Primavera del Prosecco Superiore 2018 – Tutti gli appuntamenti

Primavera del Prosecco 2018
Le mostre in programma

XXIII Edizione dal 18 marzo 2018.

Programma e date della 23^ edizione
della Primavera del Prosecco Superiore.

In programma tanti eventi culturali, sportivi ed enogastronomici!

Sulle colline dell’Alta Marca Trevigiana si rinnova l’appuntamento con la rassegna enoturistica più importante del Veneto! Sono 17 le Mostre del Vino che compongono la Primavera del Prosecco Superiore 2018, proponendo in degustazione le etichette del territorio. Oltre al Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg Superiore in degustazione si possono trovare anche gli altri vini tipici come il Colli di Conegliano Docg Bianco e Rosso, il Refrontolo Passito Docg, il Torchiato di Fregona Docg e il Verdiso Igt.

Per maggiori info:
www.primaveradelprosecco.it

 

articolo collegato: Gli appuntamenti del week end

 

____________

Proposte Week end sulle terre del Prosecco Superiore

a partire da € 35 per persona

Per maggiori info:
Tel.: + 39.0438.970350 – E-mail:prenotazioni@primaveradelprosecco.it

____________

Calendario delle Mostre del Prosecco 2018

SANTO STEFANO – 17 – 27 marzo – 49 Mostra Cartizze e Valdobbiadene DOCG
VILLA DI CORDIGNANO – 24 marzo – 2 aprile – 54 Mostra dei Vini d’annata e del Conegliano Valdobbiadene DOCG
COL SAN MARTINO – 24 marzo – 15 aprile – 62 Mostra del Valdobbiadene DOCG
SAN PIETRO DI BARBOZZA-  31 marzo – 15 aprile – 48 Mostra del Cartizze e Valdobbiadene DOCG
GUIA – 13 aprile – 1 maggio – 50 Mostra del Valdobbiadene DOCG
COLBERTALDO DI VIDOR – 14 – 29 aprile – 39 Mostra del Valdobbiadene DOCG Rive di Colbertaldo e Vidor
MIANE – 20 aprile – 1 maggio – 40 Mostra del Conegliano Valdobbiadene
FREGONA – 21 aprile – 1maggio – 44 Mostra del Torchiato e dei vini dei Colli di Conegliano DOCG
SAN GIOVANNI – 21 aprile – 1 maggio – 16 Mostra del Cartizze e del Valdobbiadene DOCG
REFRONTOLO – 21 aprile – 6 maggio – 49 Mostra dei Vini
VITTORIO VENETO – 27 aprile – 6 maggio – Vini in Loggia
COMBAI – 4 – 13 maggio – E’ Verdiso – 29 Edizione
CONEGLIANO – 19 – 20 maggio – Conegliano Doc.G Street wine & food
CORBANESE – 19 maggio – 3 giugno – 49 Mostra del Vino Superiore dei Colli
OGLIANO – 25 maggio – 3 giugno – 43 Mostra del Prosecco Superiore Rive di Ogliano
SAN PIETRO DI FELETTO – 26 maggio – 10 giugno – 47 Mostra dei Vini di Collina
FOLLINA – 1 – 10 giugno – Sulle Note del Prosecco Superiore DOCG

____________

Experience Prosecco Hills – Tasting food and wine

I tour per scoprire i luoghi del Gusto!

Clicca QUI per leggere la news

____________

Passeggiare sulle colline dell’Alta Marca alla scoperta di piccoli borghi, antiche pievi, vecchi castelli, oppure immergersi nei verdi vigneti che decorano i pendii della DOCG Conegliano-Valdobbiadene alla ricerca delle cantine. E’ questa la promessa della Primavera del Prosecco Superiore 2018: l’evento enoturistico più conosciuto del Veneto che, grazie alla sinergia tra strutture ricettive, ristoratori, associazioni, stakeholder del territorio offre un’esperienza unica. Per chi ama l’enoturismo e il contatto con la natura, la Primavera del Prosecco ti porta a scoprire un territorio reso celebre dallo spumante più bevuto al mondo: il Prosecco Superiore Conegliano-Valdobbiadene DOCG.

Da marzo a giugno un viaggio nella tradizione enologica delle colline trevigiane.

Giunta alla XXIII Edizione, la Primavera del Prosecco Superiore è un appuntamento imperdibile per chi ama i vini dell’area di produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg. Nell’arco di 4 mesi le colline trevigiane ospitano 17 esposizioni enologiche conosciute tradizionalmente come Mostre del Vino, unite nella rassegna enoturistica più importante della regione. Le 17 tappe che compongono il percorso enogastronomico propongono, accanto alle degustazioni dei vini e alla possibilità di assaggiare i prodotti tipici del territorio, tanti altri appuntamenti culturali, musicali e sportivi, per vivere gustose emozioni! D

Scopri il territorio del Conegliano Valdobbiadene attraverso i 17 appuntamenti enoturistici che accolgono turisti e visitatori fino a giugno con degustazioni, concerti, attività all’aperto e visite tra pievi e borghi antichi.

___________

Prosecco Wine Tour

Visita guidata in due cantine con degustazione vini e prodotti tipici, mezzo con autista-accompagnatore, soste panoramiche lungo la Storica Strada del Prosecco Superiore Conegliano-Valdobbiadene

Partenza da Conegliano (fronte stazione ferroviaria)

Il sabato e la domenica alle ore 14.30. Durata: 4,30 h

Per info e prenotazioni:
339 1329568 oppure scrivi a prenotazioni@primaveradelprosecco.it

 

____________

Hotel Canon d’Oro a Conegliano


Hotel Canon d’oro si trova in via XX Settembre, di fronte a Palazzo Sarcinelli, sede dalla mostra.


