Da vedere

Provincia di Treviso, ti resta nel cuore

Situata a pochi chilometri da Venezia la provincia di Treviso è una straordinaria combinazione di paesaggi, arte, storia, bellezze naturali, ospitalità e buona tavola, capace di far innamorare il viaggiatore e di restare nel cuore di chi ne percorre gli scenari.

Scenari che cambiano continuamente, passando dall’armonia della pianura ai rilievi delle Prealpi Trevigiane, dalle morbide colline del Prosecco ai boschi del Montello e del Cansiglio, attraverso città grandi e piccole, che rendono il territorio della Marca “Bella et Amorosa” un mosaico di bellezze tutte da scoprire.
Un fascino nato da un passato molto antico, che ha lasciato in eredità un patrimonio artistico e culturale ricchissimo, dai Paleoveneti fino ai giorni nostri, e che si può scoprire nei tanti musei, nelle chiese, nelle ville, nei palazzi e nei borghi dal cuore antico che costellano l’intera provincia.

Segni della dominazione romana si ritrovano un po’ in tutto il territorio, specie nelle tracce della centuriazione, con testimonianze particolarmente degne di nota nella città di Oderzo (MiniGuida in PDF), che ospita oggi un interessante museo archeologico. Da non dimenticare la via Claudia Augusta, importantissimo asse di collegamento voluto dall’imperatore Claudio nel I secolo dopo Cristo, che attraversava la Marca da sud a nord.
Per scoprire invece i segreti del tempo preistorico è stato creato, sulle sponde dei laghi di Revine Lago, il Parco Archeologico Didattico del Livelet (volantino in pdf) dove il visitatore può rivivere la quotidianità degli uomini antichi in uno scenario davvero suggestivo.
Le vicende di epoca medievale sono segnate dalla presenza dei grandi feudi come quello degli Ezzelini che con la loro politica segnarono fortemente la destra Piave; non meno importanti le potenti famiglie dei da Camino, dei da Carrara, dei Brandolini e dei Collalto dei quali è tutt’oggi visibile l’imponente castello di San Salvatore, presso Susegana, considerato una delle più belle dimore gentilizie d’Italia.
La storia della Marca Trevigiana è anche indissolubilmente legata a quella della Repubblica di Venezia, che in queste terre, specie sul Cansiglio, non a caso conosciuto come il “bosco della Serenissima”, si procurava il legname necessario per la costruzione della potente flotta che per secoli ha dominato il Mediterraneo. In tempi più recenti, invece, la cima del Grappa, il Montello e le rive del Piave sono state lo scenario delle eroiche vicende della Grande Guerra (.pdf), il tragico conflitto conclusosi con la battaglia finale di Vittorio Veneto (MiniGuida in PDF ). A ricordo di quei drammatici eventi restano oggi i sacrari militari del Grappa, del Montello e di Fagarè, assieme ad altri monumenti commemorativi.

