Artestoria Associazione Culturale – prossimi appuntamenti

Artestoria Associazione Culturale
prossimi appuntamenti :

clicca QUI per gli appuntamenti 2016

________

Appuntamenti Artestoria ottobre – dicembre 2015

– fino al 30 maggio 2016, dal lunedì al sabato, ore 9.30 – 15.30

Attività didattica, visite e laboratori presso il castello di Zumelle
in collaborazione con: Sestiere Castellare

 –

info per programmi e costi:

Artestoria Associazione Culturale

tel   – 348 5966824 – info@artestoria.orgwww.artestoria.org

 

 

Per maggiori info:

Artestoria Associazione Culturale
Conegliano – tel – 348 5966824
info@artestoria.org www.artestoria.org

_________

Artestoria Associazione Culturale

IL FILO DELLA STORIA

Percorsi didattici a Conegliano a.s. 2015 – 2016

 

Nel corso della storia lungo il Monticano

Il percorso si rivolge alle classi della scuola primaria, e prevede una riflessione sul rapporto tra la città e il proprio fiume, con uno sguardo rivolto sia al presente che al passato. E’ una passeggiata lungo gli argini con il quaderno didattico, evidenziando le specie animali e vegetali che popolano questo habitat, così vicino eppure differente rispetto al contesto urbano in cui è inserito. Del Monticano verrà definita una carta d’identità: dove nasce? Come si sviluppa e dove sfocia? Quali sono le caratteristiche attuali, dopo gli interventi dell’uomo? Qual’era il suo aspetto e gli usi nel passato? Durante il percorso scopriremo tracce di oggetti e strutture che permetteranno di immaginare quale fosse il rapporto con il fiume, dal medioevo fino all’industrializzazione recente.

Conejan: torri fossati e … merli. La città medioevale

Per quanto frammentarie, le tracce del passato mediovale della città sono così imponenti da far intuire, l’importanza non solo strategica e militare di Conegliano in quei secoli. Il quaderno didattico che utilizzeremo lungo il percorso costituisce uno strumento utile per gli studenti: possono appropriarsi in modo più efficace e coinvolgente degli elementi urbanistici essenziali, edificati nel passato ma funzionali anche oggi. La conoscenza ottenuta “sul campo” contribuisce alla formazione culturale delle giovani generazioni:  indagando le forme del primo insediamento comunale possono immaginare la futura città, assimilando nello stesso tempo regole di comportamento per rispettare e salvaguardare il patrimonio di storia e arte che appartiene a questi nuovi cittadini.

LA GRANDE GUERRA – Storie di uomini e artisti un secolo fa

Per il prossimo anno scolastico 2015 / 2016, Artestoria propone due nuove attività collegata al ricordo della Grande Guerra.

 

NELLA GUERRA A COLPI DI PENNELLO

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria di I livello

La prima proposta è “L’arte della Grande Guerra in Europa”.

L’intervento, da svolgersi in classe con il supporto di immagini, vuole far emergere il ruolo che ebbe la guerra nella creatività artistica e come gli artisti stessi si pongono e affrontano l’esperienza del conflitto. Pensiamo ad esempio ai Futuristi e ai loro interessi, rivolti al cambiamento, esigenza da soddisfare anche attraverso lo scontro. Ma il conflitto è internazionale e a stati diversi corrispondono esperienze e sentimenti diversi, trasmessi fino a noi anche e soprattutto dagli artisti in particolar modo mitteleuropei.

 

VITA, STORIE E COSTUMI NELLA CONEGLIANO OCCUPATA

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria di I livello

La seconda proposta si accosta all’ambito storico-sociale.

L’attività è da svolgersi in classe con il supporto di immagini e documenti.

Tramite lo studio delle fotografie d’epoca gli alunni potranno guardare con occhi diversi la città, perché capiranno come anche l’urbanizzazione sia evoluta dopo il primo conflitto mondiale, con i documenti si vuole portare a conoscenza dei ragazzi le difficoltà economiche e sociali che influenzavano fortemente la vita quotidiana.

Al termine di questa introduzione i ragazzi svolgeranno un laboratorio di fumetto.

