Alice .G Prosecco dell’Anno per la Guida ai Vini 2013 de L’Espresso

La Guida ai Vini 2013 de L’Espresso ha insignito Alice .G metodo classico 2010 il titolo di Prosecco dell’Anno e la menzione speciale di outsider. Alice .G è prodotto da uve Glera 100%, nella prima fermentazione il 30% viene messo in tina grande il resto in barrique, segue poi il tirage, la messa in bottiglia, senza dosaggio alcuno. Alice .g Prosecco superiore docg metodo classico è anno 2010, sboccatura aprile 2012. Così scrive L´Espresso: colore dorato intenso, profumi fini e speziati, palato di buon volume e continuità gustativa, carbonica modulata e persistente e finale molto naturale e saporito.
Grande soddisfazione per Pier Francesca Bonicelli e Cinzia Canzian:  “Siamo convinte che un territorio per crescere debba sperimentare, osare e trovare nuove strade alla eccellenza. Il Metodo Classico Conegliano Valdobbiadene DOCG può fare la differenza rispetto alle produzioni fuori zona e in pianura. Assaggiare ogni tre quattro mesi questo vino, l´Alice .G appunto, per capire cosa sta succedendo, la sua evoluzione è affascinante. Noi donne e la natura a confronto, come team vincente s´intende, le nostre mani, la nostra testa, il vino, i lieviti, il tempo… in sostanza un brano di vita.”
Anche il Doro Brut Prosecco Superiore DOCG svetta tra gli charmat con il punteggio di 16.5 e con la speciale menzione per migliore acquisto in rapporto qualità prezzo,  così come il neonato P.S. Integrale Brut, senza solfiti aggiunti, che entra in classifica con un ottimo 16.5. Questa la scheda: colore paglierino intenso e naturalmente velato, mandorla sbucciata e sentori snocciolati, carbonica sottile e continua, sviluppo succoso e tonico, teso e saporito. Il P.S. appartiene alla categoria dei fermentati in bottiglia con una particolarità vale dire l’assenza di zucchero e solfiti. Da uve Glera la prima fermentazione vede un 50% in tina grande e il resto in acciaio, segue il tirate senza aggiunta di zuccheri e solfiti, in pratica la seconda fermentazione riparte su quello che è rimasto della prima.

L’azienda nata nel 2005 esporta negli Stati Uniti, in Australia e in Giappone. In un anno difficile come questo – spiega Cinzia Canzian – il mercato estero diventa fondamentale per un’azienda delle nostre dimensioni. Ecco il perché ci stiamo concentrando su alcuni mercati in particolare, tra questi gli Stati Uniti che stanno dimostrando una notevole preparazione in ambito enoico e che da sempre amano il made in Italy. I risultati raggiunti comunque non ci fermano sono anzi di stimolo a proseguire sulla strada della ricerca e dell’innovazione fondamentali per esprimere al meglio il nostro fantastico territorio.
La valigia attende Cinzia pronta a partire per il Colorado e successivamente per l’Oregon dove presenterà la sua produzione.

_______


Vuoi essere aggiornato sugli eventi?

Iscriviti alla Newsletter Marcadoc

 

_______


MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non è responsabile di eventuali variazioni di programmi e orari, si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

_______


Le foto e i video presenti su Marcadoc.it e Marcadoc.com sono presi in larga parte su Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
E’ sempre possibile richiedere la rimozione di articoli e foto se si riscontrano violazioni di copyright.

_______


Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______