Oltre al Piave ( pdf ), il fiume sacro alla patria, la provincia di Treviso è solcata da altri due principali corsi d’acqua: il sinuoso Livenza ( pdf ) e il Sile ( pdf ), il fiume di risorgiva più lungo d’Europa, dichiarato Parco Naturale Regionale per lo straordinario ambiente naturalistico che rappresenta. La natura trevigiana, con i suoi continui scorci dalla bellezza entusiasmante, ben si presta ad essere scoperta attraverso i numerosi sport che vi si possono praticare, a partire dal ciclismo – sicuramente l’attività più amata tanto da far guadagnare a Treviso l’appellativo di “provincia più ciclistica d’Italia” – fino al trekking, senza dimenticare il golf, il canottaggio e il parapendio ( pdf ) .
Nella parte occidentale della provincia, compresa tra la Pedemontana del Grappa e Castelfranco Veneto ( MiniGuida in pdf), si concentrano alcune tra le più pregevoli eccellenze architettoniche del territorio (la Strada dell’Architettura in pdf ), a cominciare da villa Emo a Fanzolo di Vedelago e villa Barbaro a Maser, riconosciute tra i capolavori di Andrea Palladio: due strutture che rappresentano alla perfezione l’ideale di armonia tra edificio e campagna, tra giardino, viali e terreni agricoli, tipico della villa veneta (progetto Isola dei Musei in pdf ).
La Marca custodisce poi una delle perle del Veneto: Asolo, la “città dai cento orizzonti” tanto amata dalla viaggiatrice inglese Freya Stark, dall’attrice Eleonora Duse e dalla regina di Cipro Caterina Cornaro, che nella bella cittadina, dominata dal possente profilo della Rocca, fece erigere il proprio castello. Poco distante sorge Possagno che ha dato i natali allo scultore Antonio Canova, le cui opere si possono apprezzare nella Gipsoteca, dove sono esposti suoi disegni, bozzetti e gessi; nelle vicinanze sorge poi il bellissimo Tempio, progettato dal Canova stesso, ma concluso dopo la sua morte. A San Vito di Altivole riposa un altro grande della storia dell’architettura: presso l’innovativa e suggestiva Tomba Brion, da lui stesso progettata, è sepolto Carlo Scarpa, tra le personalità di maggior spicco nel panorama delle arti del Novecento.
Capoluogo della Marca è Treviso (MiniGuida in PDF), dai caratteristici canali dove il Sile scorre tranquillo, tra splendide case affrescate, portici e monumenti antichi.
Con il suo grazioso centro storico rientra fra le caratteristiche città murate della provincia, tra le quali meritano una visita Castelfranco Veneto, nel cui Duomo è conservata la splendida pala con Madonna in trono del Giorgione, Vittorio Veneto e Oderzo. Portobuffolé rappresenta un altro dei gioielli del territorio trevigiano, celebre patria di Gaia da Camino.
E sempre alla travagliata storia medievale e rinascimentale riportano anche gli altri siti fortificati, i manieri e i torrioni difensivi che sorgono in tutta la provincia: esemplare in questo senso è il castello di Conegliano (MiniGuida in PDF) (mappa turistica in pdf di Conegliano), centro rinomato soprattutto per l’ottima gastronomia e i pregiati vini locali (la Strada del Prosecco in pdf ).
Pregevoli anche le antiche abbazie come quella di Vidor, di Monastier o di Follina (MiniGuida in PDF), splendido edificio circestense.
Una nota a parte meritano poi le eccellenze enogastronomiche del territorio. Come non citare, quando si parla di Marca Trevigiana, il celebre Prosecco, tra i vini italiani più richiesti all’estero, o il pregiato Radicchio Rosso di Treviso e il Radicchio Variegato di Castelfranco?

Da ricordare anche i corposi vini rossi del Piave, tra i quali spicca il Raboso del Piave Superiore – Malanotte DOCG (scarica il PDF), e quelli prodotti nella zona dei Colli Asolani e del Montello, continuando poi con i formaggi, dalla cremosa Casatella al formajo imbriago, gli asparagi, gli insaccati, le ciliegie, i marroni, i funghi e i dolci come il goloso Tiramisù.
Questo ed altro ancora rende la provincia di Treviso la patria del mangiar bene e del vivere ancora meglio.

MiniGuide e Mappe Turistiche della Marca Trevigiana in pdf
da scaricare e stampare =>
clicca qui

_____


-

provinciatreviso_acqua_e_natura

La Provincia di Treviso, tra acqua e natura

La Marca trevigiana è una meta ideale per gli amanti dello sport e della natura, la scenografia adatta a tutti coloro che vogliono concedersi una vacanza all’insegna del benessere fisico e mentale!
I Fiumi della Provincia di Treviso e alcuni itinerari consigliati.