LA CITTA’ RINASCIMENTALE – una città tutta dipinta

Primo ciclo scuola primaria

Una città meravigliosa un po’ fiabesca si cela dietro ai numerosi affreschi che decorano i palazzi della Contrada Granda. Attraverso l’uso di carte tematiche i bambini scoveranno personaggi, animali e storie raccontate dagli artisti rinascimentali.

PEZZI DI PARADISO: a caccia degli angeli

Primo ciclo scuola primaria

Pronti, partenza via!!! Che cosa si nasconde sotto il portico di questo palazzo antico?

I bambini, dotati di carte tematiche, saranno guidati attraverso il gioco della caccia al particolare, alla scoperta dei numerosi angeli che si celano negli affreschi dei palazzi della Contrada Granda. Un percorso divertente per avvicinare i bambini alle bellezze della città .

IL GRAN TOUR: Conegliano svelata

Secondo ciclo primaria scuola I grado con modalità differenti

Un lungo cammino ci attende. Tutti conosciamo Conegliano ma ci sono realtà nascoste che passano inosservate. Con un taccuino didattico i bambini realizzeranno una mappa disegnata di Conegliano, palazzo dopo palazzo, affresco dopo affresco, alla scoperta delle meraviglie nascoste della città. Un Grand Tour vero e proprio, come i nobili europei del 1700 usavano fare in Italia per conoscerne e studiarne le meraviglie.

LA CITTÀ NARRANTE

Primo e secondo ciclo  scuola primaria

Una città é un condensato di storie e leggende. I bambini si introdurranno nel borgo dipinto e accompagnati dall’operatore-cantastorie decifreranno le bellezze della città rievocando suggestioni  e memorie antiche.

UNA CITTÀ DAI MILLE VOLTI

Primo ciclo scuola primaria

Passeggiando per la città si incontrano tante strutture, chiamate: case, ville, uffici, negozi alberghi ecc… ma sono tutte uguali? Gli allievi, guidati alla scoperta delle più belle e suggestive architetture cittadine, con le carte tematiche cercheranno di scovare i particolari architettonici che compongono queste meraviglie costruttive.

SONO SOLO PIETRE?: storie nascoste nei palazzi 

Secondo ciclo scuola primaria  e secondaria I grado con modalità differenti

La città è un insieme di pietre che raccontano. Palazzi ed edifici all’apparenza sono solo un insieme di pietre ma la loro disposizione ci racconta la storia dell’uomo. I piccoli esploratori saranno guidati alla scoperta delle differenze tra un palazzo medioevale e uno rinascimentale, tra una struttura settecentesca e una moderna, con l’aiuto di un quaderno didattico.

 

Brolo di San Francesco

TRA LE MURA UN PARADISO!: la natura tra le rocce

Primo e secondo ciclo scuola primaria

A metà della scalinata della Madonna della neve c’è una porticina che apre a un mondo nascosto: il Brolo di San Francesco. In questo percorso storico-naturalistico i  partecipanti conosceranno le differenze tra le varie piante presenti e creeranno un proprio erbario personalizzato e divertente giocando sui nomi di alberi, cespugli ed erbe.

 

Complesso Duomo, Sala dei Battuti

UNA SALA E UN QUADRO… DAI MILLE COLORI 

Primo ciclo scuola primaria

Attraversiamo il portico del Duomo cittadino, e saliamo su… fino alla fine di una ripida rampa di scale e… Ci troviamo di fronte a una straordinaria sala dipinta: la sala dei Battuti. I bambini con le loro schede didattiche andranno alla caccia dei personaggi nascosti nelle storie dipinte da Francesco Da Milano e nella pala di Cima Da Conegliano, ne comprenderanno il significato e diventeranno dei piccoli  artisti-investigatori, inoltrandosi nei meandri della storia più antica.