Per maggiori info: Best Western Hotel Canon d’oro
via XX Settembre, 131 – 31015 Conegliano (TV)
t.:+39 043834246 – info@hotelcanondoro.itwww.hotelcanondoro.it

_________

A Casa di Delia ha riservato tariffe speciali per i lettori Marcadoc

Il B&B A Casa di Delia – Charming House è un’oasi di relax poco lontano dal centro di Treviso, in località Sant’Elena di Silea. In posizione strategica, comoda ai caselli autostradali, ma immersa in una pace d’altri tempi, A Casa di Delia offre un’accoglienza esclusiva, perfetta sia per chi viaggia in famiglia, sia per lavoro.

Tre ampie suite con soppalco ● area lounge ● grande giardino con piscina ● colazione con prodotti bio e a km0 ● cambio biancheria quotidiano ● accappatoi e ciabattine ● asciugacapelli ● aria condizionata ● wi-fi ● tv ● frigobar ● riscaldamento autonomo

Per informazioni:

A Casa di Delia, Bed and Breakfast – Charming House
via Belvedere 91, Sant’Elena di Silea (TV)
Contatto: Delia Gualtiero – Tel. 339 5699573 – info@acasadidelia.it www.acasadidelia.it

____________

Le 17 mostre in dettaglio

SANTO STEFANO 17/03/2018 – 27/03/2018
49^ MOSTRA CARTIZZE E VALDOBBIADENE DOCG
La mostra numero 49 è dedicata a due anniversari tondi, tondi: 1918 la Grande Guerra, 1968 La primavera della gioventù. Nel segno di queste ricorrenze la Mostra sarà occasione per festeggiare e per riflettere sui segni lasciati nella nostra terra da queste due “rivoluzioni” epocali. In particolare sarà proposto un ciclo filmico dedicato alla Grande Guerra che si svolgerà nelle cantine di Santo Stefano. Passeggiate a tema ci porteranno sui passi della guerra a festeggiare la pace e a gustare la gioia dei nostri vini. Infine sulla scorta del 1968, anno di fondazione della Pro Loco, sarà organizzato un momento di incontro e riflessione sul ruolo delle Pro Loco in tempo di Prosecco. Degustazioni e pranzi in cantina per completare un’offerta molteplice e che volge lo sguardo, il palato e i piedi al di fuori dei muri della Mostra per far parlare la terra e i contadini.
DOVE : Via Grave, 4 – Santo Stefano di Valdobbiadene – c/o Palazzo Pro Loco
ORARI APERTURA : Inaugurazione: 17/03/2018 – ore 11.00Feriali 18.00-24.00 – Sabato, domenica e festivi 10.00-24.00
SANTO STEFANO – Santo Stefano, frazione del Comune di Valdobbiadene, si presenta al visitatore che lo raggiunge dalla pianura come una stupefacente cascata di vigneti esposti al sole interrotti da piccoli borghi e antichi casolari ornati di capitelli e affreschi. La frazione è costituita da tre località: collocata nella parte alta, si trova la Villa che si estende dalla chiesetta del cimitero fino alla chiesa parrocchiale; nella parte centrale si trova la località Teva, che segue il corso dell’omonimo torrente dove sono ancora decifrabili i segni delle attività alimentate dall’acqua; Follo, infine, si adagia a sud verso Colbertaldo e San Giovanni. Sono visitabili l’ottocentesca Chiesa di S. Maria Ausiliatrice in località Follo, la Chiesa Parrocchiale di S. Stefano, recentemente restaurata e l’Oratorio di Sant’Antonio. Quest’ultimo, costruito nel XIII secolo, è la chiesetta del cimitero di S. Stefano, caratterizzata da un maestoso pronao in stile dorico.

VILLA DI CORDIGNANO 24/03/2018 – 02/04/2018
54^ MOSTRA DEI VINI D’ANNATA E DEL CONEGLIANO VALDOBBIADENE DOCG
La Mostra di Villa di Cordignano ha compiuto un percorso ricco di storia e tradizione, prima di approdare nel circuito della “Primavera del Prosecco Superiore”. All’inizio si chiamava “Festa dei Brent” e richiamava un pubblico prettamente locale. Poi, col passare degli anni, il vino ha iniziato ad essere confezionato nei tipici fiaschetti impagliati. Ora la Mostra dei Vini d’Annata è un’ottima occasione per degustare la vasta gamma di vini Spumanti, Bianchi Frizzanti e Tranquilli, Rossi Invecchiati e Passiti messi a disposizione dai 30 produttori della Marca Trevigiana che partecipano alla manifestazione.
DOVE: Piazza IV Novembre, 1 – 31016 Cordignano (TV)
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 24/03/2018 – ore 17.30Sabato 17.30-24.00 – Domenica 10.00-23.00 – Pasqua 17.30-24.00 – Lunedì di Pasquetta 10.00-21.00 – Chiuso dal lunedì al venerdì
VILLA DI CORDIGNANO – Villa di Villa è una frazione di Cordignano situata ai piedi dell’Altopiano del Cansiglio, la cui storia è molto antica: sono infatti presenti alcuni reperti di una stirpe votiva della civiltà paleoveneta, datati al 1150 a.C.. Edifici d’interesse storico-artistico sono i ruderi del “Castelat”, vecchio castello ad otto lati posto sul Col Castelir che dal 1139 al 1388 fu la residenza dei Da Camino e Villa Mocenigo detta “Belvedere”, costruita all’interno di un ampio parco che è stata la residenza dei Dogi Mocenigo. Nel teatro della Villa, Carlo Goldoni operò per un breve periodo. Degni di nota sono anche la Chiesa parrocchiale posta nel cuore del centro abitato e la Chiesa della Madonna delle Grazie situata su un’altura a nord est del centro.