-
Turismo sportivo nella Provincia di Treviso
-
La provincia più sportiva d’Italia ti aspetta! La Marca trevigiana e’ la meta ideale per gli amanti dello sport: una palestra a cielo aperto con la sua particolare morfologia e la varieta’ dei suoi paesaggi che diventa la scenografia adatta di un soggiorno dedicato non solo agli sportivi ma anche a tutti gli amanti della natura..
-
La Provincia di Treviso, Terra di misteri

Benvenuti nella gioiosa Marca Trevigiana, terra magnifica e ricca di misteri. Se siete giunti per scoprirne la bellezza e la vostra curiosità ha sete di leggende e racconti oscuri, siete arrivati nel posto giusto. Lo sapevate che Treviso viene definita una città magica fin dal XIII secolo?…

La Marca Trevigiana, terra generosa ricca di arte, storia e cultura

La Marca Trevigiana è tanto ospitale quanto genuina nei sapori e nel calore della sua gente. L’accoglienza sempre curata e discreta, non vi deluderà.
Regalatevi un soggiorno nella provincia di Treviso all’insegna della buona cucina e dei vini eccellenti DOC e DOCG, dei prodotti tipici quali l’asparago, il radicchio rosso, i formaggi delle malghe tutti rigorosamente IGP e DOP. La Marca Trevigiana non si può racchiudere in poche parole. Ogni città con le sue mura, i borghi medievali, i palazzi racconta una sua storia.
Treviso è paragonabile ad una anfiteatro con la provincia sul palco e tutt’intorno le Prealpi, le Dolomiti, Venezia, i lidi di Jesolo e Caorle e tanto altro ancora.

Alla Marca Trevigiana il Visitatore si puo’ avvicinare in piu’ modi: la Provincia, ad esempio, ha individuato dei percorsi tematici volti a mettere in risalto alcuni aspetti del territorio oppure si puo’ procedere per aree omogenee.

I percorsi della Provincia:

- Archeologia in pdf
- Architettura in pdf
- Citta’ murate – Castelli in pdf
- Grande Guerra in pdf
- Acqua e Natura in pdf
- Vini e Sapori in pdf
- Sport in pdf

Le aree della Provincia

 

_

Treviso, la pianura e i confini con Venezia

 

TREVISO..
Treviso, detta anche la ‘città dipinta’ per le facciate dei palazzi affrescati, cullata dal fiume Sile e i suoi affluenti dalle acque risorgive metà navigabile fino a Venezia…

E LA PIANURA

Poderi regolari, strade ortogonali, tracciati viari minuziosamente delineati: sono ancora visibili le tracce della vecchia centuria di Altino nel territorio a sud di Treviso. Citta come Mogliano e Preganziol conservano ancora oggi le antiche strutture centuriate legate all’agricoltura fin dai tempi piu antichi. La zona e’ disseminata di numerose ville e sontuose dimore edificate nel Seicento, appartenenti alle ricche famiglie nobiliari veneziane e costruite in prevalenza lungo il Sile e il Terraglio, strategiche vie commerciali. La struttura prevalentemente agricola del territorio rimane intatta fino all’epoca della dominazione austriaca con la costruzione della rete ferroviaria che cambia nettamente l’assetto della rete urbana.

Treviso

Una gita slow a Treviso, lo scrigno del bel vivere

Mostra dei Legni dal mondo a Treviso

Museo Civico ‘Luigi Bailo’ di Treviso

Casa dei Carraresi

Treviso sotterranea, itinerario turistico alla scoperta dei cunicoli delle mura

Icona Bizantina presso le Monache di Clausura a Treviso

A Treviso il Parco degli Alberi Parlanti

Il Fiume Sile

Natura, storia e silenzi lungo il Sile a Treviso

Il GiraSile. Treviso e il fiume Sile in bicicletta

In bici fino al mare: la “Greenway” di Treviso

Oasi Cervara, un tesoro ritrovato

Il Parco della Storga: il bosco sotto casa

Le Ville Venete, tesoro da valorizzare

Il fiume Piave – Canoa e Kajak lungo il Fiume Piave

Il Piave tra storia e leggenda

Strada dei Vini del Piave 

Il «Cammino della fede» in Veneto: la Francigena dell’est 

Strada del Radicchio 

Museo Civico Villa Lattes 

La Rotonda di Badoere 

Mogliano Veneto

Villa Tiepolo Passi a Carbonera

Ciclovia dell’Amicizia da Monaco di Baviera a Venezia

 