UN FUMETTO DEL ‘500

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria di I grado

Come sono realizzate le storie narrate da Francesco da Milano, ci ricordano qualcosa di attuale? Si! Sembra una storia a Fumetti!!! Gli studenti saranno guidati alla lettura delle immagini dipinte e con schede didattiche analizzeranno le loro parti: posizione, cronologia, importanza dei gesti che caratterizzano i personaggi. Ogni classe sarà suddivisa in piccoli gruppi di lavoro, a cui verrà data un immagine della Piccola Passione di Albrecht Dürer che ha ispirato Francesco da Milano. L’attività inoltre prevede la caccia al particolare e  la realizzazione del disegno di una scena dipinta,

MUSEO DEL CASTELLO – NELLA TORRE DELLE MERAVIGLIE

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria di I livello

Cosa nasconde la torre del castello di Conegliano? I bambini saranno guidati all’interno del Museo Del Castello, in un percorso tra le eccellenti opere d’arte presenti. Con l’aiuto dell’operatore e l’ausilio di schede didattiche conosceranno le storie narrate nei dipinti, le tecniche di realizzazione e il loro inquadramento storico nella storia dell’arte veneta.

LA STORIA DI GIANO – Scuola dell’Infanzia

sulla tracce del Gigante Giano e delle sue avventure visitiamo i giardini e il Museo del Castello.

Una bella favola per accostare i piccoli al patrimonio d’arte cittadino.


LABORATORI IN CLASSE 2015 -2016

TECNICHE ANTICHE

UNA STORIA FRESCA FRESCA
Laboratorio di affresco

Con gli alunni analizzeremo, attraverso schede didattiche, affreschi importanti della città di Conegliano. Verranno illustrati tutti i procedimenti tecnici per realizzare un dipinto ad affresco dalla stesura dell’intonaco, allo spolvero per arrivare alla pittura con i pigmenti colorati. Infine i bambini realizzeranno un loro manufatto personalizzato con questa antichissima tecnica.

COME UN GARZONE DI BOTTEGA…UN TUFFO NEL RINASCIMENTO
Laboratorio di tempera all’uovo

Con l’ausilio di immagini didattiche verranno illustrati ed analizzati i più importanti dipinti su tavola del pittore Cima Da Conegliano. Entreremo nella sua Bottega conosceremo i segreti che si celano nella preparazione dei colori, stemperando i pigmenti nell’uovo. Successivamente gli alunni realizzeranno  un dipinto con questa antica tecnica sul tema della maternità tanto cara al pittore Coneglianese.

LA NATURA… DIPINGE
Laboratorio di pittura con colori naturali

Entreremo nel laboratorio di un alchimista medioevale. Si può dipingere senza avere colori già preparati  in tubetto? Attraverso l’uso di spezie e altri prodotti naturali i bambini saranno guidati alla realizzazione di un dipinto sulla decorazione floreale.

E TI FACCIO UN MONUMENTO
Modellato a tuttotondo con l’argilla

Che cos’è un monumento o una scultura commemorativa?

Nella prima parte vi sarà una breve spiegazione sul concetto di scultura. Nella seconda parte i bambini realizzeranno un ritratto a tridimensionale plasmando l’argilla. Attraverso semplici ma precisi metodi l’operatore guiderà gli alunni alla composizione di un volto proporzionato.

IL GIARDINO DELLE DELIZIE
Laboratorio di pastello sul trittico pittorico.

Nella storia dell’arte gli artisti hanno adottato svariati metodi di rappresentazione. Molte volte l’opera era composta da molti quadri uniti insieme. Con gli alunni si ragionerà sul tema del trittico e del polittico e infine ogni partecipante realizzerà una composizione d’invenzione di tre o quattro immagini unite insieme in un unico lavoro con la tecnica del gessetto.

LA STORIA IN UNO “SCATTO D’AUTORE”…
Laboratorio di tecnica mista sulla pala d’altare

Che cos’è una pala d’altare? Come venivano progettati questi enormi dipinti?

L’operatore guiderà i bambini alla lettura delle più importanti opere del rinascimento veneziano, verranno analizzati i personaggi, la postura e la loro collocazione nei dipinti. Nel laboratorio i ragazzi dotati di immagini da ritagliare riguardanti  personaggi del rinascimento, comporranno tramite la tecnica del collage una loro personale rappresentazione. Infine la decoreranno a piacimento con matite e cere colorate.

