“Paradossi d’Italia”: Bortolussi con il Rotary a Ca’ del Poggio

Il popolare segretario della Cgia di Mestre ha parlato di fisco, finanza e Stato in una riuscitissima serata organizzata dal Club a San Pietro di Feletto

Metti una sera a cena uno dei volti più popolari della scena economica italiana. Il Rotary Club Conegliano-Vittorio Veneto, unitamente al R.C. Conegliano e al R.C. Oderzo-Motta, con il presidente Oscar Soldà ha organizzato, al Ristorante Relais Ca’ del Poggio, a San Pietro di Feletto, un incontro con Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre.

Tema della serata “Paradossi d’Italia: fisco, stabilità finanziaria, crescita economica”, un argomento di estrema attualità anche nel nostro territorio che vive un periodo di grande preoccupazione, stretto com’è tra crisi economica diffusa, difficoltà di bilancio statale, ma anche necessità di scelte coraggiose e nuove opportunità.

Giuseppe Bortolussi, con la competenza e la capacità comunicativa che lo hanno reso importante punto di riferimento in campo economico per tutti i media, ha intrattenuto il numeroso pubblico presente su temi quali la contrapposizione venutasi a creare tra dipendenti pubblici e mondo imprenditoriale sui provvedimenti necessari per uscire dalla difficile congiuntura economica, il livello di tassazione raggiunto in Italia (tra i più alti in assoluto ma che consente allo Stato, grazie a chi le tasse le paga, di compensare quanto perso con l’evasione), il mantenimento di sprechi e previsione di futuri tagli ai servizi al posto di una seria riduzione della spesa, i ritardi nelle infrastrutture e i tempi lunghi della giustizia che, accanto alla mancanza di una adeguata politica fiscale di sgravi per le aziende e un elevato costo dell’energia, impediscono l’arrivo di investitori stranieri in Italia e inducono gli imprenditori italiani, che nonostante tutto si mantengono competitivi nell’export, a spostarsi per fare impresa in altri territori.

L’iniziativa del Rotary Club Conegliano–Vittorio Veneto – la cui sede è proprio a Ca’ del Poggio, dove da alcuni mesi all’omonimo Ristorante Relais si è aggiunto l’Hotel Villa del Poggio – si inserisce nel più ampio progetto del Rotary International (organizzazione umanitaria nata nel 1905 negli Stati Uniti e che oggi conta circa 1.200.000 soci suddivisi in 34 mila Club presenti in tutto il mondo) che, oltre ad iniziative di sostegno alle popolazioni più svantaggiate e di supporto ad iniziative culturali e di conservazione del patrimonio artistico, promuove occasioni di dibattito per meglio comprendere il mondo che ci circonda, con le sue problematicità e i suoi rapidi mutamenti, contribuendo così alla dialettica e alla crescita dell’intera comunità in cui vive ed opera.

nella foto, momento dell’incontro con Giuseppe Bortolussi (secondo da sinistra)
organizzato dal Rotary Club a Ca’ del Poggio

CA’ DEL POGGIO, DOVE IL PROSECCO INCONTRA IL MARE

C’è il Prosecco. E c’è il mare. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio a San Pietro di Feletto, nel Trevigiano, coniuga alla perfezione le due anime della famiglia Stocco. Quella marinara, che ha portato Fortunato e la moglie Maria Stella ad affrontare una qualificata esperienza di ristorazione a Bibione, prima di trasferirsi a San Pietro di Feletto. E quella collinare, interpretata dai figli Alberto e Marco, che, con l’aiuto dei genitori, hanno fatto propria la tradizione familiare, rivisitandola con un tocco di modernità ed eleganza. Il Ristorante Relais Ca’ del Poggio è aperto a San Pietro di Feletto, lungo la Strada del Prosecco Superiore Docg, dal 18 ottobre 1994, e da allora incontra il crescente favore di una clientela raffinata ed esigente. Se il panorama sui colli del Prosecco che si ammira dalle sale del Ristorante Relais Ca’ del Poggio va dritto al cuore, il palato degli ospiti della famiglia Stocco è deliziato da una cucina marinara che, grazie alla creatività degli chef Marco Stocco e Vincenzo Vairo, si è ormai imposta all’attenzione dei più severi gourmet. Molto conosciuto nell’ambiente sportivo (in via dei Pascoli, unica salita certificata dalla Federazione Ciclistica Italiana, ribattezzata Muro di Ca’ del Poggio, sono transitate le edizioni 2009 e 2013 del Giro d’Italia e il Campionato Italiano Professionisti del 2010), il Ristorante Relais Ca’ del Poggio dispone di 80 coperti inseriti in un ambiente elegante e al tempo stesso familiare, in cui Alberto Stocco e i suoi collaboratori fanno sentire gli ospiti come a casa loro. Dal maggio 2013, l’offerta turistica di Ca’ del Poggio è arricchita con l’Hotel Villa del Poggio, una struttura dotata di ogni confort (e con una meravigliosa terrazza panoramica) che, grazie anche  all’esperienza di Bruno Bertolingrande, s’integra alla perfezione con l’ospitalità offerta dal ristorante, trasformando questo angolo della Marca Trevigiana – a 60 km da Venezia – in una specie di paradiso per una clientela che ama immergersi nell’atmosfera rilassata ed elegante delle colline del Prosecco. Nelle vicinanze sono disponibili campi da golf e da equitazione, oltre a percorsi naturalistici da esplorare a piedi o con le mountain bike messe a disposizione dall’hotel, per una vacanza all’insegna del benessere e del relax.

Ristorante Relais Cà del Poggio
San Pietro di Feletto via dei Pascoli, 8/A (TV)
+39 0438 787154 – www.cadelpoggio.ithotel@cadelpoggio.it

Tel. 0438.486795 – www.cadelpoggio.itristorante@cadelpoggio.it

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______