Oasi Cervara – Storie di allocchi, cicogne e altre meraviglie sul Sile

oasicervara

Phoebe è arrivata dall’Olanda per trascorrere l’estate in totale relax nel Parco naturale del fiume Sile, ospite di un ambiente straordinario come l’Oasi Cervara a Santa Cristina di Quinto (Treviso). È molto graziosa, occhi grandi e curiosi. Phoebe è una femmina di Allocco comune (Strix aluco), rapace notturno destinato a entrare presto nelle simpatie dei molti visitatori dell’Oasi, prendendo il posto di Eolo, l’Allocco degli Urali che, dopo il soggiorno nell’area faunistica, è stato mandato a vivere in Val Badia. La nuova inquilina della Selva dei Gufi è stata battezzata Phoebe come uno dei satelliti di Saturno. Sta crescendo accudita da tutto lo staff dell’Oasi. Non volerà nell’arena dei rapaci prima di settembre; intanto prenderà confidenza con le persone, per diventare uno dei gufi ambasciatori della riserva naturale.

Quindi dall’inizio di giugno (e per tutti i pomeriggi di sabato e domenica estivi dalle 15.30) la si incontra nel Casone di Palude, dove Stefania racconta ai bambini “La Storia di Phoebe”.

L’Allocco è una della molte meraviglie dell’avifauna che rendono speciale una visita all’Oasi Naturalistica del Mulino Cervara, pregevole manufatto dell’arte molitoria, documentato già nel 1325. L’ingresso del parco è lungo la Strada Provinciale 17 che da Quinto di Treviso porta a Badoere di Morgano.

Uno degli ambienti fluviali più caratteristici e importanti della pianura veneta, in questa palude trovano il loro habitat naturale numerosi animali.

Venticinque ettari di riserva (comprendente la Palude Barbasso) per tutelare un’area palustre di eccezionale bellezza tra il Sile e il torrente Piovega.

L’Oasi offre visite guidate, escursioni in bicicletta e in “pantana” (la tipica imbarcazione dell’alto corso del fiume, dove i fondali sono bassi), più molte altre iniziative per mettere appassionati, bambini e famiglie in contatto diretto con la natura.

Tra gli incontri ravvicinati proposti ai visitatori ci sono quelli con i cicognini, che stanno crescendo nella Nursery del Cervara. Quattro piccole cicogne accudite dal personale dell’Oasi, mentre mamma e papà si godono l’estate nella grande voliera.Ogni sabato e domenica è possibile assistere alla crescita dei piccoli, fino a quando avranno un mese e mezzo di vita. Nel momento in cui i cicognini avranno raggiunto la taglia idonea, faranno il loro ingresso nella voliera, dove andranno ad occupare la “suite” dei nati nel 2017.

Il calendario estivo è davvero ricco di iniziative.

Sabato: dalle 11 alle 18 è visitabile la mostra “Draghi”, storie di animali tra mito e natura, allestita nel Centro Visitatori, in cui scoprire dal vivo una decina di diverse specie di rettili ed anfibi che, a vario titolo ed in vario modo, sono collegate al mito del Drago. Alle 11.30 e replica alle 14.30 “Raccontiamo le cicogne”; alle 14 “Il pasto delle testuggini”; alle 15.30 “Il Minigufiere per bambini avventurosi”; dalle 16.30 inizia la visita guidata “Squame e artigli dei Draghi”; chiude la giornata alle 17.30 “Il Volo dei Gufi”.
Domenica: alle 10.30 e alle 14.30 “Raccontiamo le cicogne”; alle 11.30 “Il Minigufiere per bambini avventurosi” (su prenotazione); la visita guidata “Alla scoperta del Paludarium” inizia alle 11.30; alle 14 “Il pasto delle Testuggini”; alle 15.30 e alle 17 visita guidata “Squame ed Artigli dei Draghi”, mentre alle 15.30 si può ascoltare “La storia di Phoebe” nel Casone. Al volo dei Gufi si assiste dalle 16.30 e alle 18; dalle 11 alle 18 è aperta la visita alla mostra “Draghi”. Il “Minigufiere per bambini avventurosi” dura 30 minuti e si svolge con un massimo di 10-12 partecipanti con un contributo extra di 5 euro a bambino.