COL SAN MARTINO 24/03/2018 – 15/04/2018
62^ MOSTRA DEL VALDOBBIADENE DOCG
Nata dall’iniziativa di alcuni amici che con spirito gioioso attendevano le persone all’uscita della chiesa offrendo un buon bicchiere di vino, la più longeva delle rassegne legate alla Primavera del Prosecco ogni anno ripropone con lo stesso spirito circa un centinaio di etichette dei produttori di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e di Vino della Tradizione Secco e Amabile.
DOVE : Piazza Rovere, 4 – Col San Martino (TV)
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 24/03/2018 – ore 16.00Feriali 17.30 – 24.00 – Sabato 14.00 – 24.00 – Domenica 10.00 – 24.00 – Domenica 15/04, Pasqua e Pasquetta 10.00 – 20.00 – Lunedì 26/03 e 09/04 chiusoChiusura casse ore 22.30 – Domenica 15/04, Pasqua e Pasquetta ore 19.00
COL SAN MARTINO – Col San Martino, frazione di Farra di Soligo, sorge lungo il torrente Raboso, addossata alle pendici delle colline che delimitano a nord il Quartier del Piave. Qui si può visitare la Chiesetta di S. Vigilio, costruita nel X secolo sulla cima del Colle che domina Col San Martino e l’intera vallata fino ed oltre il fiume Piave, caratteristica che l’ha resa un importante osservatorio per gli austro-ungarici durante la loro occupazione nella Prima Guerra Mondiale. La chiesetta è stata anche uno dei luoghi scelti dal regista Coneglianese Padovan per il suo film Finché c’è Prosecco c’è speranza. Altro punto di forte interesse è il Tempietto di S. Martino, dedicato al Santo protettore delle donne in dolce attesa e delle coppie che desiderano avere un figlio e ricordato per essere stato una delle 36 Pievi della Diocesi di Ceneda. Degni di nota sono, infine, la Chiesa Arcipretale dedicata alla SS. Annunziata costruita nel 1898 in stile lombardesco contenente numerose opere d’arte, l’Oratorio di Piazza Rovere di proprietà di Villa Dalla Rovere Paccanoni e la torre del campanile di Santa Maria in Silvis, unico resto della chiesa duecentesca che ivi sorgeva.

SAN PIETRO DI BARBOZZA 31/03/2018 – 15/04/2018
48^ Mostra del Cartizze e Valdobbiadene Docg
La Mostra, come vuole la tradizione, è inaugurata il Sabato Santo. Ai gustosi piatti tipici della cucina veneta si abbinano i vini del Cartizze e Valdobbiadene Docg dei principali produttori del paese. Grande attenzione verrà dedicata al Vin Santo del prete, preparato dal parroco del paese, esclusivo prodotto locale e fiore all’occhiello di tutta la rassegna. Sono previste numerose attività, come la corsa non competitiva “4 Pass”. Occasione unica per scoprire vitigni e casolari, cuore pulsante della più autentica zona Docg.
DOVE: Via Chiesa 2 – S.Pietro di Barbozza, Valdobbiadene (TV), c/o Centro Polifunzionale
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 31/03/2018 – ore 16.00Feriali 10.00 – 12.30 / 15.30 – 24.00 – Sabato, domenica e festivi 10.00 – 24.00 – Pasqua 10.00 – 12.30 e 15.00 – 24.00
SAN PIETRO DI BARBOZZA – San Pietro di Barbozza regala scorci di natura incontaminata e di piccole borgate chiuse attorno ai tipici cortili. Dai boschi della località Barbozza ai terrazzamenti soleggiati e le valli scoscese, questo paese si presta a rigeneranti passeggiate nella natura. Da visitare l’Eremo di Sant’Alberto, antico luogo di culto e meta di pellegrinaggi; la Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, con interessanti tele e l’altare maggiore in stile barocco veneziano; il Santuario Immacolata di Lourdes con il Convento dei Frati Minori Conventuali; il Capitello-oratorio del Col contenente un pregevole affresco risalente al XVI secolo raffigurante la Madonna col bambino fra S. Giovanni Battista e S. Pietro”; la Chiesa campestre di S. Antonio a Barbozza costruita nel 1797. S. Pietro di Barbozza è anche protagonista di splendide iniziative culturali ed escursionistiche, come VignArte, simposio di scultura lignea e l’Anello del Prosecco, itinerario di 15km alla scoperta della tradizione e cultura enologica e gastronomica del territorio.

GUIA 13/04/2018 – 01/05/2018
50° MOSTRA DEL VALDOBBIADENE DOCG
La manifestazione si prefigge di valorizzare il territorio del Valdobbiadene Docg ed in particolare della frazione di Guia. In degustazione troverete i vini di cantine che producono proprio in questo territorio, con una sezione dedicata agli spumanti ed una al vino della tradizione. Completano l’offerta le serate e cene a tema con piatti tipici.
DOVE : Via Madean, 6  – Guia di Valdobbiadene
ORARI APERTURA : Inaugurazione: 13/04/2018 – ore 19.30Feriali e sabato 15.30 – 24.00 – Domenica e festivi 10.00 – 24.00
GUIA – Guia è un piccolo paese adagiato sulle colline pedemontane orlate di boschi e segnate, quasi ricamate, dal fantasioso, incessante rincorrersi dei filari. I monumenti più interessanti sono la Chiesa parrocchiale di S. Giacomo, edificata nel 1520 ma completamente ristrutturata nel XIX secolo in seguito ai danneggiamenti della Ia Guerra Mondiale, l’oratorio di Sant’Antonio da Padova, costruito nel 1694, l’oratorio dei Santi Rocco e Sebastiano, eretto come ex-voto per la guarigione dalla peste dal rettore Alessio di Albania, ed il Monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale.

