Antica Fiera di Santa Lucia di Piave – 10 e 11 novembre 2018

Antica Fiera a Santa Lucia di Piave
la Rievocazione storica.

10 e 11 novembre 2018.

Rievocazione storica della fiera trecentesca a Santa Lucia di Piave.

Torna l’Antica Fiera di Santa Lucia di Piave. Il 10 e 11 novembre 2018 rivive l’Antica Fiera di Santa Lucia di Piave un tuffo nel 1300 tra mercati, spettacoli, mostre e momenti culturali.

Nel 1300, nelle piazze dei villaggi medioevali, a scandire il corso delle stagioni, fiere e mercanti portano le innovazioni con il commercio da Oriente e dal Nord Europa. Prodotti della terra, ceramiche, stoffe, pelli e bestiame fanno delle Fiere di Santa Lucia di Piave una tradizione che vivrà per millenni. Il Comitato Antica Fiera di Santa Lucia di Piave, dopo attenta ricerca storica negli statuta del Comune di Treviso del sec.XIV, propone la rievocazione della fiera trecentesca. La fiera medioevale, che rimane legata ai primi traffici sulla via Ungarica e al guado obbligato di Lovadina, nei traffici commerciali tra Venezia e le Fiandre, si attiva con una mostra-mercato di merci tipiche del tempo: tessuti pregiati, canapa e lane di Fiandra, cavalli e asini. Con i soldi veneti antichi, cambiati dai cambiavalute, si possono inoltre assaggiare i pordotti tipici locali di “casari”, “luganegheri”, “vinari”, rallegrati da giullari, musici e saltimbanchi.

Ritorno al Medioevo
10 e 11 novembre 2018
Rievocazione storica del mercato medievale

Per poter capire l’Antica Fiera di Santa Lucia è necessario viverla: magia e suggestione è ciò che da sempre contraddistingue questa rievocazione storica e le parole non bastano, perché sono le emozioni a costituire il cuore dell’evento.

“Antica Fiera”, presso i Padiglioni Ex Filanda a Santa Lucia di Piave. Il grande mercato medievale sarà presente fin dal mattino con i banchi dei venditori attorniati da guitti, giullari, musici e frati, dame e cavalieri, falconieri, mangiafuoco e giocolieri in un grande spettacolo all’aperto che quest’anno sarà arricchito di nuovi espositori. Ci saranno inoltre spettacoli continuativi per grandi e piccoli e il corteo storico.

Il pubblico sarà a contatto diretto coi figuranti in un ambiente fatto suoni e colori, di magia e antiche suggestioni assaporando non solo l’atmosfera medievale ma anche i prodotti della terra. Nelle botteghe, infatti, si potranno gustare cibi elaborati da antiche ricette e cucinati secondo i metodi del medioevo, le marmellate, i formaggi speziati, i biscotti e anche la birra. Si potranno acquistare, con moneta coniata per l’occasione, prodotti dell’artigianato, tessuti, oggetti in legno e godere di tanti piccoli spettacoli e rappresentazioni in un’atmosfera che riporta il visitatore ai primi secoli dell’anno Mille.

Programma Antica Fiera 2018

sabato 10 novembre
ore 09:00
presso Antica Fiera di Santa Lucia, Santa Lucia di Piave

21° Rievocazione storica dell’Antica Fiera di Santa Lucia

ore 9.00 Apertura mostre e mercato medievale con spettacoli continuativi
ore 10.30 premiazione 14° concorso europeo Scrivere il medioevo. Con delegazioni da Francia, Spagna, Ungheria, Slovenia.
ore 18.30 spettacolo finale di fontane danzanti con musiche di film medioevali
ore 20:30 presso Padiglione Ex-Filanda, Santa Lucia di Piave
Concerto: Guerrieri in musica
con orchestra SIO. Dirige M° Roberto Fantinel, la raccolta offerte sarà devoluta a Fondazione di Comunità

domenica 11 novembre
ore 09:00
presso Antica Fiera di Santa Lucia, Santa Lucia di Piave

21° Rievocazione storica dell’Antica Fiera di Santa Lucia

ore 9.00 Apertura mostre e mercato medievale con spettacoli continuativi
ore 13.45 Corteo storico di apertura delle Fiere
ore 18.30 spettacolo finale di fontane danzanti con musiche di film medioevali