 

 

Castelfranco Veneto – Asolo – Montebelluna
-

La Marca sud occidentale e’ attraversata dal fiume Musone e dall’alto corso del Sile, racchiusa tra il medio corso del Brenta e la destra Piave sotto i colli asolani e del Montello. L’area di Castelfranco Veneto ha radici che risalgono all’antica centuriazione romana e porta i segni dei siti fortificati medievali, delle ville patrizie e della rete ferroviaria postunitaria. Edifici sacri e ricche ville patrizie si susseguono nel territorio dando preziose testimonianze delle epoche passate. Villa Lattes di Istrana, Palazzo Ravagnini di Fossalunga, il Barcon di Vedelago, Ca’ Amata di Salvarosa, villa Emo di Fanzolo parlano ancora oggi di grandi personaggi come Andrea Palladio, Giorgio Massari, Alessandro Vittoria e delle nobili famiglie del settecento. Perla del territorio e Castelfranco Veneto per le sue antiche mura, il celebre teatro Accademico, il parco inglese e per aver dato i natali a Giorgione, di cui conserva la casa e la celebre pala all’interno del Duomo.

ASOLO e i colli. Dal GRAPPA al MONTELLO.
Asolo con la sua Rocca millenaria. Di Asolo, abbarbicata su di un colle, se ne innamorò anche Eleonora Duse che vi è sepolta. A Maser e Vedelago due splendide ville Palladiane, Villa Barbero e Villa Emo Capodilista. Citarle tutte è impossibile di rilevanza maggiore ve ne sono più di 40. Possagno, città natale del Canova con il tempio e l’omonima gipsoteca.» Nord-Est, colline famose per il vino ‘Prosecco’, ai piedi delle Prealpi.

Una grande pianura attraversata da un’antica strada romana, la Postumia. E’ la Marca nord occidentale, delimitata dai colli asolani, dal Montello, dal Piave, dal Monte Grappa. Di origini romane sono le due citta’ che ancora oggi rappresentano i piu importanti centri dell’area: Asolo e Montebelluna, circondate da una serie di piccoli paesi fondati in epoca medievale come presidi militari. Non mancano le ville del quattrocento, seicento e settecento sorte in localita di particolare bellezza ambientale come la villa Loredan lungo la castellana e la villa di Maser. La zona conserva ancora oggi, nel territorio del Montello e del Grappa, le tracce della Grande Guerra nei cimiteri, nei musei delle citta e nell’imponente sacrario militare.

Castelfranco Veneto 

Villa Bolasco, la grande casa di Castelfranco

Il tesoro tessile del Duomo di Castelfranco Veneto

Le Ville Venete, tesoro da valorizzare

Le Ville del Giorgione, sette stelle da riscoprire

 Museo Casa Giorgione 

Strada del Radicchio 

La Strada dell’Architettura: guida all’accoglienza

Villa Corner 

Il «Cammino della fede» in Veneto: la Francigena dell’est 

Villa Emo 

Bassano del Grappa, Marostica, Asolo, Possagno, Castelfranco Veneto, Cittadella, Valbrenta

La Via dei Papi – primo itinerario religioso del Veneto

Asolo, il Canova e il Palladio

Il Museo Civico di Asolo

Asolo

Asolo, la ‘città dai cento orizzonti’ 

Asolo, visitabile il giardino di Freya Stark

A passeggio tra Asolo e Possagno – percorso turistico

Le Ville Venete, tesoro da valorizzare

Gipsoteca Museo Canoviano 

Tempio Canoviano a Possagno

Tomba Brion di Carlo Scarpa a San Vito di Altivole

Strada del Vino del Montello e Colli Asolani

Passeggiata a Venegazzù, ai piedi Montello, lungo i vigneti dell’Azienda Agricola Loredan Gasparini