COLBERTALDO 14/04/2018 – 29/04/2018
39^ MOSTRA DEL VALDOBBIADENE DOCG RIVE DI COLBERTALDO E VIDOR
Nel cuore delle colline di Colbertaldo e Vidor, tra i filari che si intrecciano sorge il Santuario di Madonna delle Grazie. Presso questo luogo magico si svolge la 39^ edizione della mostra del Valdobbiadene DOCG delle Rive di Colbertaldo e Vidor, tra degustazioni, eventi enogastronomici e percorsi alla scoperta del territorio.
DOVE: Via Grazie,2 – Colbertaldo di Vidor c/o loc. Madonna delle Grazie
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 14/04/2018 – ore 17.00Feriali 17.30 – 24.00 – Sabato, domenica e festivi 10.00 – 24.00 – Chiuso lunedì e martedì
COLBERTALDO – Colbertaldo, frazione di Vidor, lega la sua storia all’omonima famiglia di Colbertaldo che viveva in un castello eretto prima dell’XI secolo e distrutto dai Trevisani nel 1200 al fine di impedire ad Ezzelino III da Romano di utilizzarlo. Nella località sono visitabili la Chiesa Parrocchiale, sita sulla sommità di una piccola collinetta e raggiungibile attraverso una lunga gradinata che porta al portale maggiore sito al centro della facciata e il Santuario della Madonna delle Grazie, importante monumento sia dal punto di vista culturale che religioso edificato nel 1300. Al suo interno si può ammirare un affresco che riproduce la Madonna col Bambino e l’Annunciazione, opera di un ignoto maestro, e una grande pala raffigurante la Madonna in Gloria del XIX secolo che domina l’interno della chiesa. Nel vicino centro di Vidor è possibile ammirare l’Abbazia Benedettina di Santa Bona, costruita nel 1100 grazie alla presenza della nobiltà feudale. Sopra il paese, sorge il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale, situato sulla collina del castello di Vidor e costruito sulle rovine dell’antica parrocchiale e dell’antico castello.

MIANE 20/04/2018 – 01/05/2018
40^ MOSTRA DEL CONEGLIANO VALDOBBIADENE
La Mostra del Vino di Miane propone tutta la gamma dei vini dell’Alta Marca Trevigiana: dal Prosecco Superiore e Cartizze, al Verdiso Igt e Colli di Conegliano DOCG. La nostra storia e il nostro impegno testimoniano che la Pro Loco di Miane svolge il ruolo di tramite tra le tradizioni (enogastronomiche comprese) più radicate del territorio e la sua promozione. E così è, perchè questo è lo spirito che “anima” tutte le Pro Loco.
DOVE: Centro Polifunzionale, località Cal di Mezzo 35 – Miane (TV)
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 20/04/2018 – ore 20.00Feriali e sabato 18.00 – 24.00 – Domenica e festivi 11.00 – 23.00 – Chiuso lunedì
MIANE – Il territorio di Miane si trova nella zona settentrionale della provincia, presso il confine con Belluno ed è caratterizzato dalla presenza di rilievi di varia entità, dalle modeste moreniche dell’area centromeridionale alle Prealpi Bellunesi della zona settentrionale, ai quali si alternano valli e pianori sui quali sono sorti i principali centri abitati. Da percorrere, i numerosissimi sentieri panoramici e percorsi naturalistici, lungo i quali sostare per piacevoli ristori nelle malghe di Budui e Mont, le casere di Federa ai Pian, il Rifugio di Posa Puner e il bivacco Mont. Di grande rilievo naturalistico, anche la Grotta del Landrel, una suggestiva cavità di origine carsica immersa nella natura che domina la Vallata, poco distante dal Sanuario della Madonna del Carmine. Il centro di Miane accoglie la Chiesa Arcipretale, risalente al 1878, che esibisce al suo interno un tabernacolo di grande pregio, nonché numerosi dipinti. Davanti ad essa si trova il Campanile, che anticamente era una torre di vedetta risalente al 1400, facente parte di un sistema difensivo e di controllo sulla Vallata. Disseminati nel comune vi sono numerosi luoghi di culto come i santuari della Madonna del Carmine e della B.V. Addolorata, chiese abbellite con pregevoli opere d’arte, ma anche il medievale Borgo Colmellere, le antiche carceri della Valmareno in loc. “Forca” e Villa Bellati a Campea, signorile residenza con antiche opere d’arte e arredi conservati pressoché intatti.

SAN GIOVANNI 21/04/2018 – 01/05/2018
16^ MOSTRA DEL CARTIZZE E DEL VALDOBBIADENE DOCG
Entra ufficialmente nel circuito della Primavera del Prosecco dal 2003 ed ottiene rapidamente numerosi consensi da parte del pubblico grazie alla qualità dei suoi prodotti. I visitatori infatti potranno degustare una vasta gamma di vini DOCG Conegliano-Valdobbiadene. La manifestazione si svolge in prossimità del campo sportivo comunale, in un ambiente cordiale e familiare.
DOVE: Centro Parrocchiale, Via San Giovanni 87, San Giovanni di Valdobbiadene (TV) (fronte chiesa)
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 21/04/2018 – ore 15.30Feriali 18.00-24.00 – Sabato 16.00-24.00 – Domenica e festivi 11.00-24.00 – Chiuso lunedì
SAN GIOVANNI – San Giovanni è una piccola frazione di Valdobbiadene con circa 500 abitanti. La strada che porta in paese attraversa una distesa di vigneti rigogliosi, protetti dalla montagna Pianezze che si erge sullo sfondo. Si spartisce con Santo Stefano, Saccol e San Pietro la pregiata area del Cartizze. Da visitare: la Chiesa di San Giovanni e il campanile noto per la sua “bassa-altezza”.

