Grappa Unica Da Ponte esalta il sapore dell’estate

dapontelogo

Grappa Unica Da Ponte, la grappa di monovitigno di Prosecco ottenuta dall’insieme di 10 annate differenti affinate in barrique, non smette di stupire. La sua morbidezza, la testura setosa, le note fuggevoli, ne fanno sia un distillato da sorseggiare da solo, ma anche un intrigante accompagnamento per piatti d’alta cucina.

__

 

Negli ultimi anni la grappa, nelle sue espressioni migliori e più qualificate, da grande distillato quale già era dopo un’evoluzione durata decenni, ha saputo svettare diventando un punto di riferimento non paragonabile ad altri figli dell’alambicco.

Ciò è ancora più vero per Grappa Unica Da Ponte, prodotto dal’alto livello assolutamente distante dall’immagine stereotipata dell’acquavite di vinacce, che la vorrebbe forte, talvolta pungente, ruvida, non adatta certo per accompagnare cibi. Con queste premesse, se proprio si volesse “inventare” un abbinamento, dovrebbe coinvolgere un piatto a sua volta segnatamente sapido. A questo quadro d’antan si contrappone però una fotografia ben più reale nonché attuale.

Grappa Unica Da Ponte, infatti, non si abbina certo con caci ultravecchi o con carni stracotte, ma si propone invece per accompagnare pietanze nobili e ricercate, come un Carpaccio di capesante al caviale con zucca in salsa agrodolce.

Mentre il vino avrebbe difficoltà a rapportarsi alle note agre del piatto, Unica Da Ponte, come una carezza, avvolge la preparazione e l’accompagna valorizzandone a uno a uno gli ingredienti protagonisti.

Apprezzata per il suo aroma che produce sentori floreali e per il sapore di mandorle tostate e miele, Unica Da Ponte rinfresca la tenue viscosità del caviale, e consumata a piccoli sorsi si accorda con la dolcezza delle capesante e contiene quella della zucca. Un distillato da proporre quindi con le preparazioni delicate e che si abbina alla perfezione anche ai crostacei sia crudi, sia cotti.

L’abbinamento cibo – grappa può, e deve diventare, una forma di vero piacere, cercando di poter trarre il massimo della gratificazione da questo matrimonio, insolito, particolare, ma raffinato e senza precedenti, per sfatare il mito del distillato da consumare solo a fine pasto.

Va ancora detto, con un certo orgoglio, che se l’Italia in un passato non lontano non apparteneva al gotha dei paesi produttori dei grandi distillati di fama internazionale, ora ne fa parte a pieno titolo. E questo risultato è stato raggiunto grazie all’intraprendenza di quelle case produttrici come Da Ponte, che hanno voluto e saputo perseguire la strada della qualità sino ad arrivare all’eccellenza.

La magia di Grappa Unica Da Ponte sta nel forte legame che la lega al vitigno che la genera, il Prosecco (Glera) della Docg Conegliano – Valdobbiadene, da cui mutua fragranze e aromi.

Per questo possiamo ora parlare della grappa capace di affiancare non solo dolci, ma anche cibi, di diventare prezioso ingrediente per la realizzazione di piatti nuovi e di migliorare quelli esistenti. Cuocendo perde le note eteriche per lasciare un ventaglio di sottili sensazioni olfattive, di incantevoli emozioni gustative così da farla apprezzare, dunque, ovunque si esprima. Ma questo è un capitolo ancora tutto da scrivere.

 

Grappa Unica Da Ponte 10 annate – Carta d’Identità

Vitigni: vinacce di uve Glera
Zona: Prosecco Superiore D.o.c.g. Conegliano Valdobbiadene
Tipologia: unione di 10 annate affinate in barrique del Limousine
Grado alcolico: 40 % vol.
Premi: Gold Best in Class all’ International Wine & Spirit Competition 2007 (Londra) nella categoria Grappe Italiane 10 annate
Nike d’Oro alla Mostra dei Vini e delle Grappe Città di Vittorio Veneto (2007-2008-2011) con il Massimo Punteggio fra tutte le categorie della grappe presentate
Medaglia d’oro all’Internationaler Spirituosen Wettbewerb 2008 (Germania)

Caratteristiche sensoriali:

colore giallo dorato intenso che vira all’ambrato;
odore che ricorda vini liquorosi, di ciliegie sotto spirito, di mandorla tostata;
sapore avvolgente, vellutato con percezione di miele e note vanigliate.

Prezzo suggerito: € 24,80 al pubblico.
Distribuzione: nelle enoteche e nei migliori punti vendita del canale Ho.re.ca.