È possibile iscriversi all’arrivo all’Oasi. Da sottolineare che visitare in bicicletta la riserva naturale (in caso di pioggia è chiusa al pubblico) offre anche l’occasione di percorrere il tracciato della ex ferroviaTreviso-Ostiglia, che collegava il Po con il Sile, ed ora recuperata in un itinerario cicloturistico.

Oasi Cervara, orari di visita sabato e domenica dalle 9.30 alle 19 (ultimo ingresso dalle 18); biglietti intero 7 euro, ridotto 5.

Articolo di Cristiana Sparvoli per www.tribunatreviso.it del 8 6 2017

Oasi Cervara Via Cornarotta, 50 31055 Quinto di Treviso

Lo Spettacolo della Natura 2017 all’Oasi Cervara di Quinto di Treviso

Di notte nell’Oasi Cervara è la natura a dare spettacolo

Gechi, barbagianni, lucciole e falene che come gli artisti si raccontano e danno vita a percorsi poetici che emozionano e divertono. In ogni serata si intrecciano due forme narrative: quella scientifica che, attraverso la divulgazione, assume la forma della conoscenza, e quella artistica che emoziona e traccia un percorso poetico.

Si comincia alle 19.30 ad entrare nella dimensione della natura dell’Oasi, a conquistare il tempo dell’ascolto e a scoprire dove inizia lo spettacolo… Fra il primo e il secondo spettacolo c’è il tempo per fermarsi al bar per uno spuntino o sostare nell’area picnic per cenare o condividere qualcosa portato da casa.

sabato 1 luglio – LA NOTTE DEI BARBAGIANNI

ore 20.00 IL SEGRETO DEL VOLO SILENZIOSO  spiriti guida nel buio della notte Soren, Maya e Neve  raccontano con il loro affascinanante volo il sogno possibile di un ambiente tutelato, di campagne pulite, di edifici rispettosi. Con STEFANIA FALCONE

ore 21.30 GLI SPIRITI DEL BOSCO

Occorre innanzitutto camminare per piccoli sentieri e poi attendere in un luogo specifico, tra il fitto degli alberi, prendendo posto attorno a una torcia. E, se non si è troppo rumorosi o curiosi, potrebbe arrivare. E’ brusco, selvatico, non parla volentieri ma, se gli prende la vena buona, può parlare a lungo. Le sue sono storie di alberi, di uomini, di un amore lontano. Sono anche storie di guerre, di ricordi, di viaggi, di fughe. E sono, soprattutto, storie di masche, storie di quegli esseri che proteggono, a modo loro, la terra.

Con MASSIMO BARBERO

sabato 8 luglio – IL FIUME E LA QUERCIA

ore 19.30 Una camminata (circa 5 km) attorno al Fiume Sile racconti, esperienze, idee e riflessioni di un grande giornalista-camminatore. Con PAOLO RUMIZ

Ore 21.30 PHYSA HARMONIKÒS

Storie, leggende e canzoni per raccontare le giornate dentro una bottega di costruzione di fisarmoniche. Racconta l’arte di scegliere un albero e trasformarlo in fisarmonica, il suo essere bambina dentro una bottega di fisarmoniche e come ha rifondato il marchio più antico in Italia, dopo che le è stato donato. Nello spettacolo alterna canzoni e racconti, storie di vita e leggende sulla fisarmonica. “Dopo aver portato con me in palco storia e canzoni che hanno segnato il secolo scorso, ora ho deciso di portare in palco la mia
bottega per dare dignità al silenzioso mondo dell’artigianato artistico”. con FRANCESCA GALLO

sabato 15 luglio – LA NOTTE DEL GECO

ore 20.00 IL GECO E’ UN DRAGO Per due millenni l’uomo è rimasto in bilico tra la propria scarsa conoscenza della Natura ed una innata voglia di predominio su questa. Fino al Medioevo, questo limbo e’ stato un fertile terreno per la nascita e la diffusione di miti popolati da creature fantastiche e paurose. Dalla somma di parti anatomiche di rettili, anfibi, uccelli e mammiferi, nascevano le immagini e le storie terrificanti dei draghi, che accomunano tutte le culture del mondo, dall’Estremo oriente alle Americhe, passando per Africa ed Europa. con ELISABETTA PITTERI