FREGONA 21/04/2018 – 01/05/2018
44^ MOSTRA DEL TORCHIATO DI FREGONA DOCG E DEI VINI COLLI DI CONEGLIANO DOCG
Anche quest’anno, grazie alla disponibilità della famiglia Salvador Bacchiani, la Mostra verrà allestita presso la seicentesca villa Trojer Salvador. La manifestazione si propone di valorizzare gli ottimi vini della docg Colli di Conegliano, in primis il Torchiato di Fregona, che, insieme alla docg Conegliano Valdobbiadene, rappresentano l’ Alta Marca Trevigiana. La mostra è anche l’occasione per scoprire le nostre bellezze artistiche, storiche e naturali, di cui siamo è inutile dirlo, molto orgogliosi. Diversi sono i luoghi e i contesti della manifestazione oltre alla sede Mostra di Villa Trojer: il Centro di Appassimento del Torchiato di Osigo, lo stand presso il Campo Sportivo, la piazza Cipriani e la sede dell’Associazione San Giorgio, dove grazie alla collaborazione di Enti, Associazioni, imprese e ristoratori, i nostri volontari hanno organizzato per voi tanti eventi sportivi, musicali, ricreativi e naturalmente enogastronomici.
DOVE : Via Indipendenza 55 – 57, c/o Villa Troyer Salvador Bacchiani
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 22/04/2018 – ore 11.30Feriali 18.00 – 22.00 – Sabato 10.00 – 12.00 / 14.00 – 22.00 – Domenica e Festivi 10.00 – 22.00
Clicca QUI per leggere il programma completo

REFRONTOLO 21/04/2018 – 06/05/2018
49^ MOSTRA DEI VINI
La Mostra si caratterizza per l’esposizione di diversi vini della DOCG Colli di Conegliano, bianco, rosso ma soprattutto Refrontolo Passito, e del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. La splendida location di Villa Spada fa da cornice alla manifestazione, durante la quale i visitatori potranno degustare i piatti tipici della tradizione locale: spiedo e alette piccanti. Le serate saranno allietate da musica dal vivo.
DOVE: Via Capretta – Refronto (TV) c/o Giardini e Barchessa di Villa Spada
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 21/04/2018 – ore 17.00Feriali e sabato 19.00 – 23.00 – Domenica e festivi 10.00 – 12.00 / 14.30 – 24.00
REFRONTOLO – Refrontolo, patria non solo del Prosecco ma anche del Marzemino passito, oggi noto come Refrontolo Passito, è un piccolo gioiello incastonato tra le colline del Quartier del Piave in una posizione tale da ricordare un presepe a cielo aperto. Il suo territorio è un perfetto connubio tra natura, cultura e storia. Si possono infatti visitare la seicentesca Villa Battaglia-Spada con l’annessa Barchessa, sede del comando austriaco durante la Prima Guerra Mondiale e ambientazione del libro vincitore del Premio Campiello nel 2011 “Non tutti i bastardi sono di Vienna” di Andrea Molesini.  Poco distante è possibile visitare il romantico Tempietto Spada, posto in una straordinaria posizione panoramica, la Chiesa Parrocchiale di Santa Margherita dell’XI secolo e l’opera in bronzo di Carlo Balljana dedicata al Marzemino e l’Arte, situata di fronte al Municipio, con un estratto dal Don Giovanni di Mozart in cui il librettista Da Ponte cita l’”eccellente Marzemino”. A Refrontolo è possibile anche visitare una delle perle della Marca Trevigiana, il suggestivo Molinetto della Croda. Il secolare mulino ad acqua, unico esempio nella zona ancora funzionante, è un gioiello incastonato sulla nuda “croda” che continua a macinare farina ed ospita, al suo interno, una fiorente attività espositiva di opere d’arte durante tutto il periodo dell’anno. È meta di turisti e luogo d’ispirazione di poeti ed artisti. Per gli amanti della natura, numerosi sono i sentieri e i percorsi escursionistici presenti nel territorio che passano per alcuni dei punti più affascinanti del paese, come il canyon naturale della Grota de la Sgnapa, le Case dei partigiani Conti Agosti e le “bore”, naturali doline di origine carsica.