Nel regno del Prosecco DOCG

Villa Barbaro a Maser

Falchi, cicogne e balestrucci è lo spettacolo dei migratori – Colle San Giorgio nei pressi di Maser

Percorsi e le trincee della Prima Guerra Mondiale nel Comune di Maser

San Zenone degli Ezzelini da ‘paese’ a ‘paesaggio culturale’

Montagna Trevigiana, un angolo di natura incontaminata

Una camminata indimenticabile sul Monte Grappa

Turismo Grande Guerra – Monte Palon, non passa lo straniero

Il Canova e Possagno

Pedalando tra i tesori delle colline trevigiane

Grande Guerra sul Monte Grappa

I luoghi della Grande Guerra e le Malghe del Grappa

Il Grappa tra storia, natura ed escursioni

Sul Montre Grappa il respiro della storia – Itinerari tra le malghe e il cielo

A Cima Grappa dal Santuario del Covolo

Veneto in Bici: alla conquista del Monte Grappa

A cavallo o in bici, nuove piste di Marca

Santuario Madonna del Covolo a Crespano del Grappa

Cornuda, meta di escursione

Museo del Carattere e della Tipografia a Cornuda

Castelcucco: oasi di pace tra Asolo e Bassano del Grappa

Altamarca Trevigiana – Benessere e buon vivere fra Venezia e le Dolomiti

Il «Cammino della fede» in Veneto: la Francigena dell’est

Musei in Rete : ‘Isola dei Musei’ – ( progetto Isola dei Musei in pdf ).

Dal Grappa al Cansiglio: l’Alta Via delle Prealpi Trevigiane

Volare a Semonzo – Trofeo Montegrappa 

Il Bosco del Montello

Le Grotte del Montello

Ecoparco Ai Pioppi a Nervesa dalla Battaglia sul Montello

Museo della chitarra a Montebelluna

Bassano del Grappa, Marostica, Asolo, Possagno, Castelfranco Veneto, Cittadella, Valbrenta

Consiglio Fuori Provincia: Partita a Scacchi di Marostica

Sciare in Provincia di Treviso

 

 

Conegliano – Vittorio Veneto – Valdobbiadene: la Strada del Prosecco
-

L’ALTAMARCA TREVIGIANA – Valdobbiadene e Conegliano famose per gli eccellenti vini Prosecco e Cartizze.
Il Castello di Conegliano e il centro medievale, l’Abbazia di Follina, il Bosco del Cansiglio, le Grotte del Caglieron, il Molinetto della Croda, il Collalto e i suoi castelli, Ceneda e Serravalle a Vittorio Veneto, la Vallata, il castello ‘Castelbrando’ e i laghi di Revine Lago sono solo alcune delle perle da ammirare.

E’ racchiusa dalle Colline prealpine, dalla Valmarena e dal Cansiglio, uno dei piu’ vasti e relativamente ben conservati boschi che esistono in Italia. Deve la sua ricchezza alla storica strada del Prosecco. La Marca settentrionale ha radici antichissime che risalgono alle civilta paleovenete, passano le centuriazioni della Valmarena, arrivano al medioevo dei Franchi, dei vescovi conti fino alle attivita della Serenissima. Chiamata Pontebbana nel tratto fino a Conegliano, la strada che collega la laguna con lo spartiacque dolomitico austriaco riprende piu a nord l’originario nome ottocentesco di ‘via d’Alemagna’.
Fitta nella zona e la presenza di presidi militari, citta’ murate, borghi fortificati, disseminati da un gran numero di pievi e residenze patrizie. Centri del territorio sono Vittorio Veneto e Conegliano, celebre per aver dato i natali al pittore Giovanni Battista Cima. Oggi la ricchezza dell’Alta Marca e dovuta alla coltivazione della vite e alla produzione del Prosecco.