ore 21.30 IL DRAGO BIANCO Come nelle antiche leggende di magia, in una danza rituale che riporta l’uomo in contatto con la Terra, con la natura e con i suoi elementi, il fuoco si accende. Il suolo cosparso di fiamme e faville lanciate in aria, il fuoco colorato che assume nuove forme. Nelle ali, nei ventagli, nelle spade, nei bastoni, nelle corde, nelle sfere, il fuoco a galleggiare nel buio e in piccoli oggetti sarà il protagonista di questa performance, durante la quale, in una danza a piedi scalzi, si infiammeranno gli animi, e si scioglieranno tutte le inquietudini dei presenti attorno al cerchio. Con ANTONIO BONURA LUMI

sabato 22 luglio – LA NOTTE DELLE FALENE

ore 20.00 SORA NOSTRA MADRE TERRA La poesia incontra la Terra, le porge omaggio, la ricorda nella sua bellezza, nella sua varietà e profonda spiritualità. Attraverso le opere di alcuni autori che da sempre rivolgono particolare attenzione ai luoghi e paesaggi che ci circondano, raccolti dall’atmosfera natalizia, rivolgiamoci alla Terra, all’ascolto del suo messaggio di pace e meraviglia.

Con GIANPIETRO BARBIERI DE SAVORGANI PIERFRANCO ULIANA, GIACOMO LI VOLSI

ore 21.30 FARFALLE NELLA NOTTE Nel bosco, durante la notte, arrivano le sorprese: animali insoliti, suoni misteriosi, odori singolari. Con la torcia e una guida ci fermiamo ad osservare e ascoltare storie di insetti autoctoni, con FRANCESCO BARBIERI Laureato in Scienze Biologiche, specializzato in entomologia ed esperto di farfalle tropicali.

sabato 29 luglio – LA NOTTE DELLE LUCCIOLE

ore 20.00 IL MIO VOLO LIBERO Le avventure ironiche ed appassionanti dei voli di una donna coraggiosa: Amelia una delle prime pilote di aereo dell’inizio del novecento. Uno spirito libero che cercò di incoraggiare le ragazze giovani a seguire i propri obiettivi, spostando sempre più in alto  l’asticella, oltre le nuvole

Con Martina Pittarello. Adattamento di Xenia de Luigi

Ore 21.30 A CERCAR LUCCIOLE

Simbolo di ambienti sani e biodiversi, nel rispetto e nella tutela dell’ambiente e per conoscere meglio la biodiversità del nostro territorio che consente la sopravvivenza del coleottero e del suo particolare e prezioso fenomeno di bioluminescenza, che rende ricche di magiche atmosfere le notti estive.

Con Gianfranco Maschietto

Ore 22.30 LUCILLA

Storie di lucciole e lanterne, di magici voli e fantastiche illusioni, tra buio e luce, realtà e fantasia.

Con Lara Quaglia

Ingresso intero Euro 10.00 Ridotto per bambini fino a 8 anni € 5,00

Informazioni e prenotazioni al numero 335.1248514 – eventi@oasicervara.it

Sempre bene portare con sé plaid e torcia



I consigli Marcadoc:


www.marcadoc.it
non e’ responsabile di eventuali variazioni di programma e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______

MINIGUIDE della Marca Trevigiana in pdf da scaricare e stampare
Guidebook to the Province of Treviso - English version
Guidebook to Treviso - English version
Guida di Asolo
Guida di Castelfranco Veneto
Guida di Montebelluna e il Montello
Guida di Conegliano
Guida di Vittorio Veneto
Guida di Oderzo
Guida di Cison di Valmarino e Follina
-
MAPPE della Marca Trevigiana in pdf da scaricare e stampare
Mappa Turistica di Treviso
Mappa Turistica di Asolo
Mappa Turistica di Castelfranco Veneto
Mappa Turistica di Montebelluna
Mappa Turistica di Vittorio Veneto
Mappa Turistica di Oderzo
Mappa Turistica di Valdobbiadene

-

By

Newsletter
Marcadoc


Giro del Lago di Santa Croce – 20 agosto

Malanotte d’Estate, eccellenze del Piave

La Grande Festa del Vino 2017 – 10 e 11 settembre

Sposissimevolmente Venezia – 7 e 8 ottobre

Cantina La Vis, grandi vini dal Trentino

Tour del Prosecco – l’originale!

Shop.ViticoltoriPonte.it, la cantina a casa tua!

Arcangelo Piai – Fotografo

Conto Marca Like di Banca della Marca