VITTORIO VENETO 27/04/2018 – 06/05/2018
VINI IN LOGGIA
L’esposizione Vini in Loggia, dallo scorso anno, si è spostata in Piazza del Popolo, nella piazza centrale di Vittorio Veneto. La Mostra accoglie il visitatore con degustazioni guidate da sommelier, serate gastronomiche con menù tipici, tour guidati alla scoperta della Città e serate a tema.
DOVE : Piazza del Popolo, Vittorio Veneto
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 27/04/2018 – ore 17.00Feriali 18.00 – 24.00 – Sabato 16.00 – 24.00 – Domenica 10.00 – 24.00
VITTORIO VENETO – Nata nel 1866 dall’unione delle antiche città di Ceneda e Serravalle, è un’importante città d’arte per il rilievo delle architetture civili e religiose, per la qualità delle sue piazze e per il numero, la varietà ed il pregio delle collezioni pubbliche storico-artistiche ed etnografiche. Dopo l’unificazione delle due cittadine, il forte desiderio di creare un centro unico portò alla realizzazione di Piazza del Popolo dove sorgono oggi il Municipio e il Monumento ai Caduti. Da visitare, nel borgo di Ceneda, il Museo della Battaglia che racconta la storia della Grande Guerra attraverso la predisposizione di allestimenti multimediali e non, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il castello di S. Martino di epoca longobarda, il Museo Diocesano e la chiesa di S. Maria del Meschio, nella quale è esposta la splendida Annunciazione di Andrea Previtali. Storia, natura e tradizioni si snodano lungo il corso del fiume Meschio: un percorso ciclopedonale di 5 km che regala scorci inediti di Vittorio Veneto attraverso antiche costruzioni, vecchie filande e i caratteristici “Meschet”. Serravalle, nella parte nord di Vittorio Veneto, fu potentemente fortificata da re e principi barbari e nel 1174 divenne feudo dei Da Camino. La sua suggestiva Piazza Flaminio, è incorniciata da una serie di palazzi e ville venete datati tra il XV ed il XVII secolo, come Villa Bianchi Rosada Altoè, Villa Rosada Marini detta Casa Rossa e Palazzo Todesco. Notevole è la Loggia della Comunità, oggi Museo del Cenedese, con la torre campanaria abbellita da un quadrante di orologio fra i più antichi d’Italia e d’Europa. I luoghi sacri conservano un fascino particolare, tra questi il Duomo di S. Maria Nuova che custodisce una pala d’altare del Tiziano e la Pieve di Sant’Andrea di Bigonzo, la più antica Chiesa di Vittorio Veneto (XIII sec), chiesa madre di Serravalle prima della costruzione del Duomo, le cui ricche decorazioni interne sono da collocare tra il XV ed il XVI Secolo. Interessanti sono i percorsi naturalistici del Monte Altare e di S. Augusta; il primo tratto della salita che conduce al Santuario di Sant’Augusta è costituito da una breve scalinata monumentale che prosegue con un ameno sentiero di ciottoli su cui si affacciano piccole cappelle intitolate alle basiliche romane costruite come ex voto nel 1630 alla fine di un’epidemia di pestilenza.

COMBAI 04/05/2018 – 13/05/2018
E’ VERDISO – 29^ Edizione
La Mostra promuove il vino Verdiso, vitigno autoctono della Pedemontana trevigiana la cui esistenza risale al 1778 quando venne imposto ai coloni dell’Abbazia di Follina. Nel corso della manifestazione vengono proposte delle serate a tema incentrate sul Verdiso e sui prodotti ad esso abbinabili. Il Verdiso viene proposto in cinque tipologie: tranquillo, frizzante, frizzante con fondo, spumante e passito. La prima domenica si svolge la “Sbecotando” una passeggiata enogastronomica tra i vigneti del Verdiso.
DOVE : Piazza Brunelli, 1 – Combai di Miane c/o Sala delle Feste
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 05/05/2018 – ore 19.00Feriali 19.00 – 24.00 – Sabato 15.00 – 24.00 – Domenica 11.00 – 23.00
COMBAI – Combai si trova in una splendida posizione panoramica, abbarbicato ai piedi delle Prealpi circondato da maestosi castagni e secolari vigneti. Peculiare è “La strada de la fan” fatta costruire a donne, vecchi e bambini di Combai durante la Prima Guerra Mondiale dal Genio Militare Austriaco, per trasportare più agevolmente cannoni ed armi nei punti più alti (sono ancora visibili interi tratti ciottolati) e “Le Spinonce” luogo di anfratti naturali molto caratteristico. Dal centro del paese partono numerosi sentieri naturalistici che danno la possibilità di immergersi nella natura più vera, tra cui il “Troj de la Rota”, il “Sentiero dei Marroni” e la “Strada del Verdiso”. In località Callesella è possibile far visita al Centro sperimentale del castagno con un percorso didattico dedicato ai bambini. Non mancano i luoghi di interesse culturale e religioso, come la Chiesa Parrocchiale il cui primo nucleo fu costruito nel 1475 e contenente numerose opere d’arte, la chiesetta dedicata alla Madonna Addolorata di Ronch e la chiesetta di San Micèl – San Michele – nelle Serre citata come eremo “punitivo”, soggiacente all’Abbazia di Follina, già nel Duecento.

