offre un’accoglienza esclusiva, perfetta sia per chi viaggia in famiglia, sia per lavoro.

Tre ampie suite con soppalco ● area lounge ● grande giardino con piscina ● colazione con prodotti bio e a km0 ● cambio biancheria quotidiano ● accappatoi e ciabattine ● asciugacapelli ● aria condizionata ● wi-fi ● tv ● frigobar ● riscaldamento autonomo

Per informazioni:

A Casa di Delia, Bed and Breakfast – Charming House
via Belvedere 91, Sant’Elena di Silea (TV)
Contatto: Delia Gualtiero – Tel. 339 5699573 – info@acasadidelia.it www.acasadidelia.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______