Asparago bianco di Cimadolmo IGP

L’asparago è uno dei protagonisti della cucina primaverile. Quelli di Cimadolmo sono apprezzati per la loro dolcezza e si gustano accompagnandoli alle uova sode, come vuole la tradizione

Asparago Bianco di Cimadolmo I.G.P :
11 Comuni e 100 ettari di coltivazione

La coltivazione dell’Asparago nei paesi attraversati dall’alveo del Piave è una tradizione radicata profondamente nella storia e nella cultura di queste zone, che risale all’alto Medio Evo. Il clima, il terreno reso fertile dal limo lasciato dal corso del Piave, l’abbondanza di acqua e la passione dell’uomo hanno permesso all’Asparago Bianco di Cimadolmo di diventare il primo asparago ad entrare con certificazione in Europa.

Cimadolmo, piccolo paese nel trevigiano, è la patria dell’asparago bianco, delicato germoglio che impreziosisce le tavole in primavera, la stagione in cui la natura, risvegliandosi, diventa un tripudio di colori e di profumi che si spandono nell’aria.

Fa eccezione questo ortaggio bianco alabastrino, senza sfumature, tenero e dolciastro che delizia anche i palati più esigenti, presentandosi talvolta come unico ingrediente di piatti davvero squisiti.
Dietro questa prelibatezza c’e’ un duro lavoro, fatto ancora a mano dagli agricoltori del trevigiano che la mattina presto, addirittura quasi all’alba, cominciano a raccogliere i delicati turioni. Questo perché gli asparagi non devono prendere la luce, pena i riflessi verdacei o rosa che deprezzerebbero il prodotto.

Nel 2001 l’Unione Europea ha conferito l’Indicazione Geografica Protetta all’Asparago Bianco coltivato negli 11 Comuni situati lungo il territorio treigiano del corso del fiume Piave: Cimadolmo, Breda di Piave, Fontanelle, Mareno di Piave, Maserada sul Piave, Oderzo, Ormelle, Ponte di Piave, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave e Vazzola.

Ogni anno, tra aprile e maggio, si svolge una mostra-concorso che promuove ed esalta le caratteristiche di questo pregiato ortaggio.

I mercati principali di riferimento dell’Asparago Bianco di Cimadolmo I.G.P. sono l’Italia, in particolare Veneto, Friuli e il Milanese; all’estero Svizzera, Austria, Germania. Altro bacino importante per la vendita al dettaglio sono Stati Uniti e Hong Kong, dove il bianco ortaggio è particolarmente apprezzato e ricercato.

L’Asparago Bianco di Cimadolmo fa parte del patrimonio enogastronomico del Veneto.

notizie collegate :

Strada dell’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP

Asparago bianco del Sile

 

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______