CONEGLIANO 19/05/2018 – 20/05/2018
5^ STREET WINE & FOOD
Street Wine&Food avrà luogo per il 5° anno consecutivo nel centro storico di Conegliano, nei giorni 19 e 20 maggio. L’evento rivolto ad un pubblico di tutte le età vuole creare un’atmosfera in cui possano coesistere in armonia le moderne tendenze “street” e i sapori tradizionali legati al nostro territorio. La manifestazione avrà come fulcro Piazza Cima nella quale si allestiranno dei gazebo gestiti da ristoratori della zona che proporranno cicchetti e sfiziosità tipiche. Nel resto del centro storico saranno presenti TruckFood di vario genere e provenienza. Saranno affiancati da un’elegante mostra delle eccellenze enologiche con denominazione DOCG, la quale darà la possibilità per la degustazione al calice o alla bottiglia.
DOVE : Via XX Settembre Contrada Granda, Centro Storico Conegliano
ORARI APERTURA : Sabato e domenica 10.00 – 24.00
CONEGLIANO – Famosa per aver dato i natali al celebre artista Giambattista Cima, Conegliano sorge in una posizione privilegiata a ridosso delle Prealpi Trevigiane. Il centro storico ha origini medioevali, edificato prevalentemente sulla via XX Settembre, che si allarga alla base del Colle Giano che ospita il Castello e l’ottocentesca Villa Gera. Villa in stile neoclassico che ospita preziosi affreschi di Giovanni De Min raffiguranti la vita di Giulio Cesare, è oggi sede di numerosi eventi pubblici e privati. Il sovrastante Castello, simbolo della città sin dall’epoca medievale, ospita oggi il Museo Civico di Conegliano e comprende una pregevole pinacoteca con quadri ed affreschi recuperati da conventi e chiese del territorio. Vi si accede attraverso suggestivi percorsi pedonali, costeggiando le antiche mura carraresi e ammirando il panorama caratterizzato dall’ampio scenario pedemontano e collinare. La centrale Via XX Settembre, anticamente chiamata Contrada Granda e circondata dalle mura cittadine, ospita numerosi palazzi storici signorili, tra i quali il cinquecentesco Palazzo Montalban, Casa Longega, Monte di Pietà con la sua facciata affrescata, Palazzo Sarcinelli, edificio rinascimentale sede della galleria d’arte cittadina e di innumerevoli eventi e il neoclassico Teatro Accademia. Poco sopra, è arroccato il convento di San Francesco, ex complesso conventuale e importante centro culturale. Non può mancare una visita al Duomo del XIV secolo, sulla cui facciata possiamo osservare un grande affresco del Pozzoserrato, considerato, tra gli affreschi murali veneti, uno dei più importanti al mondo. All’interno vi è la celebre Pala del Cima da Conegliano. Collegata al Duomo è la Sala dei Battuti, uno dei più interessanti monumenti cittadini ornato di splendidi affreschi di Francesco da Milano, Jacopo Pozzoserrato, Girolamo da Treviso e del famigerato Giambattista Cima da Conegliano. Del grande pittore è possibile visitare anche la casa, oggi adibita a museo, situata nella via a lui intitolata. Di rilievo nazionale, la Scuola Enologica G. B. Cerletti, fondata nel 1876, fu la prima in Italia ed è oggi una delle dieci scuole superiori pubbliche d’Italia nella quale si studia l’arte della vinificazione. Poco distante, a Susegana, è possibile visitare il trecentesco Castello di San Salvatore, uno dei più grandi d’Italia e oggi splendida ambientazione per visite guidate, ricevimenti ed eventi culturali.

CORBANESE 19/05/2018 – 03/06/2018
49^ Mostra del Vino Superiore dei Colli
La mostra intercomunale organizzata dalla Pro Loco di Corbanese, presenta una selezionata esposizione di vini tipici dei Colli del Conegliano Valdobbiadene, i quali possono essere degustati anche abbinati alla gastronomia locale con spiedo e carni alla griglia. Le serate a tema proposte permettono di assaporare il territorio di queste Docg a 360°.
DOVE : Via Olimpia n. 30, Corbanese di Tarzo (TV) c/o Impianti sportivi
ORARI APERTURA : Feriali e sabato 20.00 – 24.00 – Domenica e Festivi 10.00 – 24.00 – Chiuso lunedì, martedì e mercoledì
CORBANESE – Corbanese possiede due siti archeologici romano-medievali, uno riferito al primo castello costruito sulla base di una torre romana precedente dalla famiglia nobile dei Da Corbanese, mentre il secondo riferito al Castelnuovo costruito, inglobando il primo, dai vassalli del Comune di Conegliano Marco e Buto Da Corbanese. Nel suo territorio sono presenti alcune ville costruite tra il XVI e il XIX secolo, tra cui Villa Antiga, Villa Lazzarin, Morandin, detta “il Canevon”, soprannome attribuitogli in quanto per un periodo fu adibita a cantina, Villa Pizzol, Pesca, Pol e Casa Pescador-Da Rios. Di rilievo sono anche il Santuario della Madonna di Loreto, all’interno del quale è collocata la Madonna col Bambino di Fringimelica il Vecchio, l’oratorio di San Giuseppe, che conserva una Sacra Famiglia attribuibile all’Arnosti e la settecentesca chiesa parrocchiale, dedicata ai Santi Gervasio e Protaso, dove la pala dell’altare maggiore è di G.B. Dal Colle. Poco distante, sulla sponda occidentale del lago di Lago, è possibile visitare il Parco Archeologico Didattico del Livelet, parco progettato e costruito per valorizzare la scoperta di un’area interessata da importanti ritrovamenti archeologici.

OGLIANO 25/05/2018 – 03/06/2018
4^ MOSTRA DEL PROSECCO SUPERIORE RIVE DI OGLIANO
La Mostra, alla quarta edizione, nasce con l’obiettivo di far conoscere i vini della zona del coneglianese, con particolare attenzione per la zona di Ogliano, valorizzando al contempo le bellezze paesaggistiche e le peculiarità produttive del nostro paese. Una curata e selezionata esposizione dei vini, sicuramente protagonisti della Mostra, affiancata ad una proposta di prodotti ed iniziative parallele che possano accompagnare il visitatore durante le degustazioni, unita alla professionalità dei Produttori, allo spirito di iniziativa del comitato organizzatore e alla comune convinzione circa la buona riuscita di questa iniziativa, costituiscono le basi sulle quali abbiamo costruito un evento unanimemente apprezzato e molto visitato.
DOVE : Presso ex Scuola Elementare, Via Marcorà – Ogliano di Conegliano – Servizio Bus navetta dai parcheggi del campo sportivo e piazzale della chiesa.
ORARI APERTURA : Inaugurazione: 25/05/2018 – ore 18.30Feriali 18.00 – 24.00 – Sabato 16.00 – 24.00 – Domenica e Festivi 11.00 – 24.00
OGLIANO – Il paesaggio, caratterizzato dalla presenza di dolci rilievi di origine morenica, è intervallato da vigne, antichi borghi e case rurali, secondo il disegno datogli da secoli di economia agricola. Presso i colli al confine con la città, è presente un vecchio bacino artificiale inserito in una zona di interesse naturalistico: il Lago di Pradella. Nel territorio di Ogliano sono presenti diversi siti religiosi, tra cui la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta e l’Oratorio della Santissima Trinità. Degni di nota sono inoltre le ville venete del settecento, quali Casa Canonica e Casino Piamonte, Villa Gera detta Palazzo degli Angeli e Villa Gera Amadio Maresio detta Palazzo delle Anime in seguito ad una leggenda locale secondo la quale vi visse una giovane donna che, una volta stancatasi dei propri uomini, li gettava nei sotterranei finché morivano: secondo la leggenda, i lamenti e le grida delle loro anime imprigionate, si udirebbero anche ora uscire dai muri della villa. L’edificio seicentesco è stato una delle location in cui è stato girato il film Finché c’è Prosecco c’è speranza, lungometraggio del locale regista Padovan tratto dall’omonimo libro.