Nel regno del Prosecco DOCG

Un Weekend nelle colline del Prosecco

Turismo equestre: alla scoperta del paesaggio lungo l’Ippovia del Veneto

Alla scoperta del ‘Cinquecento inquieto’ a Conegliano e dintorni – Itinerario Turistico

Altamarca Trevigiana, Terra di Mezzo fra Venezia e le Dolomiti

Sopra le terre del Prosecco

Altamarca Trevigiana – Benessere e buon vivere fra Venezia e le Dolomiti

Alla scoperta dell’Altamarca Trevigiana, paradiso fra Dolomiti e Venezia

Montagna Trevigiana, un angolo di natura incontaminata

Dal Grappa al Cansiglio: l’Alta Via delle Prealpi Trevigiane 

A cavallo o in bici, nuove piste di Marca

Le Ville Venete, tesoro da valorizzare

Strada del Prosecco – ( la Strada del Prosecco in pdf )

La Strada del Prosecco

Strada dei Vini del Piave 

Conegliano – Citta’ del Cima e del Prosecco

Museo del Caffe’ a Conegliano

Viaggio alla scoperta di Conegliano in pdf

Viaggio alla scoperta dei dintorni di Conegliano in pdf

Museo Civico di Conegliano

La Scuola Enologica ‘Cerletti’ di Conegliano  

Cima da Conegliano. Poeta del Paesaggio

Francesco Beccaruzzi

La Madonna del Ramoncello a Santa Lucia di Piave

Castelli di Collalto e di San Salvatore a Susegana 

Escursione guidata alla scoperta del Crevada  

La Pieve di San Pietro di Feletto 

Viaggio sul Piave, lungo il fiume sacro tra memoria e natura

Il fiume Piave – Canoa e Kajak lungo il Fiume Piave

Il Piave tra storia e leggenda

Oasi Fontane Bianche a Fontigo

Passeggiata alle Fontane Bianche – Sernaglia della Battaglia

Moriago della Battaglia – passeggiata all’Isola dei Morti

Isola dei Morti lungo il fiume Piave a Moriago della Battaglia – Itinerario naturalistico-monumentale

‘Dal sacro al pro…secco’ a Vidor – Itinerario storico-naturalistico

Ippovie delle Prealpi Trevigiane e Bellunesi

Revine Lago e il Santuario di San Francesco da Paola

Il Parco Archeologico Didattico del Livelet   – ( volantino in pdf )

La Valsana in bici – Tour Cicloturistico della Valsana ai piedi delle Prealpi Trevigiane

Giardino Museo Bonsai della Serenità a Tarzo

Vittorio Veneto

Santuario di Santa Augusta a Vittorio Veneto

Museo Diocesano di Arte Sacra ‘Albino Luciani’ a Vittorio Veneto

Museo della Battaglia di Vittorio Veneto

Museo della Cattedrale a Vittorio Veneto

Museo del Cenedese a Vittorio Veneto 

Museo del Baco da Seta a San Giacomo di Veglia – Vittorio Veneto

Itinerario: da Vittorio Veneto lungo la ‘via degli altopiani’

Il Sentiero Nino Lot a Osigo (Fregona) – Alla scoperta delle Prealpi con Giovanni Carraro

L’altopiano del Cansiglio

Weekend nella foresta del Cansiglio

Sulla cima del Pizzoc tra verde, pietre e nuvole

Le Grotte del Caglieron 

Nei luoghi delle fiabe: Sarmede, la Foresta del Cansiglio e le Colline del Prosecco 

Gli affreschi e i dipinti a Sarmede

Stepan Zavrel: costruirsi una casa

Sentiero del Torchiato (n. 1037) a Fregona

Il ‘Castelir’ o ‘Castelat’ di Villa di Villa a Cordignano

Molinetto della Croda a Refrontolo

Refrontolo – Passeggiata al Tempietto Spada

Valdobbiadene e le Colline del Prosecco

Anello del Prosecco, percorso ‘pedonale’

La citta’ degli Aironi a Pederobba – Garzaia di Pederobba

Segusino, storia e curiosita’