STAMPE ANTICHE DAL NORD
Laboratorio di stampa d’arte

Che cos’è la stampa d’arte? Cosa si intende per incisione? L’operatore presenterà vari esempi di incisioni dei maggiori artisti della storia dell’arte con  particolare attenzione alle xilografie su legno realizzate nel 1500 da Durer, da cui prese spunto Francesco da Milano per decorare la Sala Dei battuti a Conegliano.

Nel laboratorio i bambini realizzeranno una matrice  xilografica e stamperanno la loro incisione a rilievo.

PAPIRO CONTEMPORANEO INVENTIAMO UNA SCRITTURA
Laboratorio di disegno e pittura

La scrittura è e è stata sempre uguale? Tutti i popoli scrivono con il nostro alfabeto? Cosa sono i pittogrammi? L’operatore analizzerà con gli studenti le differenti scritture in cui, al posto delle lettere, vengono usati simboli o disegni. Nel laboratorio i bambini dovranno inventare una propria scrittura fatta di simboli, realizzando un rotolo di papiro come nell’antico Egitto.

I COLORI DELL’ATMOSFERA
Laboratorio sulla prospettiva cromatica

Il nostro territorio e ricco di panorami mozzafiato. Come hanno fatto i pittori della storia dell’arte a rappresentare il paesaggio e le scene all’aperto ? La luce è uguale in ogni luogo d’Italia? L’operatore attraverso immagini didattiche mostrerà agli alunni come la pittura delle maggiori scuole pittoriche della storia sia da attribuire più alla luce dei luoghi, che a vere  e proprie scelte poetiche. Capiremo come attraverso l’utilizzo della prospettiva cromatica si possa rappresentare a pieno la luce che illumina quello che ci circonda.  Nel laboratorio realizzeremo un paesaggio d’invenzione utilizzando colori freddi e colori caldi.

LEONARDO VOLEVA VOLARE
Modellino in carta di una macchina volante

Leonardo Da vinci è stato oltre che a un grande artista, un gran scienziato. Attraverso schede didattiche saranno illustrati i disegni progettuali delle macchine volanti inventate dall’artista.

Nel laboratorio l’operatore guiderà gli alunni alla costruzione di un modellino pop-up in cartoncino di una macchina volante.

 

ARCHITETTURA DI UNA CITTÀ

LA CITTÀ PROSPETTICA
Laboratorio di acquerello

I nostri occhi come percepiscono la realtà? Che cos’è la prospettiva?

Analizzeremo i paesaggi prospettici dei pittori vedutisti del settecento veneziano scopriremo i segreti che gli hanno permesso di realizzare opere tanto precise e reali.

Nel laboratorio l’operatore guiderà gli alunni alla realizzazione di una veduta prospettica di Venezia dipinta all’acquerello secondo il metodo della prospettiva cromatica.

LA CITTÀ INCASTRATA
Laboratorio  di scultura con la carta

Le città di oggi sono caotiche e veloci… com’erano le città rinascimentali, come sarebbero le nostre città senza auto illuminazione ecc…  Faremo un tuffo nel passato e realizzeremmo attraverso il metodo dei piani ad incastro una città ideale. Alla fine del laboratorio i bambini potranno unire i propri elaborati creando una grandissima metropoli di classe.

PROFESSIONE ARCHITETTO
I bambini progettano la città

Chi è un architetto e cosa fa? L’operatore presenterà degli architetti famosi  e mostrerà degli esempi delle loro creazioni. Nel laboratorio sarà assegnato ad ogni bambino un edificio particolare della città contemporanea. Successivamente ogni partecipante disegnerà il proprio edificio in modo da costruire la città del futuro.

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

VELOCITÀ E MOVIMENTO FUTURISTA
Laboratorio di pittura futurista

Chi sono i Futuristi? Perché questo gruppo d artisti è molto importante per tutta l’arte del novecento.

Gli alunni verranno guidati alla scoperta dell’arte futurista, delle loro prese di posizione a favore della prima guerra mondiale che li vedrà arruolare come volontari al fronte. Nel laboratorio tutto sarà incentrato sulla rappresentazione del movimento e della velocità,  cose ora a noi molto note ma che cento anni fa erano una straordinaria novità. Ogni bambino dovrà rappresentare un’immagine in movimento a piacere utilizzando la particolare e coloratissima tecnica divisionista utilizzata dai pittori futuristi.