Per maggiori informazioni:

Distilleria Andrea Da Ponte S.p.A.
Via Primo Maggio, 1 – Corbanese – 31020 – TV
Tel  0438 933011 – Fax 0438 933034 – info@daponte.itwww.daponte.it
_______________

Grappa Andrea Da Ponte… distillatori per vocazione

Essere distillatori per vocazione

L’origine della celebre stirpe di distillatori dobbiamo cercarla nella comunità ebraica di Ceneda, ora Vittorio Veneto, probabilmente nella figura di un cordovaniere (cuoiaio-calzolaio), un Geremia Da Conegliano che rimasto vedovo, per potersi risposare con una “gentile” (cristiana), si fece battezzare assieme ai suoi tre figli.
Così il 29 agosto 1763 il Vescovo di Ceneda, Lorenzo Da Ponte, con grande solennità, lo battezza dandogli il nome di Gasparo Da Ponte e ai suoi tre figli i nomi cristiani di Lorenzo, Girolamo e Luigi, destinandoli al sacerdozio e assumendosi l’onere di mantenerli agli studi presso il Seminario vescovile. Il giovane Lorenzo Da Ponte, divenuto Abate e già incline alla poesia sin dall’infanzia, divenne librettista di Mozart scrivendo “Le nozze di Figaro” (1786), il “Don Giovanni” (1787) e “Così fan tutte” (1790). Con una mente eclettica e molto attiva, durante la sua permanenza a Vittorio Veneto, Lorenzo aiutò suo padre ad aprire un negozio di drogheria con vendita di distillati. Ma la passione per la distillazione lo seguì anche negli U.S.A. dove, a Filadelfia, creò una distilleria con l’aiuto di un enologo veneto, e successivamente portò la conoscenza dell’arte della distillazione ai suoi studenti della Columbia University.
Gasparo Da Ponte, in seconde nozze, ebbe tra la sua progenie Andrea Da Ponte, che sarebbe divenuto un esperto distillatore in Conegliano fondando nel 1892 l’omonima distilleria e Matteo Da Ponte che lo affiancò qualche anno dopo nell’arte distillatoria. L’interesse per lo studio portarono Matteo ad elaborare il famoso “Metodo Da Ponte®” e lo codificò dando alle stampe nel 1896, con l’editore Francesco Cagnani, il “Manuale della distillazione delle vinacce, del vino e delle frutta fermentate, fabbricazione del Cognac, estrazione del cremore di tartaro ed utilizzazione di tutti i residui della distillazione”.
Le redini della Distilleria Da Ponte passarono nel 1946 al nipote di Bruna Da Ponte coniugata Fabris, PierLiberale, che negli anni Sessanta creò la “Grappa di Prosecco”, un distillato innovativo, uno “status simbol”, presente nei salotti d’Europa. Una Grappa invecchiata lungamente nelle barriques di rovere del Limousin, prodotta utilizzando solamente le vinacce da Prosecco, il vino per eccellenza delle colline di Conegliano. Nasce così la famosa “Vecchia Grappa di Prosecco®”!
Al fine di migliorare il distillato e portarlo ai massimi livelli, nel 1979 trasferisce la Distilleria nella conca di Corbanese di Tarzo, una zona ricca di acque gelide che durante la distillazione favoriscono la condensazione degli aromi. Da allora l’azienda continua a confermarsi all’avanguardia nell’industria della distillazione nazionale ed internazionale.
Oggi, come nel passato, la Distilleria Andrea Da Ponte S.p.A., leader anche nel mercato tedesco, propone la conoscenza e l’apprezzamento della Grappa di Prosecco e si distingue nel panorama dei distillatori per unire tecnologia, storia e novità. Ne è un raffinato esempio “UNICA Da Ponte® 10 annate”, che con la sua eleganza e l’estrema raffinatezza di sapori e profumi porta in ogni goccia gli aromi più delicati delle uve che danno vita al Prosecco Superiore D.O.C.G. di Conegliano e Valdobbiadene. La sensazione che regala è avvolgente e vellutata al gusto, così fragrante e lievemente fruttata, per queste ragioni la Grappa da Prosecco si chiama ”UNICA Da Ponte®”.

Per informazioni e contatti:

Distilleria Andrea Da Ponte S.p.A.

Via Primo Maggio, 1
Corbanese – 31020 – TV
Tel  0438 933011
Fax 0438 933034
info@daponte.it
www.daponte.it

_______

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_______

Marcadoc.it non e’ responsabile
di eventuali variazioni di programmi e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______

By

Tags: , , ,

Newsletter
Marcadoc


A tavola nei Ristoranti del Radicchio

Fiori d’Inverno, le mostre del Radicchio IGP

Cantina La Vis, grandi vini dal Trentino

Tour del Prosecco – l’originale!

Shop.ViticoltoriPonte.it, la cantina a casa tua!

Arcangelo Piai – Fotografo