Vidor, edifici storici e fiume Piave

Autunno sulle Prealpi – Monte Crep 

Osteria senza Oste

 Il Parco del Piave

Il «Cammino della fede» in Veneto: la Francigena dell’est

Il Castello Brandolini d’Adda

Follina, un apostrofo verde fra storia e cultura

Follina – Percorso naturalistico

L’itinerario – All’abbazia di Follina l’acqua diventa musica

Rolle di Cison di Valmarino

Museo della Radio d’epoca a Cison di Valmarino

La Via dei Mulini a Cison di Valmarino

Verso San Vigilio, una spettacolare passeggiata a Col San Martino – Comune di Farra di Soligo

Il Panevin

Sciare in Provincia di Treviso

La Via dei Papi – primo itinerario religioso del Veneto

‘Strada de la fan’ a Combai, un percorso storico tra i castagni

 

 


Oderzo e la pianura tra Piave e Livenza
-

La parte piu’ orientale della Marca e’ compresa tra i due fiumi Piave e Livenza, principali vie di commercio affiancate dalle due antiche strade romane Postumia e Annia. La particolare morfologia del territorio fa nascere nuclei urbani all’incrocio di vie d’acqua e rotte di terra come Motta di Livenza e Portobuffole’. Ancora oggi l’insieme del territorio conserva il suo antico aspetto fatto di borghi contenuti cresciuti spesso a fianco di una chiesa o di una cappella votiva. L’area ambientale ha favorito nel tempo lo sviluppo di un tipico paesaggio rivierasco come nel caso delle ‘grave’ del Piave.

Oderzo

Museo Archeologico Eno Bellis – Oderzo

Strada dei Vini del Piave

Il Piave tra storia e leggenda

Il fiume Piave – Canoa e Kajak lungo il Fiume Piave

Strada dell’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP

Il «Cammino della fede» in Veneto: la Francigena dell’est

Le Ville Venete, tesoro da valorizzare

Strada del Radicchio

Il Castello Papadopoli Giol

Portobuffole’: un piccolo grande gioiello

Alla scoperta di Portobuffolè, il piccolo gioiello della Marca Trevigiana

Ormelle a passeggio tra storia, cultura e natura

Itinerario Turistico – San Polo di Piave

La Chiesa di San Giorgio a San Polo di Piave ed i suoi affreschi

Itinerari in barca lungo la Livenza

Santuario Madonna dei Miracoli a Motta di Livenza

 



I consigli Marcadoc:


www.marcadoc.it
non e’ responsabile di eventuali variazioni di programma e orari,
si consiglia di verificare presso gli organizzatori.

Per maggiori informazioni: info@marcadoc.it

_______

MINIGUIDE della Marca Trevigiana in pdf da scaricare e stampare
Guidebook to the Province of Treviso - English version
Guidebook to Treviso - English version
Guida di Asolo
Guida di Castelfranco Veneto
Guida di Montebelluna e il Montello
Guida di Conegliano
Guida di Vittorio Veneto
Guida di Oderzo
Guida di Cison di Valmarino e Follina
-
MAPPE della Marca Trevigiana in pdf da scaricare e stampare
Mappa Turistica di Treviso
Mappa Turistica di Asolo
Mappa Turistica di Castelfranco Veneto
Mappa Turistica di Montebelluna
Mappa Turistica di Vittorio Veneto
Mappa Turistica di Oderzo
Mappa Turistica di Valdobbiadene

-

Newsletter
Marcadoc


Ri-Costruire 3.0 – Fiera edilizia a Longarone

Concorso fotografico “Mura Vive” – Treviso

Cocoradicchio 2017 e i tesori d’Italia…

Antica Fiera di San Gregorio a Valdobbiadene

Bollicine in Villa 2017 a Mirano – 12 marzo

Fiori d’Inverno, le mostre del Radicchio IGP

Shop.ViticoltoriPonte.it, la cantina a casa tua!

Arcangelo Piai – Fotografo

Conto Marca Like di Banca della Marca