SAN PIETRO DI FELETTO 26/05/2018 – 10/06/2018
47^ MOSTRA DEI VINI DI COLLINA
La mostra arrivata alla sua 47^ edizione si terrà all’interno del suggestivo antico eremo camaldolese. Sommelier e personale specializzato condurrà il visitatore alla scoperta del territorio attraverso la degustazione dei migliori vini prodotti nel Feletto e nei comuni limitrofi. Oltre alle degustazioni enologiche, sarà possibile degustare piatti tipici e partecipare a serate a tema.
DOVE : Via Marconi 1, San Pietro di Feletto
ORARI APERTURA : Inaugurazione: 26/05/2018 – ore 18.00Feriali e sabato 19.00 – 23.00 – Domenica e festivi 11.00 – 15.00 / 18.00 – 23.00
SAN PIETRO DI FELETTO – Il Comune di San Pietro di Feletto è collocato a ridosso della dorsale Pedemontana sui soleggiati colli che si scorgono a nord di Conegliano. Il nome di questo piccolo paese trae origine dal termine latino “filix” e dalla sua derivazione “felicetus”, che stanno ad indicare un luogo in cui abbondano le felci. Di particolare importanza storica è l’Antica Pieve di San Pietro di epoca longobarda. Situata in posizione panoramica sui colli del Feletto, la Pieve si presenta con una facciata a salienti, davanti alla quale si apre un ampio porticato medievale, sotto il quale sono custoditi preziosi affreschi, tra i quali il celebre “Cristo della domenica”, di cui esistono solo una decina di esemplari simili nel mondo, e la “Madonna con bambino tra i santi” importante per un particolare iconografico molto raro, quello di Gesù Bambino che succhia il latte da una vescica, con il quale l’autore probabilmente volle rifarsi alle usanze delle povere famiglie di un tempo. Nel periodo antecedente la civiltà romana, la chiesa pievana ebbe un ruolo centrale, grazie anche alla fonte battesimale presente al suo interno, diventando una delle più antiche della diocesi di Vittorio Veneto. Sono possibili visite guidate a richiesta. Si possono inoltre trovare numerose chiese e capitelli dislocati nelle varie frazioni.

FOLLINA 01/06/2018 – 10/06/2018
SULLE NOTE DEL PROSECCO SUPERIORE DOCG
Suggestiva Mostra del Prosecco Superiore all’interno dello storico Palazzo Barberis ai piedi dell’Abbazia di Follina, dove poter trascorrere del tempo appagando la gola e gli occhi in un luogo unico ed accogliente. Fanno da cornice eventi culturali, sportivi e gastronomici di alto rilievo.
DOVE: Piazza IV Novembre, Follina c/o Palazzo Barberis
ORARI APERTURA: Inaugurazione: 02/06/2018 – ore 16.30Venerdì 18.00 – 22.00 – Sabato, domenica e festivi 10.00 – 22.00
FOLLINA – Il territorio di Follina costituisce, con i suoi palazzi storici, gli antichi luoghi di culto e i sentieri naturalistici da cui è percorso, una tappa d’obbligo nella Marca Trevigiana ed è recentemente entrato a far parte del club dei Borghi più belli d’Italia insieme al confinante Cison di Valmarino. Di particolare rilievo storico, culturale e religioso è l’Abbazia cistercense di Santa Maria situata nel centro del paese. Fondata nel 1146, fu un’importante snodo della cultura cistercense; costruì mulini per macine e lanifici, bonificò la zona tra Piave e Livenza e raggiunse esiti notevoli nell’arte monastica consegnandoci capolavori come il chiostro terminato nel 1268. Al suo interno sono presenti numerose opere d’arte. Degni di nota sono anche il centrale Palazzo Barberis Rusca, costruito nella seconda metà del 600, il Castelletto Brandolini, fatto costruire da Giulio Camillo Brandolini sempre nel 1600, il Sacrario austro-ungarico adiacente al cimitero, le sorgenti carsiche di Santa Scolastica e il Maglio in Via Paoletti risalente alla seconda metà del XV secolo. Non manca un’importante presenza di sentieri naturalistici che percorrono interamente il paese, dai sentieri da trekking dislocati in tutto l’arco montuoso, ai più semplici percorsi che circondano il centro di Follina, come il Sentiero della Fiadora, detta anche Via dell’acqua, interessante percorso che costeggia l’omonimo ruscello che in passato alimentava il vecchio lanificio del palazzo Barberis-Rusca e l’Abbazia. Nel confinante paese di Cison di Valmarino è possibile visitare Castelbrando, raffinato castello medievale che costituisce un particolare esempio di riqualificazione del patrimonio storico-artistico e uno dei castelli più grandi d’Europa.

articolo colleato: Premio Gran Fascetta d’Oro 2018 a Terre di San Venanzio Fortunato

Per maggiori info:
www.primaveradelprosecco.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______