UNA PARTICOLARE AMICIZIA
Laboratorio di fumetto.

Ci tufferemo nella Conegliano occupata dai soldati austriaci durante la prima guerra mondiale. Com’è il rapporto con persone che non parlano la nostra lingua come si può instaurare un buon rapporto di convivenza tra usi e costumi differenti. Siamo in una situazione di emergenza. Gli studenti saranno guidati a ragionare sulla vita a Conegliano in quel periodo e dovranno inventare, con la tecnica del fumetto, una breve storia ad immagini dove si racconterà l’amicizia e la solidarietà tra un soldato austriaco e un bambino italiano.

LIBRO D’ARTISTA

LEGGERE CON LE DITA
Laboratorio sul libro d’artista

Un libro si può solo leggere con gli occhi? L’operatore guiderà i bambini nella costruzione di un libro tattile da leggere con le dita ad occhi chiusi, ogni alunno realizzerà un personale libretto rilegando le pagine e decorandole con materiali differenti: dalla carta, alla plastica, alla stoffa o attraverso la tecnica del frottage creando una storia molto particolare da toccare.

LA METROPOLI NASCOSTA
Laboratorio sul libro d’artista

Possiamo infilare un intera città in un libro? Gli alunni attraverso la tecnica del Pop-Up realizzeranno una

libro in cui, all’apertura sbucheranno palazzi di mille colori. Guidati dall’operatore i bambini armati di forbici, colla e carte di vario tipo realizzeranno dei bellissime città in scatola la leggere con gli occhi della fantasia.

ARTE MODERNA

A PRIMA IMPRESSIONE
Laboratori di pittura impressionista

Siamo nella Parigi di fine ottocento e lungo le rive della Senna troviamo molti pittori al lavoro. Che significa dipingere en plein air? Chi erano questi pittori chiamati Impressionisti?

Attraverso immagini didattiche, verranno illustrarti i maggiori esponenti di questa importantissima corrente artistica di fine Ottocento e sarà analizzata la loro particolare tecnica esecutiva.

Nel laboratorio i bambini utilizzando i soli colori primari più il bianco, realizzeranno un dipinto di paesaggio, mescolando i colori direttamente sul foglio di carta e non sulla tavolozza. In questo semplice modo riusciranno a capire la teoria dei colori e le mescolanze che ne derivano.

KANDINSKY E LA MELODIA DIPINTA
Laboratorio di pittura astratta

Che cos’è un quadro astratto? È fatto a caso o c’è un ragionamento preciso nella realizzazione dell’opera?

L’operatore presenterà ai bambini il pittore Kandinsky capostipite dell’arte astratta. Verrà analizzato il suo metodo di lavoro dove ogni forma, ogni segno e ogni colore rappresenta una precisa emozione. Nel laboratorio i bambini realizzeranno un dipinto astratto, ascoltando musica classica ed esprimendo a piacimento le emozioni che la melodia trasmette loro.

OGGETTI O SOGGETTI?
Laboratorio di disegno artistico

Perché molti pittori hanno rappresentato oggetti di uso comune nei loro quadri? Cos’è una natura morta? Può una mela o una bottiglia regalarci un emozione? Agli alunni verranno presentati gli artisti della storia dell’arte che più si sono distinti con questa particolare rappresentazione. Nel laboratorio ogni alunno creerà una composizione di fantasia in cui, cercherà di autorappresentarsi attraverso gli oggetti o le pietanze da lui più amate. Il laboratorio ha inoltre lo scopo di far ragionare i bambini su come gli oggetti che ci circondano abbiano assunto una forte importanza nella vita di tutti i giorni.

 

presentazione delle attività : sabato 26 settembre dalle ore 17
presso la biblioteca “Voltapagina” di Parè di Conegliano

Per maggiori info:

Artestoria Associazione Culturale
Conegliano – tel – 348 5966824
info@artestoria.org www.artestoria.org

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______