Mostre nel Padiglione Ex Filanda

L’arte della carta, Officina Chartaria Patavina, dal riciclo inconsapevole degli stracci…storia, tradizione e tecnica della fabbricazione di un foglio di carta, Dalla parola scritta a quella stampata, officina degli stampatori L’invenzione della stampa a caratteri mobili fino al libro, l’ambiente della cartiera, Il trasporto della carta, Il vetraio medioevale, mostra e laboratorio del vetraio medioevale con dimostrazione di pittura su vetro,
Scorci di vita medioevale pittura medioevale a cura del gruppo pittori di Santa Lucia
mostra elaborati del 14° concorso Europeo Scrivere il medioevo
mostra concorso fotografico Nazionale Obbiettivo medioevo
Iconografia, Scrittura, I Mosaici Romano Bizantini
Mostra di riproduzione di armi; dalle armi bianche alle armi da sparo, conduce Swan Dall’Armi.

 

LE FIERE DI SANTA LUCIA NELLA STORIA

Da mercato sacro a Lught a sagra di Santa Lucia

Legata ai lontani traffici sulla via Hungarica e all’uso del guado di Lovadina (passo obbligato tra il Nord e il Sud d’Europa) ma anche ai commerci di Venezia con Germania, Austria, Fiandra….. E’ antichissima tradizione quella delle Fiere di Santa Lucia sub Silva. Tanto da perdersi nelle nebbie dei secoli sulle remote origini del paese che sarebbe sorto sul luogo di un già affermato e consolidato mercato paleoveneto pagano di cavalli, sacro Lught dio della luce, sostituito dal culto cristiano in onore di Santa Lucia de Sub Silva, attirerà devoti, pellegrini e mercanti. La prima era chiamata sagra perchè si consumava sul sagrato (luogo sacro e sede di camposanto); Di fronte, e proprio sull’area oggi occupata dagli edifici della ex Filanda Ancilloto, si ergeva il perduto Palazzon grando, munito di “torreselle”, che apparteneva al conte Vinciguerra quondam Giacomo di Collalto.

Fiera da secoli famosa

Per essere sorta ai limiti di un importante crocevia tra la Via Hungarica e il Guado di Lovadina, dove già dal 1124, transitavano numerosi marcanti con i loro carichi commerciali, diretti o provenienti dalle fiere d’Ungheria, Austria, Carinzia, Germania e da ogni altra provincia, la Fiera di Santa Lucia conquistò fama soprattutto come mercato di cavalli, asini, buoi, ovini, suini, ma anche per canapa e lana. Ancora ai giorni nostri, cittadini del Tirolo e dell’Ungheria attestano di nonni commercianti di cavalli e abituali frequentatori delle Fiere di Santa Lucia. Il Beotto scrive che anziani del Polesine, del Cadore e del Friuli rammentano come il mercato della canapa grezza e lana avesse il suo importante centro nell’annuale appuntamento fieristico santalucese.

Il movimento Fiere di Santa Lucia nel “Districtus” trevigiano si documenta negli “Statuta Civitatis Tarvisii” del secolo XIV, proprio nel 1313 ne confermano la scadenza acquisita per diritto di antica consuetudine “quae fiant sicuti consueta sunt fieri”. Determinare però con esattezza l’antichità delle Fiere di Santa Lucia de Sub Silva non è impresa facile. Il Sottana, sulla base di una nota riferita alla Rubrica Expensarum del 1313 del Comune di Treviso, farebbe risalire le origini del mercato annuale santalucese al periodo anteriore l’anno 661 d.C., sostenendo che il fenomeno fieristico intitolato a Santa Lucia in terra veneta precedeva quello antichissimo di San Michele di Verona, riferito appunto al secolo VII. Sul filone di tale tradizione è inserita l’ipotesi della classifica progressiva delle Fiere di Santa Lucia, iniziata da un quotidiano del dopoguerra e portata ai giorni nostri, secondo la quale quest’anno 2013 ricorrerebbe la 1353^ edizione.

Da INNOCENTE SOLIGON “Le Grave ….S.Lucia di Piave nella Storia”
Per ulteriori informazioni : Comitato Antica Fiera di Santa Lucia

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______